Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: upgrade per Enel e Ariston, in rosso banche e petrolio - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 08:59

Borsa italiana oggi: upgrade per Enel e Ariston, in rosso banche e petrolio



DIRETTA NEWS / Mercati nervosi su scenario macro e banche centrali

Borsa italiana oggi

Sulle Borse torna la paura di un atterraggio duro per l’economia. A riaccendere i timori è stato il dato deludente sull’attività manifatturiera americana, diffuso
ieri, che ha evidenziato a maggio un ulteriore peggioramento in territorio negativo, andando a pesare fra l’altro sul petrolio e sul dollaro. Oggi anche l’Europa accusa il contraccolpo. Da vedere se il nuovo scenario spingerà le banche centrali ad accelerare sui tagli dei tassi.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 4 giugno 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale -1,14% a 34.276 punti

I timori per l’outlook economico, partiti ieri dagli Stati Uniti, affossano oggi i listini europei, mentre anche Wall Street procede in rosso. L’incertezza sullo scenario macro colpisce in particolare il petrolio e i titoli ad esso correlati, oltre alle banche, che temono anche un’accelerazione delle manovre di allentamento da parte delle banche centrali, e dunque dei tagli dei tassi.

fascia dimagrante

A Milano la maglia nera spetta a Saipem (-4,3%), mentre fra le banche i realizzi prendono di mira soprattutto Unicredit (-4,2%), Bper (-3,2%), Mps (-3,5%), Intesa (-2,5%) e Banco Bpm (-2,25%). In rosso anche Tim (-2,2%) assieme peraltro a Deutsche Telekom in calo di -1,5% a Francoforte) dopo il collocamento di 110 milioni di azioni per 2,5 miliardi da parte dello Stato tedesco. Sul fronte opposto, terminano in positivo il comparto del lusso, con Brunello Cucinelli in testa (+2,3%), ma anche Ferrari (+0,7%).

cuscino lattice economico

Ore 15:45 – Snam in spolvero, confermata offerta su asset Edison

Snam +1,74% a 4,494 euro. “In relazione alle indiscrezioni di stampa apparse oggi, Edison e Snam rendono noto che è stata presentata da quest’ultima un’offerta vincolante finalizzata alla compravendita del 100% di Edison Stoccaggio”. L’offerta – spiega una nota – fa seguito all’avvio delle trattative in esclusiva tra Edison (-0,6%) e Snam annunciate lo scorso 24 febbraio.

“Ulteriori informazioni relative all’eventuale conclusione delle trattative saranno prontamente comunicate al mercato”.

Ore 14:30 – Future Wall Street in rosso

Borsa italiana negativa ma in recupero dai minimi di giornata, in linea con il resto d’Europa e i future di Wall Street. Ieri i listini americani avevano chiuso in frenata dopo la “doccia fredda” dell’Ism manifatturiero di maggio.

Oggi negli Usa si profila un’apertura in rosso. Fra i singoli titoli da segnalare possibili prese di profitto su GameStop all’indomani di un +21%: il titolo perde fino a -5% in pre-market; bene invece Intel (+1,5%) che ha annunciato nuovi chip di intelligenza artificiale concepiti per competere con quelli dei rivali Nvidia (-0,2%) e Amd (-0,3%).

Ore 12:00 – Piazza Affari peggiora

A Milano le banche zavorrano il Ftse Mib, che segna -1,3% trascinato al ribasso da Unicredit, Mps, Bper in calo di oltre il 4%. Il comparto sconta i timori relativi alle prospettive macro economiche oltre a una possibile accelerazione dei tagli dei tassi.

Pesano inoltre i petroliferi con Saipem a -3,6%, Eni -2,8%. I prezzi del greggio diminuiscono di circa 1 dollaro, con il future sul Brent a 77 dollari e il Wti sotto 73 dollari al barile, estendendo le perdite della seduta di ieri in cui avevano toccato i minimi di quattro mesi, con gli investitori preoccupati per l’aumento dell’offerta nel corso dell’anno dopo i segnali di una domanda più debole negli Stati Uniti.

In controtendenza Cucinelli, Stm con +2%, le utilities ma non Enel che gira in negativo (-0,2%) nonostante la decisione di Moody’s di portare l’outlook da negativo a stabile.

Ore 11:05 – Newlat Food +3,3% con piano

Newlat Food mette altro fieno in cascina grazie all’aggiornamento del piano al 2030 a seguito della recente acquisizione di Princes Limited in Gran Bretagna. Gli analisti di Equita Sim confermano la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 8 euro. “Confermiamo la nostra visione positiva sull’operazione, che consente a Newlat di compiere un importante salto dimensionale, aumentando la capacità negoziale e l’efficienza produttiva, importanti per ottenere sinergie sia negli acquisti sia a livello commerciale. Newlat ha già dimostrato il proprio track record nelle passate acquisizioni. In termini di target, Newlat aveva già comunicato un obiettivo di free cash flow medio annuo di oltre 100 mln euro tra il 2024 e il 2028. Il target di fcf per il 2030 implica un’ulteriore accelerazione negli ultimi 2 anni del piano”.

Ore 10:30 – Ariston in rally

Non si ferma il rally delle azioni Ariston (+6,51% a 4,878 euro): come da noi anticipato in preapertura, Citi ha alzato il rating sul titolo da neutral a buy, seppure con un prezzo obiettivo ridimensionato da 6,5 a 5,8 euro. Gli analisti della banca americana ritengono in sostanza che il titolo sia sottovalutato; inoltre, i potenziali tagli dei tassi dovrebbero sostenere la crescita del gruppo degli elettrodomestici.

Ore 9:45 – Ftse Mib -0,66% a 34.440 punti

Piazza Affari negativa ma in recupero dopo un calo di oltre 1 punto percentuale durante la prima mezz’ora di contrattazioni; le vendite si accaniscono sui petroliferi con Saipem a circa -3%, e le banche che vedono in coda Mps, Bper e Unicredit con cali di oltre il 2%.

In controtendenza Brunello Cucinelli nel mirino di ricoperture, con un rialzo di oltre mezzo punto percentuale, al pari di Stm che ha siglato un accordo con la cinese Geely Auto per la fornitura a lungo termine di carburo di silicio (SiC).

Enel sopra la parità dopo che Moody’s ha migliorato l’outlook da negativo a stabile, confermando il rating a lungo termine Baa1.

Fuori dal listino principale, rally per Ariston Holding +7% dopo che Citi ha migliorato la raccomandazione da neutral a buy seppure tagliando il prezzo obiettivo da 6,50 a 5,80 euro.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare che Moody’s ha migliorato l’outlook su Enel da negativo a stabile, confermando il rating a lungo termine Baa1. La decisione, spiega l’agenzia, “riflette l’aspettativa secondo cui il profilo finanziario di Enel continuerà a migliorare rispetto a quello osservato nel 2023” nonché “la prevista finalizzazione del programma di dismissione annunciato entro la fine del 2024, sostenuto dal modello di business diversificato di Enel, dalla crescente attenzione agli investimenti sulle attività regolate e dalla riduzione delle spese in conto capitale”.

Segno negativo per le immatricolazioni auto di maggio in Italia con -6,6%, mentre Stellantis ha rimediato un -13,9%. nei primi cinque mesi del 2024 le immatricolazioni del gruppo segnano -0,3% contro +3,4% del mercato.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Stifel lima oggi il target price su Stellantis da 32 a 29 euro, confermando il giudizio buy.

Gli analisti di Bernstein hanno avviato la copertura su Pirelli con raccomandazione market perform e un prezzo obiettivo di 6,20 euro.

Citi ha promosso Ariston da neutral a buy con target rivisto da 6,50 a 5,80 euro.

Citi ha inoltre migliorato il prezzo obiettivo su Generali a 28,70 euro, confermando il buy.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi debole, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rialzo (Ftse Mib +0,52% a 34.670 punti). La Borsa italiana è stata trainata da ricoperture su Telecom, bene inoltre Leonardo; sul fondo Amplifon e petroliferi.

Seduta nervosa ieri per Wall Street, complice il dato deludente sull’attività manifatturiera di maggio, che ha riacceso i timori per l’outlook economico, specialmente se la Fed ritarderà ulteriormente i tagli dei tassi.

L’Europa invece aspetta l’avvio dell’allentamento monetario al meeting di giovedì prossimo, con un taglio del costo del denaro di un quarto di punto, anche se già si ragiona sul meeting di luglio, e ci sono poche speranze di un’ulteriore sforbiciata prima di settembre.

Fra i dati odierni si guarda agli Stati Uniti con ordini di beni durevoli finale di aprile e nuovi lavori Jolts di maggio.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,22% a 38.837 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro raggiunge quota 1,09; il petrolio arretra con il Brent a 77 dollari e il Wti a 7e dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,30% a 38.571 punti, S&P 500 +0,11% a 5.283 punti, Nasdaq +0,56% a 16.828 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

Borsa italiana oggi 25-07-2024 — 08:51

Borsa italiana oggi: trimestrali shock, Stellantis frena, Stm taglia stime

Risultati sotto la lente: non mancano nuove sorprese negative e tagli delle stime

continua la lettura
Telegram Finanza Report