Ven 27 Maggio 2022 — 14:41

Borsa italiana oggi: Tim, Eni, Juventus, Unicredit, Bp Sondrio, Mps



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi in rialzo, alla ripartenza dopo un vero e proprio venerdì nero che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in forte calo (Ftse Mib -4,60% a 25.852 punti). La Borsa italiana come gli altri listini internazionali è stata affossata dai timori relativi alla nuova variante Covid, con vendite massicce in particolare su banche e petroliferi. Bilancio della settimana per il Ftse Mib un -5,47%, mentre il consuntivo da inizio anno si riduce a +16,3%.

I mercati finanziari vanno oggi a caccia di un rimbalzo, mentre il focus resta sulla variante sudafricana ribattezzata Omicron. I produttori di vaccini hanno avviato test per verificare se gli attuali vaccini siano efficaci contro la variante del virus o se saranno necessarie nuove formulazioni.

Sull’agenda macro spicca l’inflazione tedesca di novembre (consensus +5%).

I future Usa trattano questa mattina in discreto rialzo.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -1,63% a 28.283 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro si ritira a 1,1260; il petrolio rimbalza con il Brent a 75 dollari e il Wti a 71 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso venerdì sera in profondo rosso: Dow Jones -2,53% a 34.899 punti, S&P 500 -2,27% a 4.594 punti, Nasdaq -2,23% a 15.491 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Telecom dopo il rimpasto ai vertici dell’azienda con il passo indietro dell’ad Luigi Gubitosi e la nomina del direttore generale Pietro Labriola, che resterà ceo di Tim Brasile. Le deleghe di Gubitosi passano al presidente Salvatore Rossi. Per l’esame della proposta di Kkr nasce un Comitato ad hoc in cui oltre allo stesso Rossi avrà un ruolo di rilievo Paola Sapienza, che – nominata Lead Independent Director – opererà assieme ai consiglieri Paolo Boccardelli, Marella Moretti e Ilaria Romagnoli e con il supporto degli advisor (potrebbero essere incaricati Goldman Sachs e Intesa Sanpaolo). Da una parte della politica (Pd, Calenda) è arrivato nel fine settimana un appoggio all’offerta del fondo Usa, preferito ai francesi di Vivendi.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, Eni e Snam hanno annunciato nel fine settimana un accordo sui gasdotti dall’Algeria. Eni cederà a Snam il 49,9% delle partecipazioni nelle società che gestiscono i due gruppi di gasdotti internazionali che collegano l’Algeria all’Italia. Il prezzo stabilito è di 385 milioni. L’operazione nel dettaglio prevede il conferimento delle partecipazioni in una Newco italiana, di cui Eni continuerà a detenere il 50,1%, con Snam che finanzierà il pagamento mediante mezzi propri.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno alzato il target price sulla stessa Eni da 16 a 18 euro, confermando il rating overweight.

Citigroup ha riavviato la copertura su Stellantis con raccomandazione buy.

Stellantis intanto ha reso noto un accordo con Vulcan Energy Resources per la fornitura in Europa idrossido di litio per batterie, da utilizzare nei veicoli elettrificati del Gruppo Stellantis. L’accordo quinquennale prevede l’inizio delle spedizioni nel 2026. L’accordo di fornitura con Vulcan si inquadra nella strategia di elettrificazione di Stellantis, “per garantire una disponibilità adeguata delle materie prime essenziali per le batterie dei veicoli elettrificati”.

Parte oggi l’aumento di capitale da 400 milioni della Juventus, il cui titolo ha lasciato sul terreno la scorsa settimana circa il 16%. Inoltre i vertici della società risultano indagati a Torino per false comunicazioni sociali ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, in relazione a un presunto caso di plusvalenze gonfiate.

Fra le banche, Unicredit ha completato con successo il trasferimento di 2,2 miliardi di Npl alla società veicolo Olympia, attraverso un’operazione di cartolarizzazione strutturata da Unicredit Bank Ag come Sole Arranger. Olympia ha emesso tre classi di titoli: 261 milioni senior, su cui sarà richiesta la Gacs, 26,1 milioni mezzanine e 2,9 milioni junior. Le note senior hanno ricevuto da Moody’s un rating Baa2 e da Scope e S&P BBB.

Il cda di Banca Popolare di Sondrio ha convocato l’assemblea per la trasformazione in spa per il 28 dicembre in prima convocazione e il 29 dicembre in seconda. Recesso fissato a 3,7548 euro per azione, contro i 3,38 euro della chiusura di venerdì.

Possibili spunti su Mps nel giorno dell’audizione del ministro del Tesoro Daniele Franco in commissione banche, dal quale potrebbero emergere indicazioni sulla trattativa in corso con la Ue sul nuovo piano industriale.

Sull’Aim, Neosperience ha acquisito il 51%, della software comoany Rhei. L’operazione vede l’acquisto iniziale del 51% del capitale sociale di Rhei da parte di Neosperience per 950.691 euro di cui 476.451 corrisposti per cassa, e 474.240 euro in 78.000 azioni di nuova emissione, valorizzate a 6,08 euro, con consegna prevista entro marzo 2022. L’acquisizione di Rhei porta a Neosperience un incremento dei ricavi di circa 1.8 milioni, un Ebitda margin superiore al 20%.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura