Mer 08 Dicembre 2021 — 14:16

Borsa italiana oggi: Cnh, Mps, Juventus



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,56% a 26.006 punti). La Borsa italiana come gli altri listini internazionali ha beneficiato delle indicazioni del presidente della Fed, Jerome Powell, che ha aperto la strada a una possibile riduzione (tapering) del programma di acquisto titoli entro l’anno, ma ha aggiunto che tale mossa non dovrà essere prematura. Inoltre il banchiere centrale Usa ha escluso aumenti dei tassi in tempi ravvicinati.

Wall Street in particolare ha accolto le parole di Powell con una raffica di rialzi e nuovi record su S&P500 e Nasdaq.

L’agenda macro prevede oggi pochi dati, fra cui spicca tuttavia l’inflazione tedesca di agosto.

Londra chiusa per bank holiday.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,54% a 27.789 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si porta a quota 1,18; il petrolio è poco mosso con il Brent a 72 dollari e il Wti a 68 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera in rally: Dow Jones +0,69% a 35.455 punti, S&P 500 +0,88% a 4.509 punti, Nasdaq +1,23% a 15.129 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Cnh Industrial ha sottoscritto un accordo per l’acquisizione del costruttore di escavatori Sampierana S.p.A. Con questa acquisizione, la controllata di Exor potenzierà la propria offerta nel settore delle macchine per le costruzioni, “incrementando capacità interne, controllo sulla catena del valore e opportunità in termini di quote di mercato”, spiega una nota. L’accordo prevede l’acquisto del 90%, mentre Cnh salirà al 100% nel corso dei quattro anni successivi al closing dell’operazione. Il corrispettivo per l’intera acquisizione (che avverrà su una base debt free cash free) sarà pari a 101,8 milioni di euro e sarà oggetto ad alcuni aggiustamenti in sede di closing e successivamente. Il deal sarà finanziato con la liquidità disponibile.

Fra le banche, continuano a tenere banco le indiscrezioni relative alla due diligence di Unicredit su Mps. Secondo gli ultimi rumors di stampa, il Mediocredito Centrale (Mcc) è pronto a entrare a sua volta in data room per valutare l’acquisto di asset che resterebbero fuori dal perimetro di Unicredit, fra cui Mps Capital Services. Viene inoltre indicata come molto probabile una proroga dell’esclusiva che scade il 7 settembre superardo fra l’altro la data delle elezioni suppletive per Siena in calendario il 3/4 ottobre. Intanto il Messaggero, parlando di “nozze in salita”, ha scritto ieri che il Tesoro vuole evitare smembramenti “anche perché il negoziato avviene nel mezzo della campagna” elettorale.

Restando tra i finanziari, il cda di Cerved ha preso atto del rilancio dell’opa promossa da Castor Bidco a 10,2 euro dai precedenti 9,5. Il nuovo prezzo, rileva il board, ,”si colloca nei range di congruità indicati nel comunicato dell’emittente, ancorchè nella parte bassa di tali range”. Il board peraltro torna a evidenziare che “il corrispettivo offerto non tiene conto” delle potenziali sinergie. Quanto alla decisione dell’offerente di alzare la soglia minima dal 50% più un’azione all’80% del capitale di Cerved, il cda nota che “anche la titolarità di una partecipazione pari all’80% del capitale sociale di Cerved Group non appare di per sè sufficiente ad assicurare” la realizzazione di una fusione post opa.

La Juventus resta sotto i riflettori su Borsa italiana oggi dopo una seduta venerdì scorso (+1,2%) movimentata dall’addio di Cristiano Ronaldo. A mercato chiuso è stato ufficializzata la vendita del top player al Manchester United, per una cifra intorno ai 28 milioni che consentirà al club bianconero di evitare una plusvalenza. Intanto la Juve ha rimediato una sconfitta con l’Empoli in campionato, mentre la dirigenza è corsa ai ripari assicurandosi per una ventina di milioni (la formula è un prestito biennale con obbligo di riscatto) il ritorno di Kean dall’Everton.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura