Ven 23 Aprile 2021 — 07:26

Borsa italiana oggi: Eni, Saipem, Tenaris, Inwit



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere in cauto rialzo (Ftse Mib +0,20% a 23.093 punti). La Borsa italiana è stata trainata da un rimbalzo di Enel e da acquisti sui petroliferi; deboli le banche, pesante Stm.

I future Usa trattano questa mattina in frazionale calo, all’indomani di una seduta decisamente negativa.

Gli indici americani infatti hanno virato al ribasso dopo un discorso del presidente della Fed, Jerome Powell, che ha preso atto dei rialzi dei tassi obbligazionari, ammettendo che le riaperture potrebbero portare a un aumento dell’inflazione, ma al tempo stesso ha rassicurato sul mantenimento dello stimolo monetario per favorire la ripresa.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,23% a 28.864 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1950; il petrolio guadagna altro terreno con il Brent a 67 dollari e il Wti a 64 dollari al barile. L’ Opec e i suoi alleati hanno lasciato invariato il taglio delle quote di produzione anche per il mese di aprile, pur con l’eccezione di Russia e Kazakistan, che potranno aumentare la produzione rispettivamente di 130mila e 20mila barili al giorno, a causa dei trend stagionali di consumo.

Wall Street ha chiuso ieri sera in marcato calo, sebbene al di sopra dei minimi di giornata: Dow Jones -1,11% a 30.924 punti, S&P 500 -1,34% a 3.768 punti, Nasdaq -2,11% a 12.723 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili nuovi spunti sui petroliferi come Eni, Saipem e Tenaris, già ieri in spolvero in concomitanza con la riunione Opec+, che ha poi deciso di lasciare invariata la produzione anche nel mese di aprile, evitando di incrementarla per tenere conto delle incertezze legate al Covid.

A mercato chiuso è inoltre uscita la trimestrale di Inwit, che ha archiviato il 2020 con ricavi per 663,4 milioni, in crescita del 68% come riflesso del cambio di perimetro a seguito della fusione con Vodafone Towers. Ebitda a 603,8 milioni a +73%. L’utile di esercizio si è attestato su 156,7 milioni (+13%). I risultati sono in linea con le attese. Confermata la guidance. Proposto un dividendo di 0,30 euro per azione. L’ad Giovanni Ferigo ha spiegato: “Monitoriamo le opportunità sul mercato, altrimenti aumenteremo la remunerazione degli azionisti”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Stifel hanno avviato la copertura sulle azioni Nexi con un rating buy.

Da segnalare che Enel ha chiuso il 2020 con una capacità totale installata in calo dello 0,5% a 87.567 Mw. La produzione totale di energia elettrica è scesa del 9,3% a 217mila GWh. In Italia la capacità installata è scesa del 3,8% e la produzione di energia elettrica del 9,4%. In aumento dal 57% al 65% la quota di energia a zero emissioni prodotta globalmente da Enel. In Italia le fonti rinnovabili sono passate dal 50 al 53,6% di capacità installata. Per quanto riguarda la produzione di energia elettrica le rinnovabili sono salite dal 43,4 al 50,9%.

22-04-2021 — 10:06

Credit Suisse chiude trimestre in profondo rosso dopo caso Archegos

La perdita è meno forte delle attese, ma il regolatore apre un’indagine. Via a due bond convertibili. Il titolo perde terreno sulla Borsa di Zurigo

continua la lettura