Mar 18 Gennaio 2022 — 09:17

Borsa italiana oggi: Unicredit, Tim, Maire Tecnimont



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, alla ripartenza dopo una seduta debole venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -0,26% a 25.938 punti). La Borsa italiana ha archiviato l’ottava con un bilancio marginalmente positivo (+0,3%) mentre il consuntivo da inizio anno è un +16,6%.

A mercati chiusi è arrivata la decisione di Fitch, che ha alzato il rating dell’Italia a BBB da BBB-. sottolineando i benefici per i conti pubblici derivanti dalla ripresa economica e alzando le stime su deficit e debito pubblico. L’outlook è stabile.

La giornata è scarna di dati macro particolarmente rilevanti, dopo i numeri deludenti dell’occupazione Usa di novembre diffusi venerdì.

I future Usa trattano questa mattina in discreto rialzo.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,36% a 27.927 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro s’indebolisce leggermente a 1,1280; il petrolio recupera terreno con il Brent a 71 dollari e il Wti a 68 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera in rosso: Dow Jones -0,17% a 34.580 punti, S&P 500 -0,84% a 4.538 punti, Nasdaq -1,92% a 15.085 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, possibili spunti sulle banche dopo la promozione, come detto, del debito italiano da parte di Fitch. Fra le raccomandazioni dei broker, Jp Morgan ha alzato il giudizio su Unicredit da neutral a overweight, e il target price da 12 a 15 euro.

Bofa ha tagliato Leonardo da buy a neutral, riducendo il target di prezzo da 9,80 a 6,40 euro.

Telecom di nuovo sotto i riflettori in attesa della nomina degli advisor chiamati a valutare l’opa del fondo americano Kkr o le eventuali contromosse. Intanto si rafforzano i legami tra i due principali soci di Tim, Vivendi e Cdp, con il gruppo francese che ora valuta positivamente un riassetto che porti allo scorporo della rete. “Vivendi è interessata a qualsiasi soluzione che promuova l’efficienza e la modernità infrastrutturale della rete, preservando il valore del proprio investimento. In questa prospettiva l’ipotesi di un controllo statale della rete, se fosse propedeutico ad un progetto strategico a guida istituzionale verrà certamente valutata con apertura”, ha confermato ieri un portavoce dopo alcune anticipazioni della stampa.

Intanto la Cdp è salita al 60% di Open Fiber dopo il closing dell’operazione che ha visto Enel cedere il suo 50% per 2,7 miliardi: il 40% va al fondo Macquarie.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, occhi puntati su Maire Tecnimont, che attraverso Tecnimont si è aggiudicata una maxi commessa negli Emirati. Il gruppo ha firmato con Abu Dhabi Polymers Company (Borouge) tre contratti Epc sulla quarta fase di espansione del complesso di poliolefine di Ruwais negli Emirati Arabi Uniti. Il valore complessivo dei tre 3 contratti è di 3,5 miliardi di dollari. Borouge è una joint venture tra Abu Dhabi National Oil Company (Adnoc) e il gruppo austriaco Borealis.

Da segnalare che Mediobanca ha deciso di avviare il programma di acquisto di azioni proprie (buyback) pari a circa il 3% del capitale e fino a 256 milioni di esborso complessivo.

Secondo indiscrezioni di stampa, ci sarebbe il risparmio gestito, e in particolare la crescita per linee interne ed
esterne di Banca Generali, al centro del piano di Francesco Gaetano Caltagirone e Leonardo Del Vecchio per le Generali. Lo ha scritto nel fine settimana il Sole 24 Ore. I due soci privati di Generali, riuniti in un patto che assieme a Fondazione Crt coagula il 15% del capitale, punterebbero inoltre a presentare in assemblea una lista completa di candidati alternativa a quella targata Mediobanca.

Intanto Credit Suisse in un report sugli assicuratori europei ha confermato su Generali il giudizio sell e un prezzo obiettivo di 16 euro.

borsa italiana oggi 18-01-2022 — 08:31

Borsa italiana oggi: Atlantia, Telecom, Stellantis

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura