Dom 26 Settembre 2021 — 03:01

Borsa italiana oggi: Atlantia, Webuild, Creval



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere in controtendenza (Ftse Mib -0,66% a 24.576 punti). La Borsa italiana è stata appesantita dalle banche, nervose dopo le minute Bce e alcuni commenti della presidente Christine Lagarde (vedi più sotto nell’articolo).

Sul fronte macro, la produzione industriale tedesca di febbraio è uscita questa mattina a -1,6% contro attese per un rialzo su gennaio dell’1,5%.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi, all’indomani di una seduta positiva.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,20% a 29.768 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro arretra sotto 1,19; il petrolio è debole con il Brent a 62 dollari e il Wti a 59 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in rialzo: Dow Jones +0,17% a 33.503 punti, S&P 500 +0,42% a 4.097 punti, Nasdaq +1,03% a 13.829 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, riflettori ancora puntati su Atlantia dopo l’offerta del gruppo Acs per Autostrade che valuta la società fino a 10 miliardi. Il titolo è balzato ieri (+3,1%) dopo la notizia. A mercato chiuso il cda di Atlantia ha fatto sapere di avere avviato l’esame sull’offerta di Cdp-fondi, e di avere preso atto del rilancio del gruppo spagnolo di Florentino Perez.

Salini Costruttori e Cdp Equity hanno ufficializzato la lista per il rinnovo del cda di Webuild all’assemblea del 30 aprile. La lista congiunta presentata da questi azionisti prevede un totale di nove indipendenti, di cui sei donne, e la conferma di Donato Iacovone, Pietro Salini, Pierpaolo Di Stefano, Nicola Greco, Marina Natale e Alessandro Salini. Sono 8 le new entry: Davide Croff, Barbara Marinali, Flavia Mazzarella, Teresa Naddeo, Serena Maria Torielli, Tommaso Sabato, Michele Valensise, Laura Zanetti. I nuovi candidati sono “esponenti del mondo bancario, accademico, aziendale e istituzionale e, pertanto, con background diversificato”. La nomina avverrà a ridosso del completamento con successo della prima fase di Progetto Italia, operazione che ha visto l’integrazione di Astaldi nel Gruppo Webuild.

Le banche restano osservate speciali all’indomani di una seduta pesante dopo il nuovo monito della presidente Bce Christine Lagarde, tornata a raccomandare “prudenza costante” dopo i limiti già imposti sulla remunerazione dei soci. Inoltre le minute dell’ultimo meeting di Francoforte hanno evidenziato i timori per un impatto prolungato sull’economia dell’emergenza Covid. Unicredit (-3,3%) e Banco Bpm (-2,2%) fra i titoli ieri maggiormente colpiti dai realizzi.

L’opa del Credit Agricole sul Creval procede ancora a rilento, mentre il titolo tratta sempre sopra i 12 euro contro i 10,50 euro per azione messi sul piatto dall’istituto francese. Ieri le adesioni hanno raggiunto lo 0,00395%. Il periodo di offerta si conclude il 21 aprile. Intanto l’Agricole è tornato alla carica con la sua richiesta di rimandare il rinnovo del cda. Da parte sua il board del Credito Valtellinese ha deliberato di pubblicare sul proprio sito internet la proposta di Credit Agricole, criticandone però la scelta “di non presentare una propria lista di candidati alla carica di amministratore, mentre altri soci vi hanno provveduto”. La proposta sarà comunque messa ai voti nell’assemblea del 19 aprile.

Da segnalare inoltre su Borsa italiana oggi che il gruppo La Doria ha sottoscritto un accordo di finanziamento con Intesa Sanpaolo per 10 milioni di euro finalizzato a target di sostenibilità. L’operazione, strutturata dalla Divisione IMI Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo guidata da Mauro Micillo, consiste in una linea di credito di durata 7 anni con tasso d’interesse indicizzato all’Euribor. Il meccanismo di pricing è legato al raggiungimento di specifici target in ambito ESG (Environmental, Social, Governance).

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura