Finanzareport.it | Borsa italiana (diretta news): bene Iveco, caute le banche, giù Diasorin - Finanza Report

Mer 21 Febbraio 2024 — 06:11

Borsa italiana (diretta news): bene Iveco, caute le banche, giù Diasorin



In agenda la fiducia dei consumatori Usa e diversi discorsi Fed e Bce

Borsa italiana oggi

Nuova seduta di consolidamento in attesa delle prime indicazioni sull’inflazione di novembre nell’eurozona, in calendario giovedì, così come i prezzi Pce americani, dati che potrebbero influenzare i meeting di Fed e Bce in calendario a dicembre. A Piazza Affari da segnalare alcune raccomandazioni degli analisti. (Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news).

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,12% a 29.376 punti

La Borsa italiana chiude in rimonta, essenzialmente sulla scia di Wall Street, trainata da ricoperture su Inwit che svetta a +3,5%.

A sua volta Iveco accelera al rialzo e chiude a +2,5% dopobuna maxi commessa per 7.100 scuolabus in Brasile.

Seduta positiva per l’obbligazionario con il rendimento del Btp decennale che cala a 3,25%, mentre lo spread con l’omologo Bund tedesco è poco mosso a 175 punti base.

Ore 15:20 – Borsa Milano oggi in rosso

A metà pomeriggio Piazza Affari procede moderatamente negativa (-0,3% il Ftse Mib) in vista dell’apertura di Wall Street, attesa sotto la parità, mentre anche il resto d’Europa tratta in rosso (la peggiore è Parigi con una flessione di oltre mezzo punto percentuale).

Bene Erg in rialzo di circa 1 punto percentuale, così come Iveco, su cui oggi gli analisti di Goldman Sachs confermano il rating buy con un tp di 13 euro, osservando che i prezzi incorporano ampiamente i timori relativi al settore truck di riferimento.

Sotto pressione Diasorin -3,5% dopo le valutazioni aggiornate di Equita Sim sul titolo che esce dalla lista dei preferiti del broker.

Leonardo (+0,5%) al salone internazionale European Rotors (Madrid, 28-30 novembre) ha siglato 10 contratti preliminari con Léman Aviation per la fornitura di elicotteri AW09; in mattinata erano stati annunciati accordi per piazzare tre elicotteri in Sud America.

Banche miste con Mps e Intesa sopra la parità, mentre Unicredit (-0,4%) non riparte dopo il -1,3% della vigilia.

Ore 13:20 – Future Wall Street deboli

Il Ftse Mib si conferma negativo al giro di boa con -0,28% a 29.260 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre i futures americani trattano solo in frazionale ribasso. Fra i dati, si guarda alla fiducia dei consumatori di novembre. Sul valutario, l’euro è stabile a 1,0950 contro il dollaro. Il petrolio tenta un recupero con il Brent a 80 dollari e il Wti a 75 dollari al barile.

Ore 11:30 – Diasorin, scure di Equita Sim

Diasorin si conferma in deciso calo a fine mattinata, con un -3,77% a 84,30 euro. Gli analisti di Equita Sim hanno tagliato il target price sul titolo del 10% a 104 euro, confermando il buy dopo aver tolto il titolo dalla selezione best pick e ridotto il peso nel portafoglio principale di 50 punti base.

La mossa arriva in vista della presentazione del Piano industriale aggiornato in calendario il prossimo 15 dicembre.

Il broker riduce le stime 2024-25 sul fatturato del 5%, sull’Ebitda adjusted del 9% e 8% rispettivamente, sull’utile netto del 12% e 11%.

“Ci aspettiamo un taglio simile al nostro da parte del consensus che possa portare a ulteriore debolezza sul titolo nel breve – scrivono gli analisti della Sim milanese -. Tuttavia, considerando la debole performance del titolo e le valutazioni post revisione, riteniamo che il taglio sia in parte scontato nei prezzi. Rimaniamo fiduciosi sulle dinamiche strutturali del business e posizionamento di Diasorin con il Capital Market Day che ci aspettiamo confermi le opportunità e dinamiche di medio periodo. Inoltre, il 2024 vedrà la messa a terra dei principali progetti del gruppo (MeMed, Liaison NES, Liaison PLex e Lyme test) con crescente visibilità sulle relative opportunità commerciali. Per questo confermiamo il buy”.

Ore 10:25 – Leonardo piazza tre elicotteri in America Latina

Leonardo +0,04% a 14,015 euro, con il Ftse Mib a -0,5%, dopo che l’ex Finmeccanica ha piazzato 3 elicotteri in America Latina. “L’AW189 di Leonardo, l’elicottero di categoria ‘super-medium’ di maggior successo al mondo, continua a espandere la sua presenza nel mercato dell’industria energetica con un ordine effettuato dall’operatore Omni Helicopters International (OHI) per tre unità, comprendenti due AW189, alimentati da
motori General Electric, e un AW189, con motori Safran – spiega
una nota – . Questo contratto fa seguito alla crescita significativa della flotta di elicotteri Leonardo di OHI, con otto AW139 e due AW189 ordinati dal 2021. Il nuovo ordine segna anche l’ingresso dell’AW189K sul mercato dell’America Latina dopo l’arrivo dell’AW189 nella regione, avvenuto proprio a seguito di un ordine di OHI”.

Ore 9:50 – Ftse Mib -0,35% a 29.239 punti

In cima al listino principale si mette in luce Iveco +1,4% oggetto di ricoperture.

Per lo più invariate le banche, fra cui Unicredit poco mossa dopo il -1,3% della vigilia, anche se Morgan Stanley
ha alzato il target price a 36 euro confermando la raccomandazione d’acquisto, mentre nel comparto svetta Intesa Sanpaolo a +0,4%, seguita a ruota da Banco Bpm.

Fanalino di coda Diasorin -3,9%.

Lo spread tra Btp e Bund si amplia leggermente a 174 punti, con il rendimento del decennale italiano al 4,31.%

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Unicredit resta sotto i riflettori all’indomani di una seduta negativa (-1,3%) dopo che la banca è stata estromessa dalla lista G-Sib degli istituti mondiali sistemici, una decisione che non avrà impatti sui requisiti patrimoniali, dal momento che già la Banca d’Italia ha assegnato a Unicredit un buffer di capitale aggiuntivo pari all’1,5%, mentre diminuiranno gli obblighi di vigilanza. Gli analisti di Mediobanca nonostante la reazione del mercato definiscono la notizia positiva.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Morgan Stanley ha alzato il prezzo obiettivo sulla stessa Unicredit da 34 a 36 euro, confermando il giudizio overweight.

Gli analisti di Hsbc hanno tagliato il target price su Moncler da 74 a 70 euro, confermando il rating buy.

Goldman Sachs ha limato il prezzo obiettivo su Prysmian da 61 a 59 euro, confermando il buy.

Olidata si è aggiudicata, tramite la controllata Sferanet, un accordo quadro dal valore di circa 25 milioni con Snam. L’intesa relativa a prodotti software ha durata 3 anni più possibili ulteriori 2 anni in opzione.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta debole che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in calo (Ftse Mib -0,31% a 29.342 punti). La Borsa italiana è stata solo in parte sostenuta da ricoperture su Telecom, bene alcuni titoli difensivi fra cui Amplifon e diverse utilities; sul fondo Leonardo.

Le indicazioni arrivate ieri dalla presidente Bce Lagarde, intervenuta in commissione all’europarlamento, hanno confermato le aspettative dei mercati su una possibile svolta accomodante da parte delle banche centrali, anche se la numero uno di Francoforte si è guardata bene dal citare eventuali tagli dei tassi, che secondo gli operatori dovrebbero comunque arrivare entro metà 2024.

L’agenda macro prevede oggi alcuni dati fra cui la fiducia dei consumatori di novembre negli Stati Uniti, nonché diversi discorsi di esponenti Fed e Bce.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,12% a 33.40i punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0940; il petrolio è stabile con il Brent a 80 dollari e il Wti a 75 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera sotto la parità: Dow Jones -0,16% a 35.333 punti, S&P 500 -0,20% a 4.550 punti, Nasdaq -0,07% a 14.241 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

bond trading 20-02-2024 — 02:40

Raccomandazioni dei broker del 20 febbraio 2024

Ecco le principali indicazioni odierne delle banche d’affari

continua la lettura
Telegram Finanza Report