Dom 26 Settembre 2021 — 01:45

Borsa italiana oggi: Atlantia, Stellantis, Creval, Orsero, Pininfarina



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

Borsa milano oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa, all’indomani di una seduta moderatamente positiva che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,50% a 24.261 punti). La Borsa italiana è stata trainata da acquisti sulle banche dopo le indiscrezioni di stampa su una possibile fusione Unicredit-Mediobanca che hanno riacceso la speculazione in vista di una nuova fase di consolidamento per il settore.

La seduta odierna sarà scandita dall’attesa per le indicazioni della Fed al termine del meeting Fomc di due giorni. Saranno diffuse fra l’altro le stime economiche aggiornate, da leggere alla luce del recente rialzo dei rendimenti obbligazionari. Alle ore 19,30 la conferenza stampa del presidente Powell.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,02% a 29.914 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1900; il petrolio avanza con il Brent a 68 dollari e il Wti a 65 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in ordine sparso: Dow Jones -0,39% a 32.825 punti, S&P 500 -0,16% a 3.962 punti, Nasdaq +0,09% a 13.471 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che il cda di Atlantia ha accordato a Cdp e fondi del consorzio una proroga fino al 27 marzo dell’offerta vincolante sull’88% di Autostrade. Il cda ha aggiunto che “in caso di concreti sviluppi, la nuova offerta abbia un periodo di validità tale da consentire di sottoporla all’esame dell’assemblea degli azionisti”. Altri 10 giorni quindi per trattare un miglioramento dell’offerta, che allo stato valuta Aspi 9,1 miliardi e prevede garanzie per complessivi 1,5 miliardi.

Stellantis ha immatricolato a febbraio nella Ue più Paesi Efta e Regno Unito 198.883 auto, il 22,4% in meno dello stesso mese del 2020, sostanzialmente in linea con il -20,3% del mercato. La quota è pari al 23,4% a fronte del 24%. Nei primi due mesi le immatricolazioni del gruppo sono 377.905, in calo del 24,7% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso, pari a una quota del 22,3% (era 22,8%).

Fra le banche da seguire Credito Valtellinese (Creval) dopo che Bce e Banca d’Italia hanno autorizzato l’opa di Crédit Agricole che potrà superare il 10% dell’istituto lombardo. Inoltre Credit Agricole acquisterà il 5,38% in mano ad Algebris anche in caso di fallimento dell’offera, in base a una modifica all’accordo con il fondo di Davide Serra.

Fra le trimestrali, il cda di Snam esamina oggi i risultati 2020 e la proposta di dividendo. Conference domani alle ore 15,30. Il titolo ha chiuso ieri debole (-1,03% a 4,516 euro) dopo che gli analisti di Morgan Stanley hanno tagliato la raccomandazione a underweight con un target price di 4,20 euro.

Sullo Star da segnalare che Orsero ha chiuso l’esercizio 2020 con un utile netto adjusted di 14 milioni (+164,8%) su ricavi netti per 1.041,5 milioni (+3,6%); proposto dividendo 2021 di 0,20 euro.

L’assemblea di Pininfarina ha approvato la delega al cda per un aumento di capitale da 27 milioni e la proposta di destinazione del risultato di esercizio che non prevede la distribuzione di dividendi. Il gruppo prevede per il 2021 un valore della produzione in linea con quanto consuntivato nel 2020 e risultato operativo e risultato netto negativi.

azioni Carige 24-09-2021 — 10:04

Carige, la Bce torna in pressing ma Genova ora punta su fusione a tre

Francoforte avrebbe chiesto al Fitd un piano alternativo alla ricerca di un partner

continua la lettura