Dom 19 Settembre 2021 — 06:49

Borsa italiana oggi: Astm, Atlantia, Stellantis, Eni, Bper, Creval



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa

Borsa milano

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in moderato calo, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,94% a 23.136 punti). La Borsa italiana ha tuttavia archiviato la settimana con un bilancio negativo (-1,17%) mentre da inizio anno registra un +4%.

I future Usa trattano questa mattina marginalmente negativi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,46% a 30.156 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro scambia poco mosso appena sopra 1,21; il petrolio è ben intonato con il Brent a 63 dollari e il Wti a circa 60 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera contrastata: Dow Jones poco mosso a 31.494 punti, S&P 500 -0,19% a 3.906 punti, Nasdaq +0,07% a 13.874 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Astm dopo l’offerta finalizzata al delisting da parte di Gavio e fondo Ardian a 25,60 euro per azione. Il prezzo offerto incorpora un premio del 28,8% rispetto al prezzo di venerdì 19 febbraio e del 36,3% rispetto alla media ponderata delle azioni negli ultimi sei mesi. Oggetto dell’offerta, per complessivi 1,7 miliardi, è la quota del 47,638% di Astm non ancora in mano alla famiglia Gavio e al fondo Ardian.

Sempre in tema di autostrade, da seguire Atlantia dopo le indiscrezioni di stampa su un’offerta vincolante in arrivo da parte di Cdp e i fondi Blackstone e Macquarie per l’88% di Aspi. Oggi si riunisce il cda della Cassa, con i diversi dossier all’ordine del giorno, mentre il board di Atlantia è in calendario il 26 febbraio. Il prezzo secondo i rumors si collocherebbe nella parte alta della forchetta precedentemente indicata di 8,5-9,5 miliardi e l’offerta sarebbe condizionata all’approvazione del Piano economico finanziario (Pef). Un dettaglio quest’ultimo che non è piaciuto però a parte della maggioranza di governo, con il M5s che chiede di rivedere “completamente” la “tempistica di questa operazione” e solo “sulla base dei contenuti del Pef”, procedere “in tutta trasparenza con un’offerta adeguata”.

Stellantis distribuirà ai suoi azionisti le sue azioni Faurecia che rappresentano circa il 39% del capitale della società, secondo quanto confermato oggi dal gruppo della componentistica. L’8 marzo 2021 Stellantis terrà un’assemblea generale straordinaria per approvare la distribuzione. Faurecia inoltre distribuirà a giugno un dividendo da 1 euro che sarà sottoposto all’assemblea dei soci il 31 maggio.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Rbc hanno promosso Eni da underperform a sector perform dopo conti e piano, e alzato il prezzo obiettivo da 9,50 a 10 eiro; Credit Suisse alza il target price da 10,30 a 11 euro confermando il rating underperform; ; Berenberg passa da 9 a 10 euro (hold) mentre Goldman Sachs resta buy e alza il target da 10,50 a 11,50 euro.

Jefferies ha migliorato il target price su Moncler da 39,50 a 54,50 euro confermando la raccomandazione hold.

In agenda oggi i risultati 2020 di Recordati e Fiera Milano.

Fra le banche, da segnalare su Borsa italiana oggi che Bper ha finalizzato l’acquisizione di 486 filiali e 134 punti operativi ex Ubi e Intesa Sanpaolo al prezzo di 644 milioni. Il gruppo si rafforza soprattutto in Lombardia. varata una riorganizzazione che porta il numero delle Direzioni regionali da 13 a 17, con l’attivazione di nuove Direzioni a Bergamo, Brescia, Varese e nelle Marche.

Mossa del Crédit Agricole Italia nell’ambito dell’opa promossa sul Credito Valtellinese (Creval). Il gruppo francese ha sottoscritto un contratto per la compravendita ai blocchi di 919.488 azioni ordinarie del Creval, pari all’1,31% del capitale, ad un prezzo unitario pari a quello dell’offerta (10,5 euro).

Sullo Star, Sicit Group ha annunciato stamani il conseguimento del Patent Box per il periodo 2015-2019, da cui deriverà un beneficio fiscale per la Società di 3,8 milioni che verrà contabilizzato nel bilancio 2020.

unicredit ermotti 17-09-2021 — 10:25

Unicredit e Mps, si apre il capitolo esuberi

La banca milanese invoca le garanzie che furono accordate a Intesa Sanpaolo per le banche venete

continua la lettura