Ven 27 Maggio 2022 — 14:06

Borsa italiana oggi: Generali, Enel, Iren



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, alla ripartenza dopo una seduta di realizzi venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere in marcato calo (Ftse Mib -1,08% a 27.543 punti). La Borsa italiana è stata penalizzata da vendite su Ferrari e Moncler; in controtendenza Leonardo e petroliferi; bilancio dell’ottava un -0,27%, mentre il consuntivo da inizio anno resta positivo (+0,7%).

Sul fronte macro, il Pil della Cina del quarto trimestre è uscito stamani a +4%, sopra attese per +3,6%. L’economia cinese è cresciuta dell’8,1% nel 2021, ben al di sopra dell’obiettivo “oltre il 6%” del governo. Il consensus degli analisti stimava un aumento dell’8%; Nel 2020, segnato dal coronavirus, il Pil era cresciuto del 2,2%.

Oggi Wall Street chiusa per festività. Il focus resta sugli sviluppi della variante Omicron e sulle mosse delle banche centrali alle prese con la fiammata dell’inflazione, alimentata soprattutto dai prezzi dell’energia.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso oggi con un +0,74% a 28.333 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1410; il petrolio avanza con il Brent a 86 dollari e il Wti a 84 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera contrastata: Dow Jones -0,56% a 35.911 punti, S&P 500 +0,08% a 4.662 punti, Nasdaq +0,59% a 14.893 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da segnalare le dimissioni dal cda di Assicurazioni Generali di Romolo Bardin, consigliere espressione della Delfin di Leonardo Del Vecchio. La mossa segue le dimissioni presentate da Francesco Gaetano Caltagirone nell’ambito della battaglia per la governance della compagnia di Trieste. Bardin ha motivato le proprie dimissioni riferendosi alle modalità operative e ad alcune scelte del Consiglio e dei Comitati a cui partecipa, con particolare riguardo anche al processo di formazione della lista del cda.

Le utilities come Enel sotto i riflettori mentre piede nel governo il progetto di un “contributo di solidarietà” sugli “extra profitti” delle big energetiche. Il provvedimento sarebbe inserito nel pacchetto di misure contro il caro bollette che secondo indiscrezioni di stampa potrebbe essere approvato a metà settimana. La misura evoca la Robin Tax che tuttavia fu cassata nel 2015 dalla Corte Costituzionale. Nei giorni scorsi l’ad dell’Enel Francesco Starace ha spiegato in un’intervista che la società non ha beneficiato di extraprofitti; il titolo venerdì scorso ha chiuso in ribasso di oltre il 2%, nonostante Ubs abbia ritoccato il prezzo obiettivo da 9,20 a 9,50 euro, confermando il buy e pronosticando un anno di ripresa dopo le difficoltà del 2021.

Intanto, restando nel comparto, da segnalare che Iren ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione da European Energy del 100% delle quote di Puglia Holding, che controlla in provincia di Foggia il più grande parco fotovoltaico d’Italia, in grado di produrre energia elettrica di circa 180 Gwh l’anno. L’operazione ha un enterprise value di 166 milioni e un ebitda atteso nel medio periodo degli impianti fotovoltaici pienamente operativi di circa 15 milioni di euro. Herbert Smith Freehills e Orrick hanno assistito, rispettivamente, Iren ed European Energy nell’operazione. Il closing è previsto nel corso del primo trimestre 2022.

Fea le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato il target price su Stmicroelectronics (Stm) da 50 a 52 euro, confermando il rating buy.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, PharmaNutra comunica la concessione negli Stati Uniti del brevetto sull’uso degli acidi grassi cetilati (Cfa), il principio funzionale alla base dei dispositivi medici a marchio Cetilar® per il trattamento e la prevenzione di problematiche muscolari e articolari.

Su Euronext Growth Comer Industries ha chiuso il 2021 con ricavi preliminari pro forma a 1,048 miliardi, in aumento del 32% rispetto al 2020, tenendo conto dell’acquisizione del gruppo Walterscheid Powertrain Group (Wpg) perfezionata in dicembre. Nel dettaglio, Comer Industries vede ricavi per 563 milioni, in aumento del 42% sul 2020, mentre Wpg cresce del 22% a 485 milioni.

Fope archivia il 2021 con ricavi netti consolidati per 40,3 milioni, in rialzo del 55% rispetto ai 26 milioni del 2020. Il dato è in rialzo del 15,3% sul 2019.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura