Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: nuovi target per Saipem, Unicredit - Finanza Report

Gio 25 Luglio 2024 — 11:57

Borsa italiana oggi: nuovi target per Saipem, Unicredit



DIRETTA NEWS / Listini europei cauti

Borsa italiana oggi

Le Borse europee appaiono caute e a tratti nervose in vista del voto francese di domenica, e alla luce delle potenziali manovre delle banche centrali. Inoltre entrano nel vivo le trattative per le nomine Ue. L’agenda macro prevede oggi alcuni dati fra cui le vendite di case nuove di maggio negli Stati Uniti, uscite nel pomeriggio più deboli delle attese,mentre in Germania la fiducia Gfk dei consumatori di luglio aveva evidenziato stamani un calo a sorpresa a -21,8 punti.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Cliccare qui per le principali raccomandazioni dei broker di oggi 26 giugno 2024.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale -0,49% a 33.541 punti

Seduta di attesa per le Borse europee: i listini chiudono con il freno a mano tirato, guardando agli appuntamenti politici e macroeconomici del fine settimana, con il Ftse Mib di Milano che lascia sul terreno circa mezzo punto percentuale.

fascia dimagrante

A Piazza Affari brilla in controtendenza Saipem (+2,4%) grazie al nuovo prezzo obiettivo degli analisti di Jefferies, che si aspettano numeri record per il portafoglio ordini del gruppo. Tengono le banche, con Bper (+1,1%) in primafila. Sul fronte opposto, vendite su Tenaris (-2,2%) a sua volta sotto la lente di Jefferies, Mps (-2,2%) e Ferrari (-1,8%). Deboli anche le utilities, che soffrono il rialzo dei rendimenti sui titoli di Stato, con A2a a guidare i ribassi (-1,3%).

cuscino lattice economico

Lo spread tra Btp e Bund infatti ha concluso la seduta in aumento a 154,2 punti base dai 151 punti della vigilia. Il rendimento del decennale italiano è salito al 3,99% dal 3,92%.

Ore 16:00 – Borse e bond deboli

Borse europee moderatamente negative, dopo un’apertura in cauto rialzo e la successiva accelerazione al ribasso, in attesa di un evento politico clou come le elezioni francesi che ha provocato nelle ultime settimane grande incertezza sui mercati. Tensioni anche a Bruxelles, dove alcuni leader avrebbero trovato un’intesa per un terzetto di nomine Ue che non trovano però d’accordo tutti i Paesi, fra cui l’Italia. La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen dovrebbe restare in carica per un secondo mandato di cinque anni, sulla base di un accordo raggiunto da Partito popolare europeo (Ppe), socialisti e liberali. Secondo lo stesso accordo, stando ai rumors, il primo ministro estone Kaja Kallas diventerà il capo della diplomazia Ue, mentre l’ex primo ministro portoghese Antonio Costa assumerà la presidenza del Consiglio europeo. Il terzetto di nomi sarebbe stato concordato da sei leader fra cui il presidente francese Emmanuel Macron e il cancelliere tedesco Olaf Scholz, oltre al primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis, il polacco Donald Tusk, il premier spagnolo Pedro Sanchez e il premier uscente olandese Mark Rutte.

A Piazza Affari il Ftse Mib cede mezzo punto percentuale.

Realizzi anche sull’obbligazionario, con i rendimenti dei bond governativi in moderato rialzo: quello sul Btp avanza di 5 punti base a 3,97%, stesso andamento per l’Oat francese, mentre si ampliano i rispettivi spread sul Bund tedesco.

0re 15:00 – Future WS in rosso

Future WS leggermente negativi. Fra o singoli titoli, Fedex in luce in premarket con un +13% dopo una trimestrale nettamente migliore delle attese; Rivian Automotive +36% dopo che il Gruppo Volkswagen ha dichiarato che avrebbe investito fino a 5 miliardi di dollari nella società di veicoli elettrici; Nvidia stabile nelle contrattazioni pre-mercato, dopo il +7% della vigilia, proseguendo l’andamento altalenante delle recenti sedute.

0re 13:30 – Europa frena al giro di boa

Borse europee in frenata a metà seduta, mentre gli investitori preferiscono non prendere posizione in vista del dato sull’inflazione Pce americana in calendario venerdì e delle elezioni francesi del fine settimana. A Piazza Affari il Ftse Mib cede lo 0,55%. Tra i principali titoli, Saipem guadagna in controtendenza il 4% grazie al giudizio degli analisti di Jefferies, che si aspettano numeri record per il portafoglio ordini del gruppo. Tengono le banche, con Bper in progresso dell’1%, e Tim poco sopra la parità, mentre le vendite colpiscono Ferrari (-1,7%) e Interpump (-1,4%).

Ore 12:00 – Meloni, rivedere stop Ue a diesel e benzina dal 2035

La premier Giorgia Meloni ha detto che il divieto previsto dall’Unione europea su auto a diesel e benzina a partire dal 2035 “non ha senso” e che si adopererà per correggerlo. “Non ha nessun senso autoimporsi il divieto di produrre auto a diesel e benzina dal 2035 e condannarsi a nuove dipendenze dalla Cina”, ha detto la premier in Aula durante le comunicazioni in vista del consiglio europeo di domani e venerdì. Stellantis, seppure in recupero dai minimi di seduta, non reagisce più di tanto alle parole della presidente del Consiglio, e tratta poco sotto la parità, in linea con l’andamento generale.

Ore 11:00 – Saipem anche oggi in luce

Saipem (+4% a 2,328 euro) anche oggi in cima al Ftse Mib, beneficiando delle indicazioni positive dei broker. Ieri Hsbc aveva alzato il prezzo obiettivo sul titolo da 2,01 a 3,084 euro, confermando il buy. Oggi tocca a
Jefferies confermare la raccomandazione d’acquisto, con prezzo obiettivo alzato da 2,753 a 3,003 euro. Gli esperti di Jefferies alzano le stime “grazie all’aspettativa di un nuovo record per il portafoglio ordini oltre i 30 miliardi trainato in primo luogo dall’Onshore E&C”,

Ore 10:00 – Spread stabile

Lo spread tra Btp e Bund in avvio è stabile nell’area dei 151 punti. Anche il rendimento del decennale italiano è poco mosso ed oscilla a ridosso del 3,93%. Calma piatta inoltre per l’Oat francese che segna un differenziale di 76 punti sul Bund tedesco.

Ore 9:30 – Ftse Mib +0,30% a 33.807 punti

In evidenza Saipem (+2,7%) anche oggi sotto la lente degli analisti con Jefferies che ha alzato il target price sul titolo da 2,753 euro a 3,003 euro, confermando il rating buy. Sempre Jefferies ha invece limato rivisto il prezzo obiettivo su Tenaris (+0,5%) da 18 a 16 euro, sopra gli attuali corsi azionari, confermando la raccomandazione hold.

Rimbalzo per Tim (+1,6%).

Deboli le utilities, con Hera in coda a -0,7%.

Giù inoltre Stellantis che cede mezzo punto percentuale.

Fra le banche, Unicredit +0,7% dopo che Jp Morgan ha alzato il target da 42 a 43 euro, confermando il giudizio overweight.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, i future sul Ftse Mib trattano in moderato rialzo.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno alzato il target price su Unicredit da 42 a 43 euro, confermando il rating overweight.

Rbc Capital ha tagliato il prezzo obiettivo su Moncler da 69 a 68 euro, confermando il giudizio market perform.

Jefferies ha alzato il target price su Saipem da 2,753 euro a 3,003 euro, confermando il buy.

Jefferies ha rivisto il target su Tenaris da 18 a 16 euro, confermando hold.

Pirelli ha concluso con successo il collocamento di un bond sustainaibility-linked a 5 anni per un importo complessivo di 600 milioni di euro, registrando una domanda pari a oltre 4,6 volte l’offerta. Il rendimento effettivo a scadenza è pari a 3,950%, corrispondente a un rendimento di 115 punti base sopra il tasso di riferimento (mid swap).

Il cda di Iren, guidato dal presidente esecutivo Luca Dal Fabbro, ha deliberato il licenziamento dell’ex ad Paolo Signorini per giusta causa oggettiva, dopo la bufera giudiziaria in Liguria, e approvato un nuovo piano industriale. Per quanto riguarda la remunerazione dei soci, in particolare, fino al 2027 sarà corrisposto il valore massimo tra un incremento annuo dell’8% e un pay out del 60% sull’utile netto consolidato ordinario. Le misure di custodia cautelare intraprese nei confronti di Signorini il 7 maggio 2024, connesse alle indagini in corso della Procura della Repubblica di Genova e confermate anche dopo le istanze avanzate dalla sua difesa, causano un’impossibilità, “ormai irreversibile e non più soltanto temporanea, di esercizio delle sue funzioni di Dirigente Apicale”, spiega la società in una nota. Per quanto riguarda gli elementi economici, non è prevista l’erogazione di somme di denaro in relazione allo scioglimento del rapporto di lavoro a tempo determinato prima della scadenza del termine.

Il cda di Toscana Aeroporti ha convocato l’assemblea ordinaria e straordinaria il prossimo 25 luglio, avendo accolto la richiesta presentata nei giorni scorsi dall’azionista Corporacion America Italia di sottoporre ai soci la distribuzione di un dividendo straordinario pari a 0,3761 euro.

Racing Force ha mandato in porto l’aumento di capitale da 7,5 milioni lanciato ieri attraverso un accelerated bookbuilding a 4,43 per azione. Axon Partners Group Investment ha sottoscritto 5 milioni mentre Bahrain Mumtalakat Holding Co. BSC si è impegnata per 2 milioni. Il titolo aveva chiuso ieri a 3,87 euro.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva, all’indomani di una seduta di realizzi che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rosso (Ftse Mib -0,38% a 33.707 punti). La Borsa italiana è stata zavorrata da vendite su alcuni titoli fra cui Leonardo, Telecom; in controtendenza Saipem.

Ancora contrastata Wall Street, dove ieri è toccato ai tecnologici centrare un rimbalzo, mentre si attendono i numeri dell’inflazione Pce di maggio in calendario venerdì.

L’agenda prevede oggi alcuni dati fra cui le vendite di case nuove di maggio negli Stati Uniti. Intanto in Germania la fiducia Gfk dei consumatori di luglio è uscita a -21,8 punti (consensus -19,4 da -21,0 del mese precedente).

Si guarda anche all’obbligazionario, all’indomani di una seduta tranquilla per i bond europei, quando mancano pochi giorni alle elezioni francesi.

I future Usa trattano stamattina sopra la parità.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +1,26% a 39.667 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro rallenta a 1,0700; il petrolio è poco mosso con il Brent a 85 dollari e il Wti a 81 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera contrastata: Dow Jones -0,76% a 39.112 punti, S&P 500 +0,39% a 5.469 punti, Nasdaq +1,26% a 17.717 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

Borsa italiana oggi 25-07-2024 — 08:51

Borsa italiana oggi: trimestrali shock, Stellantis frena, Stm taglia stime

DIRETTA NEWS / Risultati sotto la lente: non mancano nuove sorprese negative e tagli delle stime

continua la lettura
Telegram Finanza Report