Mer 08 Dicembre 2021 — 13:38

Borsa italiana oggi: Stellantis, Webuild, Somec



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta contrastata che ha visto Piazza Affari chiudere in frazionale rialzo (Ftse Mib +0,07% a 27.824 punti). La Borsa italiana è stata in parte trainata da acquisti su Ferrari, mentre i realizzi hanno preso di mira Nexi e Diasorin, quest’ultima dopo il taglio della raccomandazione da parte di Kepler Cheuvreux.

Mercati sempre attendisti in vista delle prossime mosse delle banche centrali e in particolare della Fed, mentre si guarda anche alla situazione Covid e alle restrizioni reintrodotte in alcuni Paesi.

L’amministrazione Biden secondo rumors di stampa avrebbe invitato diversi importanti paesi consumatori di petrolio, fra cui Cina, India e Giappone, ad attingere alle loro riserve strategiche come parte di una mossa coordinata per abbassare i prezzi dell’energia.

Sul calendario macro, spiccano oggi negli Stati Uniti le richieste settimanali di sussidio.

I future Usa trattano questa mattina poco sopra la parità.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un -0,30% a 29.598 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida appena sopra 1,13; il petrolio arretra con il Brent a 79 dollari e il Wti a 77 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in rosso: Dow Jones -0,58% a 35.931 punti, S&P 500 -0,26% a 4.688 punti, Nasdaq -0,33% a 15.921 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, Stellantis ha immatricolato in Europa nel mese di ottobre 165.866 auto, registrando un calo del -31,6% su anno che si confronta con il -29,3% del mercato, con una quota del 20,8% da 21,5%. Il gruppo Stellantis a ottobre è comunque il costruttore che ha venduto di più in Europa, battendo Volkswagen. Il bilancio delle vendite su 10 mesi è +2,3%.

Il Gruppo Webuild (inclusa la controllata svizzera CSC Costruzioni) ha ottenuto l’aggiudicazione del nuovo Lotto costruttivo “H41 Gola del Sill–Pfons” della Galleria di Base del Brennero, del valore complessivo di 651 milioni di euro. Il gruppo partecipa al progetto con una quota complessiva del 50% della joint venture che realizzerà i lavori, insieme con la società svizzera Implenia (al 50%). Il Committente dei lavori è BBT SE, società per azioni europea finalizzata alla realizzazione di una galleria ferroviaria tra Italia ed Austria, ovvero la Galleria di Base del Brennero, che saranno così collegate attraverso le Alpi.

Somec ha acquisito nuove commesse per un valore complessivo di circa 29 milioni di euro. Il valore, spiega una nota, comprende un contratto di 14 milioni per il cliente MKM Yachts e uno di circa 15 milioni – che comprende anche un’opzione pari a 7,3 milioni – per il cliente Meyer Werft. Con gli ultimi ordini ricevuti, le commesse acquisite da inizio anno salgono a oltre 226 milioni di euro, mentre il portafoglio ordini totale del Gruppo al 30 giugno 2021 era pari a 826 milioni.

Fra le banche Unicredit, in vista del prossimo Strategy Day del 9 dicembre, ha annunciato che il programma di acquisto di azioni proprie, per un ammontare massimo di 652 milioni, dovrebbe iniziare dopo il 10 dicembre.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura