Ven 07 Maggio 2021 — 10:16

Borsa italiana oggi: Eni, Atlantia, Enel, Telecom



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -0,06% a 24.459 punti). La Borsa italiana ha scontato prese di beneficio su alcuni titoli come Tenaris e Amplifon dopo le trimestrali, bene invece Stm e alcune banche come Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Sul fronte macro, si guarda oggi ai dati sul Pil di alcuni Paesi europei, fra cui quello dell’Italia. Prosegue il flusso di trimestrali.

I future Usa trattano questa mattina negativi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,83% a 28.812 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,2110; il petrolio è leggermente negativo con il Brent a 68 dollari e il Wti a 64 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in buon rialzo: Dow Jones +0,71% a 34.060 punti, S&P 500 +0,68% a 4.211 punti, Nasdaq +0,22% a 14.082 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Eni dopo i conti del primo trimestre 2021 chiuso con utile netto di 856 milioni, utile netto adjusted a 280 milioni (+358%), utile operativo adjusted di 1,321 miliardi (+1%), produzione di 1,7 milioni di barili di olio equivalente al giorno. Il consensus degli analisti raccolto dalla stessa Eni prevedeva un utile netto adjusted di 440 milioni, utile operativo adjusted a 1,51 miliardi, una produzione di 1,7 milioni di barili giornalieri.

Il cda di Eni ha inoltre approvato l’avvio di un progetto strategico per valutare opzioni sulla nuova Eni gas e luce e renewables che nascerà dall’unione delle attività di retail e di energia rinnovabile. Lo studio prevede la valutazione di “molteplici opzioni per la miglior valorizzazione di questa società nel corso del 2022, subordinatamente alle condizioni di mercato”. Ci sarà o una quotazione in borsa tramite un’offerta pubblica iniziale (ipo), oppure la cessione o lo scambio di una quota di minoranza.

Il consorzio Cdp-fondi ha presentato ad Atlantia alcuni “affinamenti” dell’offerta per l’88% di Autostrade. Lo si legge in una nota diffusa in preapertura. Oggi dovrebbe riunirsi il cda della holding per esaminare le novità dell’offera, che conferma la valutazione di 9,1 miliardi per il 100% di Aspi. Gli affinamenti riguarderebbero la ‘ticking fee’, ovvero la percentuale che viene corrisposta per compensare i flussi di cassa generati nel periodo tra la firma di un accordo e il closing.

Altra decisione importante del cda della Cassa Depositi e Prestiti è il via libera a un’offerta a Enel per il 10% di Open Fiber. L’offerta sarebbe di 530 milioni. La Cdp detiene già il 50% di OF, società destinata al progetto di rete unica con Telecom (Tim). Enel cederà il 40% a Macquarie sulla base di una valutazione della società di 5,3 miliardi. Risolto il nodo della governance di Open Fiber. Inoltre Cdp si è impegnata ad apportare nuove risorse prima del closing.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Citigroup hanno ripreso la copertura su Moncler con rating buy e target price di 59 euro.

SocGen ha alzato il prezzo obiettivo su Leonardo da 8,70 a 9,30 euro confermando il buy.

Morgan Stanley ha migliorato il target price su Stmicroelectronics (Stm) dopo la trimestrale da 37,50 a 39 euro, confermando il giudizio overweight. Sul medesimo titolo Deutsche Bank alza da 40 a 41 euro (buy) e Credit Suisse da 39 a 41 euro.

Fra le banche, Bper informa di aver ricevuto comunicazione da parte del Mef dell’avvenuta concessione della garanzia dello Stato (“Gacs”) sui titoli senior della cartolarizzazione di sofferenze “Summer”, il cui valore nominale è pari a 85,4 milioni. La garanzia sui titoli senior, interamente detenuti dal Gruppo, è effettiva a valere dalla data del decreto (15 aprile 2021). La banca evidenzia inoltre che la situazione contabile del Gruppo Bper al 31 dicembre 2020 includeva già la derecognition del portafoglio delle sofferenze cedute.

Si riuniscono oggi i cda per l’approvazione dei conti di Class Editori, Eems, Exprivia, Monrif, Titanmet.

Da segnalare su Borsa italiana oggi anche le diverse assemblee degli azionisti per l’approvazione dei bilanci 2020, fra cui quelle di Banca Sistema, Cairo Communications, Webuild, Saipem, Terna.

banche analisti 07-05-2021 — 09:39

Mps, esuberi e maxi fusioni: sindacati scendono in campo

Fabi, First Cisl, Fisac-Cgil, Uilca e Unisin hanno scritto una lettera al ministro dell’Economia Daniele Franco

continua la lettura