Gio 29 Ottobre 2020 — 06:25

Borsa italiana oggi: Atlantia, Ferragamo, Unicredit, Unipol



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi marginalmente positiva, all’indomani di una seduta debole che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta negativa (Ftse Mib -0,12% a 18.906 punti). La Borsa italiana ha visto un rimbalzo delle banche, sostenute dalle aspettative su nuove fusioni, mentre i petroliferi hanno chiuso ancora in deciso ribasso.

I future Usa trattano sopra la parità.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,51% a 23.204 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1660; il petrolio è ben intonato con il Brent a 42 dollari e il Wti a 40 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera positiva: Dow Jones +0,20% a 26.815 punti, S&P 500 +0,30% a 3.246 punti, Nasdaq +0,37% a 10.672 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa italiana, si guarda ancora al dossier Autostrade, all’indomani del via libera del cda di Atlantia ai piani di vendita o scorporo della società, da sottoporre all’assemblea il prossimo 30 ottobre. La Cdp ha reagito con una dura lettera in cui viene fissato un ultimatum di 7 giorni per trovare l’intesa. Nel governo viene inoltre rispolverata l’ipotesi della revoca. Fra gli azionisti, il fondo attivista Tci (7%) si è detto soddisfatto “al 100%” delle decisioni prese dal cda, mentre la Fondazione Crt (4,5% di Atlantia) ha auspicato la ripresa del negoziato con Cdp. L’ostacolo principale è rappresentato dalla manleva per la vicenda del crollo del ponte Morandi.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il rating su Salvatore Ferragamo da neutral a buy con un target price di 14,80 euro.

Le banche restano osservate speciali all’indomani di acquisti che hanno preso di mira Banco Bpm, in rialzo di circa il 6% dopo i nuovi rumors su una potenziale fusione con Unicredit (+2,3%). Fuori dal listino principale rally per Creval (+11,6%) dopo che Bloomberg ha rilanciato l’ipotesi di un’acquisizione da parte del Crédit Agricole, che però ha smentito tramite un portavoce.

Restando tra le banche, Unicredit punterebbe a un riassetto della bancassicurazione in vista dell’imminente scadenza della partnership con Aviva nel settore Vita. Tra i favoriti secondo il Messaggero potrebbe esserci Unipol, con cui Unicredit è alleata nel Danni. Secondo Mf, la banca dovrebbe aprire un processo competitivo ai primi di ottobre, mentre Aviva ha affidato un incarico all’advisor Morgan Stanley. In corsa potrebbe esserci anche Generali.

borsa milano coronavirus 28-10-2020 — 10:33

Borsa affossata da paura del Covid. Giù Bper, recupera Saipem

Timori legati alla seconda ondata di coronavirus e ai lockdown anche parziali che rischiano di abbattersi nuovamente sull’economia, mettendo in discussione la ripresa

continua la lettura