Ven 28 Febbraio 2020 — 19:42

Borsa italiana oggi: Banco Bpm, Banca Mps, Enel, A2a, Cattolica, Nexi, Saipem



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità, all’indomani di una nuova seduta di acquisti che ha visto Piazza Affari chiudere in buon rialzo (Ftse Mib +1,05%) proseguendo il recupero dopo le vendite della scorsa settimana sui timori legati al coronavirus. La Borsa italiana è stata sostenuta dalle banche con Unicredit (dopo i conti 2019) e Banco Bpm.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso in calo del -0,19% a 23.827 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro è stabile poco sotto 1,10 contro il dollaro; il petrolio è in cauto rialzo con il Brent a 55 dollari e il Wti a 51 dollari al barile. La Russia appoggerebbe la poroposta del comitato tecnico dell’Opec+, che non ha potere decisionale, di tagliare temporaneamente la produzione di petrolio dell’organizzazione di 600.000 barili al giorno, per contrastare il crollo della domanda cinese.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,30% a 29.379 punti, S&P 500 +0,33% a 3.345 punti, Nasdaq +0,67% a quota 9.572.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, il focus resta sulle trimestrali con i conti usciti ieri a mercato chiuso di Banco Bpm, che ha archiviato il quarto trimestre 2019 con un utile netto di 95,8 milioni su ricavi per 1.187,7 milioni, in entrambi i casi leggermente sopra attese. L’utile netto 2019 segna 797 milioni dal rosso di 59,4 milioni del 2018, e viene proposto il primo dividendo dalla fusione tra Bpm e Banco Popolare, pari a 0,08 euro, in linea con le stime conservative degli analisti, per complessivi 121,2 milioni.

Sempre fra le banche, usciranno in mattinata i risultati 2019 di Banca Mps, con il consensus degli analisti che prevede una perdita trimestrale di circa 1,3 miliardi (da un rosso di 101 milioni nel quarto trimestre 2018) su ricavi per 770 milioni (+2%). Conference alle ore 12 con l’ad Marco Morelli.

Da segnalare che il Credem ha chiuso il 2019 con un utile di 201,3 milioni (+7,8%) su ricavi per 1,21 miliardi (+4,1%). Nel solo quarto trimestre, la banca ha segnato un utile di 43,6 milioni, sopra attese per 35 milioni.

Enel, in base ai dati preliminari comunicati dal colosso elettrico, ha chiuso il 2019 con un Ebitda ordinario in crescita del 10,5% a 17,9 miliardi di euro, un Ebitda (margine operativo lordo) pari a 17,7 miliardi (+8,6%), in linea con attese, e ricavi in crescita del 6,1% a 80,3 miliardi di euro. L’indebitamento finanziario netto cresce del 10% a 45,2 miliardi (attesi 46 miliardi).

In agenda anche i cda sui conti di Banca Popolare Sondrio, Banca Sistema, Buzzi Unicem, Cnh Industrial.

Intanto Cattolica Assicurazioni ha tagliato gli obiettivi al 2020 del piano industriale a causa di “scenari finanziari ed assicurativi” rivelatisi “più sfavorevoli”. La compagnia si attende un risultato operativo compreso tra 350 e 375 milioni (da 375-400 milioni) mentre le prime risultanze evidenziano un utile 2019 in calo “a causa di alcune poste negative straordinarie non pianificate”.

Fra le raccomandazioni dei broker, gli analisti di Goldman Sachs hanno tagliato la raccomandazione su A2a da neutral a sell con target price di 1,70 euro.

Da seguire Nexi dopo che la rivale Sia ha annunciato la quotazione in Borsa entro l’estate, rinviando così – almeno per il momento – una possibile fusione per dare vita a un campione nazionale del settore dei pagamenti.

Saipem si è aggiudicata alcuni nuovi contratti EPCI in vari paesi del mondo per un valore complessivo di oltre 500 milioni di dollari. Uno di questi è stato assegnato da Saudi Aramco in Arabia Saudita nell’ambito del Long Term Agreement in vigore fino al 2021.

banco bpm tononi 28-02-2020 — 11:40

Banco Bpm: Tononi entra in cda, martedì il piano

Il futuro presidente arruolato nel board per cooptazione, potrebbe già contribuire alle nuove strategie

continua la lettura