Mer 08 Dicembre 2021 — 13:17

Borsa italiana oggi: Popolare Sondrio, Unipol, Bper, Intesa Sp



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere piatta (Ftse Mib +0,01% a 24.892 punti). La Borsa italiana ha visto nuovi acquisti sulle banche, deboli invece le tlc, e Poste dopo i recenti massimi storici e un taglio del rating da parte di Deutsche Bank.

I future Usa trattano questa mattina in moderato rialzo.

Sul fronte macro, possibili spunti da un discorso mercoledì del vicepresidente della Fed Randal Quarles, alla luce delle recenti preoccupazioni sull’inflazione e sul potenziale tapering.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,31% a 28.642 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,2250; il petrolio è poco mosso con il Brent a 68 dollari e il Wti a 66 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera debole: Dow Jones -0,24% a 34.312 punti, S&P 500 -0,21% a 4.188 punti, Nasdaq -0,03% a 13.657 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati sulla Banca Popolare di Sondrio dopo l’operazione con cui Unipol, attraverso Unipolsai, si è portata al 6,9% dell’istituto. Unipol è anche il primo azionista di Bper e già il suo ingresso in Bp Sondrio l’anno scorso con una quota di circa il 2% aveva acceso la speculazione su un possibile merger fra le due banche. UnipolSai si è avvalsa di un’operazione di reverse accelerated book building, gestita da Equita Sim, acquistando 18,2 milioni di azioni della banca, meno delle 30 milioni di azioni preannuciate, che avrebbero portato Unipol al 9,5%. Prezzo 4,15 euro per azione. Il gruppo Unipol si era detto disposto a pagare un premio del 2-4%. Le azioni della Pop Sondrio avevano chiuso ieri a 4,008 euro. UnipolSai già disponeva del 2,9% dell’istituto valtellinese dopo averne acquistato un altro 1% nelle ultime settimane. Per il gruppo guidato da Carlo Cimbri l’operazione è “finalizzata a contribuire ai piani di sviluppo della banca”, che è anche “partner industriale dal 2010 nel comparto della bancassicurazione Danni e Vita”.

Sempre fra le banche, da seguire anche Intesa Sanpaolo, che secondo indiscrezioni di stampa si appresterebbe a mettere sul mercato due portafogli di Npl per complessivi 4 miliardi. Le offerte sono attese entro il 30 giugno. Lo scrive il Messaggero.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura