Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: Mps torna in Tribunale, Eurogroup sotto la lente di Mediobanca - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 18:34

Borsa italiana oggi: Mps torna in Tribunale, Eurogroup sotto la lente di Mediobanca



DIRETTA NEWS / Focus sui dati con l’inflazione tedesca preliminare di maggio. Cresce il nervosismo in vista degli appuntamenti con le banche centrali

borsa italiana oggi

Borse oggi in vena di consolidamento, con gli occhi sempre puntati sull’agenda macro: l’inflazione tedesca di maggio non ha riservato sorprese (2,4% in linea con il consensus) mentre stasera sarà diffuso il Beige Book della Fed, in vista del meeting che si terrà fra due settimane. Giovedì prossimo invece si riunirà la Bce, che secondo quanto anticipato dovrebbe decidere un primo taglio dei tassi di interesse di un quarto di punto. Più complicata invece la situazione della Fed, al punto che si sono ulteriormente affievolite le aspettative su un taglio del costo del denaro entro l’estate.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 29 maggio 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale -1,47% a 34.150 punti

Vendite diffuse sulle due sponde dell’Atlantico. In Europa la maglia nera va a Parigi, mentre fanno un po’ meglio Francoforte e Londra. A Piazza Affari pesano le banche con Mps che crolla e chiude a -5,4% (dopo aver sfiorato un ribasso di 10 punti percentuali nella seduta) sulla notizia che la gip di Milano ha deciso di aprire le indagini sui bilanci del 2016 e 2017. Giù anche Intesa Sanpaolo (-2%) e Bper (-1,9%). In controtendenza Diasorin, che chiude in testa al listino a +2,1%, Brunello Cucinelli (+0,3%), Pirelli e Unipol entrambe a +0,2%.

fascia dimagrante

Ore 16:00 – Eurogroup, per Mediobanca vale 5 euro

Eurogroup Laminations si porta in rosso (-0,67% a 4,132 euro) dopo una prima parte della seduta all’insegna degli acquisti, in scia a un report di Mediobanca Research che ha avviato la copertura sul titolo con rating neutral e prezzo obiettivo a 5 euro (dunque al di sopra degli attuali corsi azionari). Gli analisti sottolineano da una parte le opportunità offerte “dalla crescente penetrazione” dei veicoli elettrici; dall’altra mettono in guardia da incertezze di mercato nel breve termine, anche alla luce delle prossime elezioni in Europa e negli Stai Uniti.

Ore 15:30 – Piazza Affari sui minimi con Wall Street

A Piazza Affari il Ftse Mib cede circa -1,6%, sui minimi di giornata, trascinata al ribasso anche dall’apertura negativa di Wall Street. Sul fondo Mps che finisce sotto pressione a -7% dopo le ultime grande giudiziarie. In controtendenza Diasorin oggetto ricoperture con +2%.

Ore 15:00 – Future WS in rosso

Future Usa in moderato calo in vista di una seduta di prese di beneficio che non dovrebbero risparmiare nemmeno il comparto tecnologico, con Tesla, Alphabet, Meta tutte in calo di circa un punto percentuale in premarket, mentre cede terreno anche Nvidia a -0,5%. Al di fuori della tecnologia, American Airlines
è crollato di oltre l′8% nel pre-mercato dopo aver ridotto drasticamente le previsioni di vendita per il secondo trimestre.

Ore 11:15 – Mps -3%, torna rischio giudiziario

Mps -2,79% a 4,95 euro dopo gli ultimi sviluppi giudiziari relativi al caso della contabilizzazione dei crediti deteriorati. Per la prima volta viene ipotizzata la truffa aggravata ai danni dello Stato in relazione al salvataggio pubblico del 2017. Per gli analisti il petitum riferibile al procedimento si aggira intorno a mezzo miliardo.

Ore 10:00 – Ftse Mib -0,47% a 34.495 punti

A Milano, cauta come il resto d’Europa, pesa Mps (-2%) che torna suo malgrado al centro delle cronache giudiziarie con l’imputazione coatta per cinque persone fra cui tra cui l’ex ad Marco Morelli e gli ex presidenti Alessandro Falciai e Stefania Bariatti nel caso della contabilizzazione degli Npl; sono accusati anche di truffa aggravata ai danni dello stato in relazione al salvataggio pubblico del 2017.

In netto calo anche Iveco (-1,9%).

Bene invece Unipol, in rialzo di circa un punto percentuale, mentre è stato trovato un accordo sulla ripartizione delle polizze Eurovita.

Fuori dal Ftse Mib le azioni Eurogroup Laminations segnano +0,5% dopo che Mediobanca ha avviato la copertura con rating neutral e prezzo obiettivo a 5 euro.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Mps torna a fare i conti con grane giudiziarie, dopo la riapertura del filone a Milano sulla contabilizzazione dei crediti deteriorati. Il gip Teresa De Pascale ha disposto l’imputazione coatta per cinque persone tra cui l’ex ad Marco Morelli e gli ex presidenti Alessandro Falciai e Stefania Bariatti per false comunicazioni sociali e manipolazione del mercato in merito ai bilanci 2016 e 2017. Fra le accuse spunta anche la truffa aggravata ai danni dello stato visto che la banca è stata poi salvata con soldi pubblici nel 2017. Secondo l’ipotesi infatti l’errata contabilizzazione avrebbe permesso di occultare lo stato di insolvenza della banca che avrebbe impedito il salvataggio (ricapitalizzazione precauzionale).

Prysmian ha ricevuto il via libera dell’antitrust Usa all’acquisizione di Encore Wire. Il perfezionamento dell’operazione, spiega la società dei cavi, rimane condizionato all’approvazione degli azionisti di Encore Wire rappresentanti almeno la maggioranza del capitale avente diritto di voto e al verificarsi delle altre condizioni sospensive.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Mediobanca hanno avviato la copertura su Eurogroup Laminations con neutral e un target price di 5 euro.

Da segnalare alcuni cambiamenti nel “leadership team” di Stellantis. In particolare, Luca Napolitano viene nominato Chief Sales & Marketing Officer, mantenendo la sua attuale responsabilità come ceo del brand Lancia. Olivier Bourges viene nominato Chief Customer Experience Officer, mentre Clara Ingen-Housz viene nominata Responsabile del Global Corporate Office and Public Affairs.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi negativa, all’indomani di una seduta di consolidamento che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -0,29% a 34.659 punti). La Borsa italiana è stata zavorrata da realizzi su una pattuglia di titoli fra cui Prysmian, Cucinelli, Ferrari; in controtendenza le banche guidate da Bper e Intesa Sanpaolo.

Cresce il nervosismo in vista degli appuntamenti con le banche centrali. Il mercato sconta al momento un primo taglio dei tassi Bce la prossima settimana, mentre si affievoliscono le aspettative su un taglio Fed entro l’estate.

Il focus è sui dati, che vedono oggi in agenda i prezzi al consumo tedeschi di maggio, mentre venerdì si conosceranno i numeri sull’inflazione europea e il deflatore Pce americano. Questa mattina la fiducia Gfk dei consumatori tedeschi di giugno è uscita leggermente migliore delle attese; in serata è previsto un discorso di Williams della Fed.

I future Usa trattano stamattina negativi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,77% a 38.556 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0840; il petrolio guadagna terreno con il Brent a 84 dollari e il Wti a 80 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera contrastata, solo in parte trainata dai nuovi record di Nvidia e del settore tecnologico: Dow Jones -0,55% a 38.852 punti, S&P 500 +0,02% a 5.306 punti, Nasdaq +0,58% a 17.019 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report