Ven 18 Giugno 2021 — 10:08

Borsa italiana oggi: A2a, Ferrari, Unicredit, Webuild



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere sostanzialmente piatta (Ftse Mib -0,06% a 25.809 punti). La Borsa italiana è stata trainata da acquisti sui finanziari (Nexi, il risparmio gestito con Mediolanum) a esclusione però delle banche che hanno scontato qualche presa di beneficio.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

Fra gli spunti macro, prosegue l’attesa per il duplice appuntamento di giovedì con riunione Bce e inflazione Usa.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,35% a 28.860 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,2170; il petrolio avanza con il Brent a 72 dollari e il Wti a 70 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,09% a 34.599 punti, S&P 500 +0,02% a 4.227 punti, Nasdaq +0,31% a 13.924 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che A2a e Ardian hanno firmato un accordo non vincolante per i termini principali di una partnership nella generazione e fornitura di energia in Italia. A2a e Ardian, spiega una nota, “mirano a far sì che la partnership diventi una delle piattaforme leader in Italia nella transizione energetica e uno dei maggiori produttori e fornitori di elettricità del Paese”. La valutazione preliminare indicativa del perimetro che verrà conferito da A2a in una NewCo controllata dalla stessa A2a è di circa 3 miliardi di euro (enterprise value). La valorizzazione delle intere business unit di A2a coinvolte nella partnership (incluse partecipazioni di minoranza e porzioni di business unit non conferite in NewCo) di circa 4,1 miliardi (enterprise value). Da parte sua Ardian investirà fino a 1,5 miliardi di euro per cassa. A2a e il fondo “hanno già identificato alcune potenziali acquisizioni e prevedono di valutare altre opportunità in futuro”.

Ferrari ha il suo nuovo amministratore delegato: è Benedetto Vigna, proveniente da Stmicroelectronics (Stm), che perde un manager importante. Lo rende noto la casa di Maranello. Vigna, che entrerà a far parte di Ferrari l’1 settembre, attualmente è responsabile dellla divisione Analogici, Mems e Sensori (Ams), il più grande e remunerativo business operativo di St, di cui è inoltre membro del Comitato Esecutivo.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Citigroup shanno promosso
Unicredit da neutral a buy alzando anche il target price da 10,70 a 14,10 euro.

Barclays ha alzato il prezzo obiettivo sulle azioni Unipol da 5,90 a 6 euro, confermando il rating overweight.

Barclays ha inoltre migliorato il target su Generali da 16,50 a 16,70 euro, confermando il giudizio underweight.

Occhi puntati su Webuild dopo che il gruppo si è aggiudicato la progettazione e la realizzazione della tratta di nuova linea ad alta capacità di circa 22,5 km in prosecuzione della galleria di base del Brennero, tra Fortezza e Ponte Gardena, per un valore di 1,07 miliardi di euro. Il tunnel, quando si raccorderà con l’esistente circonvallazione della città austriaca di Innsbruck, diverrà il collegamento ferroviario sotterraneo più lungo del mondo, raggiungendo complessivamente una lunghezza di 64 km.

Fra le banche, tornano sotto i riflettori i rischi legali di Mps. Il gip di Milano Guido Salvini nell’ambito del procedimento sulla corretta contabilizzazione dei crediti deteriorati del Monte dei Paschi, ha dato 45 giorni di tempo alla Procura affinché decida se chiedere il rinvio a giudizio degli ex vertici della banca Alessandro Profumo, Fabrizio Viola e Paolo Salvadori oppure se chiedere una nuova archiviazione. Il giudice ha inoltre recepito e quindi posto all’attenzione dei pm la memoria presentata da alcune parti civili, in cui si chiede che di procedere, oltre che per falso in bilancio, anche per falso in prospetto e manipolazione del mercato.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, Terna ha rinnovato il proprio programma di emissioni obbligazionarie denominato Euro Medium Term Note Programme (Emtn), aumentando l’importo massimo del programma a 9 miliardi di euro. Imi-Intesa Sanpaolo e Unicredit hanno svolto il ruolo di joint arranger del programma, a cui è stato assegnato il rating BBB+/A-2 da parte di S&P, (P)Baa2 /(P)P-2 da parte di Moody’s e A-/S-1 da parte di Scope.

Borsa italiana oggi 18-06-2021 — 08:27

Borsa italiana oggi: Prysmian, Mediaset, Banco Desio

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

continua la lettura