Mar 02 Marzo 2021 — 20:48

Borsa italiana oggi: Enel, Telecom, Generali



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta di consolidamento che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta piatta (Ftse Mib -0,02% a 21.701 punti). La Borsa italiana è stata comunque sostenuta da nuove ricoperture su petroliferi e banche.

I future Usa trattano questa mattina in rialzo, sostenuti sia dalle speranze riposte nel vaccino anti-Covid sia dalla transizione verso l’amministrazione Biden che ha indicato per il Tesoro l’ex presidente della Fed Janet Yellen.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +2,50% a 26.165 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,1850; il petrolio avanza con il Brent a 46 dollari e il Wti a 43 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in rialzo: Dow Jones +1,12% a 29.591 punti, S&P 500 +0,56% a 3.577 punti, Nasdaq +0,22% a 11.880 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Enel nel giorno della presentazione del Piano strategico 2021-2023 e di una Vision 2030 che preannuncia obiettivi di decarbonizzazione ed elettrificazione. Il piano industriale triennale prevede investimenti per 40 miliardi, Ebitda ordinario fra 20,7 e 21,3 miliardi nel 2023, con un crescita media annua (Cagr) del 5%-6% e un utile netto ordinario fra i 6,5 e i 6,7 miliardi nel 2023, con un Cagr tra l’8% e il 10%. Enel ha definito una politica dei dividendi definita “semplice, prevedibile e interessante”: gli azionisti riceveranno un dividendo per azione fisso, garantito e crescente nei prossimi tre anni, con un obiettivo di 0,43 euro/azione al 2023, con crescita media annua del 7% circa.

Intanto si registra il pressing del governo sul gruppo elettrico guidato da Francesco Starace affinché sciolga le riserve sulla cessione del proprio 50% di Open Fiber (l’altro 50% è di Cdp) per facilitare la realizzazione di un rete unica assieme a Telecom (Tim). Sul tavolo c’è un’offerta del fondo Macquarie. Una lettera inviata dai ministri Gualtieri e Patuanelli ai vertici di Enel spiega che “in relazione alla valutazione delle offerte di acquisto della quota di Enel in Open Fiber, il Governo auspica che codesta società, nel perseguimento dell’interesse aziendale, consideri la rilevanza strategica per il Paese del progetto di costituzione della cosiddetta ‘rete unica’ nazionale”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Barclays in un report sugli assicurativi europei hanno ritoccato il target price su Generali da 14,50 a 15 euro, confermando il rating underweight.

Le banche restano sotto i riflettori all’indomani di una giornata segnata dall’opa del Crédit Agricole su Credito Valtellinese (Creval), con il titolo balzato di un +23,7% oltre il prezzo di offerta. Ne ha approfittato Banca Popolare Sondrio, in rialzo del 5,3%, mentre sul listino principale gli acquisti hanno preso di mira nuovamente Bper (+2,1%) in scia alle crescenti aspettative su una fusione con Banco Bpm, che ha invece chiuso a -3,7%.

Da segnalare che Massimo Zanetti Beverage Holding ha alzato da 5 a 5,5 euro il prezzo d’offerta sulla Massimo Zanetti Beverage Group. La nuova proposta arriva dopo che l’advisor del cda e degli amministratori indipendenti, Mediobanca, aveva giudicato non congruo il prezzo di 5 euro messo sul piatto dall’azionista di controllo.

Andrea Orcel unicredit 02-03-2021 — 11:46

Unicredit accelera su lista del cda, tra conferme e new entry

Tutto pronto per il cda chiamato a varare i nomi in vista dell’assemblea del 15 aprile

continua la lettura