Finanzareport.it | Borsa italiana oggi: in luce Telecom e Terna - Finanza Report

Mer 24 Aprile 2024 — 14:55

Borsa italiana oggi: in luce Telecom e Terna



DIRETTA NEWS / Attesa per gli annunci questa sera della Fed

borsa italiana oggi

Borsa italiana oggi poco mossa, in linea con l’azionario internazionale, in una seduta scandita soprattutto dall’attesa per le decisioni della Fed, che questa sera comunicherà le sue decisioni di politica monetaria nonché le previsioni trimestrali aggiornate e le stime dei membri del Fomc sull’andamento dei tassi. Il mercato, seppure con meno convinzione, vede ancora un possibile taglio del costo del denaro a giugno. Nel corso della giornata interverranno anche diversi esponenti della Bce, tra cui la presidente Lagarde, nel corso di una conferenza a Francoforte.

(Scorrere verso il basso per vedere tutti gli aggiornamenti della diretta news)

Ore 19:00 – La Fed prevede ancora 3 tagli dei tassi nel 2024

Notizie positive per il mercato dal meeting della Fed: secondo le previsioni dei partecipanti del Fomc, contenute nella mappa a punti, cosiddetta dot plot, la banca centrale americana si aspetta ancora tre tagli dei tassi quest’anno, nonostante i recenti dati sull’inflazione Usa di febbraio usciti più robusti del consensus. Intanto come ampiamente atteso i tassi restano fermi in un intervallo compreso tra il 5,25% e il 5,5%.

Wall Street accelera sopra la parità, il dollaro perde forza.

Ore 17:30 – Ftse Mib finale +0,09% a 34.293 punti

Le Borse europee rimangono appese alla parità nell’attesa della decisione della Fed di questa sera, mentre il comparto del lusso pesa negativamente dopo il warning di Kering sulle vendite. Il crollo del colosso francese non contagia però Milano, che chiude a +0,1%.

Terna chiude in testa al listino (+3,6%), dopo la presentazione del piano industriale, bene anche Tim (+1,9%), dopo l’annuncio del nuovo piano del fondo Merlyn. Delude il mercato il piano di Poste (-3,8%), che termina la seduta in coda. In ribasso anche Diasorin (-3%) ed Eni (-1,6%) penalizzata da un downgrade di Berenberg.

Ore 15:30 – Tim accelera, rispunta il fondo Merlyn

Telecom +3% dopo le dichiarazioni di Alessandro Barnaba, promotore del fondo Merlyn pronto a scendere in campo nella prossima assemblea con un elenco di candidati alternativo alla lista del cda. “Abbiamo una lista di candidati con cui entrare a far parte del consiglio”, ha detto Barnaba, che punta a “vendere Netco con successo a Kkr il prima possibile, si spera entro l’estate 2024, come attualmente pianificato”. Inoltre “per eliminare qualsiasi rischio finanziario e avere le risorse da investire nel business dedicato a Imprese e Pubblica Amministrazione, dove Tim ha un vantaggio competitivo e può diventare leader europeo”, viene proposta l’uscita da “business privi di vantaggi competitivi (come retail) e attività non core (Brasile)”.

Ore 13:30 – Future WS poco mossi

Piazza Affari procede debole (Ftse Mib -0,11%) in linea con il resto d’Europa, mentre anche i future americani trattano pocò mossi in attesa degli esiti del Fomc. Possibili spunti sulla tecnologia con Intel in rialzo di oltre il 3% in pre-market, dopo che la Casa Bianca ha deciso di assegnare 8,5 miliardi di dollari alla società di semiconduttori sulla base del Chips Act.

Fed, il focus è sulle proiezioni: Unicredit Research

Unicredit Research come il consensus si aspetta che il Fomc mantenga oggi invariati sia l’intervallo obiettivo per il tasso dei federal funds (al 5,25-5,5%) che il ritmo di riduzione del bilancio. Il focus sarà sulle proiezioni economiche e sui tassi. Su quest’ultimo  fronte in particolare “il rischio è che la proiezione mediana si sposti a 50 pb di tagli dei tassi quest’anno, a causa del rafforzamento dei dati sull’inflazione”.  Unicredit da parte sua resta comunque ottimista. “Prevediamo ancora che i tagli dei tassi inizieranno a giugno e saranno complessivamente di 125 pb quest’anno”.

Ore 10:30 – Piazza Affari piatta, Lagarde apre di nuovo a taglio tassi a giugno ma no percorso predeterminato

Ftse Mib sulla parità, in recupero dai minimi, dopo le parole della presidente Bce Christine Lagarde. Euro/dollaro in calo a 1,0740. La numero uno della Banca centrale europea, intervenuta a un evento a Francoforte, ha spiegato in un discorso che a giugno con le previsioni trimestrali aggiornate ci sarà un quadro più chiaro per decidere se procedere con il primo taglio dei tassi d’interesse. “Ipotizzando che la trasmissione rimanga forte, potremo passare alla fase di allentamento del nostro ciclo di politica monetaria e adottare una politica meno restrittiva”

“In seguito, tuttavia, continueremo a riscontrare pressioni interne sui prezzi. Ci attendiamo, ad esempio, che l’inflazione dei servizi rimanga elevata per gran parte di quest’anno”. Pertanto “le nostre decisioni dovranno continuare a fondarsi sui dati ed essere definite di volta in volta a ogni riunione, sulla scorta delle nuove informazioni disponibili. Ciò comporta che anche dopo il primo abbassamento dei tassi, non possiamo vincolarci a un determinato percorso di riduzione”.

Ore 10 – Terna +4,2%, arrivano upgrade dopo il piano

Fra le odierne raccomandazioni dei broker, Terna (+4,2% a 7,89 euro) incassa concretamente il plauso degli analisti al nuovo piano 2028. Equita Sim alza il giudizio su Terna da hold a buy e il prezzo obiettivo sul titolo del 5% a 8,80 euro. La società entra nel portafoglio principale di Equita con un peso di 250 punti base. Il piano secondo gli esperti della Sim “include capex netti del 30% superiori alle stime a cui ci allineiamo”. Inoltre “nonostante l’elevato leverage, la politica del dividendo è migliore delle stime”.

In azione anche Goldman Sachs che alza la raccomandazione da sell a neutral e il target price da 6,65 a 7,95 euro.

Ore 9:30 – Ftse Mib -0,18% a 34.199 punti

Accoglienza mista per le strategie di due big di Piazza Affari: Terna svetta (+4,5%) dopo il piano aggiornato, mentre Poste Italiane è in coda a -2,7%.

Bene anche oggi le banche, guidate da Banco Bpm in progresso di circa 1 percentuale, dopo che Citi ha ripreso la copertura con buy.

Prese di profitto su Eni (-1%) complice il taglio del rating a hold da parte degli analisti di Berenberg, che hanno anche rivisto il prezzo obiettivo da 17,50 a 15 euro.

Come previsto il lusso sconta il profit warning di Kering con Moncler e Cucinelli a -1,5%, comunque in recupero.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Poste Italiane nel giorno del Capital Markets Day per la presentazione del nuovo piano che prevede fra i target una crescita dell’utile netto a 2,3 miliardi, dei ricavi a 13,5 miliardi, dell’Ebit a 3,2 miliardi. Sul fronte dei dividendi il gruppo guidato da Matteo Del Fante prevede un payout ratio pari ad almeno il 65% con l’obiettivo di distribuire non meno di 1 euro per azione nel 2026 e dividendi cumulati per almeno 6,5 miliardi nei 5 anni.

Ieri dopo la chiusura Terna ha svelato il piano che punta fra l’altro a ricavi per 4,6 miliardi nel 2028, un Ebitda a 3,25 miliardi, con una crescita media annua rispettivamente di circa l’8% e di oltre l’8%. Per quanto riguarda la politica dei dividendi, garantisce una crescita annua minima del dividendo per azione (Dps) pari al 4%, assumendo il 2023 come anno di riferimento. Per il 2024, il dividendo per azione sarà pari al valore più alto tra la crescita del 4% rispetto al 2023 e un payout del 75%.

Il settore del lusso, fra cui titoli come Brunello Cucinelli, Moncler, Salvatore Ferragamo, potrebbero scontare il profit warning lanciato da Kering a Parigi. Il gruppo ha spiegato che l’inizio d’anno per Gucci è stato difficile e che la griffe italiana dovrebbe registrare un calo delle vendite del 20%, anticipando quelle del gruppo in calo del 10%.

Fra le raccomandazioni di Borsa, Citigroup ha comunque alzato il target price su Moncler da 64 a 76,50 euro, confermando il rating buy.

Berenberg ha tagliato Eni da buy a hold, e il target sul titolo da 17,50 a 15 euro.

Barclays ha rivisto il giudizio su Saras (destinata al delisting) da overweight a equal weight con prezzo obiettivo che passa da 1,70 a 1,75 euro.

Preapertura

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere in discreto rialzo (Ftse Mib +0,95% a 33.262 punti). La Borsa italiana è stata trainata da nuove ricoperture sulle banche, guidate da Bper; bene anche i petroliferi con Eni; giù Stm in linea con il comparto tecnologico.

La seduta odierna sarà scandita soprattutto dall’attesa per le decisioni della Fed, che questa sera aggiornerà il mercato anche sulle previsioni economiche e le stime dei membri del Fomc sull’andamento dei tassi. Il mercato, seppure con meno convinzione, vede ancora un possibile taglio del costo del denaro a giugno.

Nel corso della giornata interverranno anche diversi esponenti della Banca centrale europea, tra cui la presidente Lagarde, in una conferenza a Francoforte.

I future Usa trattano stamattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei è rimasto chiuso oggi per festività.

Sul forex, l’euro/dollaro è poco mosso a 1,0860; il petrolio consolida dopo i guadagni della vigilia con il Brent a 87 dollari e il Wti a 83 dollari al barile.

Wall Street aveva chiuso ieri sera in rimonta: Dow Jones +0,83% a 39.110 punti, S&P 500 +0,56% a 5.178 punti, Nasdaq +0,39% a 16.166 punti.

Da oggi potete seguire le nostre news con gli ultimi aggiornamenti anche sul canale Telegram Finanza Report

Borsa italiana oggi 24-04-2024 — 08:45

Borsa italiana oggi: Stm, Eni, Recordati, Sanlorenzo

DIRETTA NEWS / Spunti da trimestrali, M&A e indicazioni analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report