Mer 08 Dicembre 2021 — 13:49

Borsa italiana oggi: Pirelli, Deutsche Bank, Astaldi, Salini Impregilo, Cattolica



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, alla ripartenza dopo una settimana positiva che ha visto Piazza Affari in particolare mettere a segno un forte recupero (+3,5% il Ftse Mib). La Borsa italiana è stata trainata dal recupero delle banche, in scia al forte calo dello spread che resta comunque sopra i 200 punti. Da inizio anno il ftse Mib con un +20% si conferma peraltro il migliore indice in Europa.

I mercati guardano ora alle prossime mosse della Fed, temendo che il forte dato dell’occupazione Usa di giugno (224mila nuovi posti) spingerà la banca centrale a non tagliare il costo del denaro.

A Tokyo intanto il Nikkei  ha chiuso negativo -0,98% a 21.534 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso in area 1,1220 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 64 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera marginalmente negativa: Dow Jones -0,16% a 26.922 punti, S&P 500 -0,18% a 2.990 punti,  Nasdaq -0,10% a quota 8.161.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti sulle azioni Pirelli, con gli analisti di Jp Morgan che hanno alzato la raccomandazione sul titolo da neutral a overweight e il target price da 6,60 a 8 euro.

Banche sotto i riflettori dopo l’atteso piano di tagli approvato ieri dal board di Deutsche Bank. Il colosso tedesco prevede 18.000 tagli entro il 2022, con l’obiettivo di risparmiare 6 miliardi di euro. Viene colpita la banca d’investimento, come preannunciato dalle dimissioni arrivate venerdì scorso del numero uno Garth Ritchie, in particolare con la chiusura della divisione equity globale. Viene creata una bad bank in cui confluiranno asset per 74 mld. Deutsche Bank ha fatto sapere di attendersi nel secondo trimestre 2019, per effetto di 3 miliardi di costi legati alla ristrutturazione, una perdita netta di 2,8 miliardi, in vista della trimestrale in calendario il 25 luglio. Non ci sarà alcun aumento di capitale. Attesa per la reazione del titolo sul Dax di Francoforte.

Possibili spunti su Astaldi dopo la marcia indietro di Sace che aveva minacciato di ritirare le garanzie, rischiando di mandare a monte il salvataggio da parte di Salini Impregilo, nonché l’operazione di sistema (cosiddetto Progetto Italia) che vede schierata in prima fila la stessa Cdp. Secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe intervenuto lo stesso ministro delle Finanze Giovanni Tria. I titoli Astaldi e Salini Impregilo avevano chiuso venerdì in calo rispettivamente del 3,9% e 2,4%.

Cattolica Assicurazioni e Iccrea Banca hanno deliberato di rinnovare la partnernship nella bancassicurazione fino al 31 dicembre 2022. Nell’ambito degli accordi, Cattolica ha rilevato un ulteriore 19% del capitale delle joint venture Bcc Vita e Bcc Assicurazioni, con incremento al 70% della quota detenuta in entrambe e conseguente riduzione al 30% della quota di Iccrea, per un corrispettivo di circa 42,5 milioni di euro.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura