Lun 08 Agosto 2022 — 03:28

Borsa italiana oggi: Telecom, Saipem, Generali



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa italiana oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente in verde, alla ripartenza dopo una seduta positiva venerdì scorso che ha visto Piazza Affari chiudere in cauto rialzo (Ftse Mib +0,68% a 23.041 punti). La Borsa italiana ha archiviato una nuova settimana volatile con un bilancio positivo (+2,57%) mentre il consuntivo di questo primo scorcio di 2022 è tuttavia pesante (-15,7%).

Il focus resta sulla situazione in Ucraina, dove crescono le speranze di un accordo tra Kiev e la Russia per il cessate il fuoco, anche se nel frattempo proseguono i combattimenti e la tensione internazionale resta elevata.

Si riapre in Cina il fronte Covid, con i timori sulla nuova ondata del virus che pesano in particolare sul listino di Hong Kong, arrivato a cedere oltre il 4%.

Sul lato macro si attendono le decisioni della Fed, che mercoledì al termine del Fomc dovrebbe comunicare un rialzo dei tassi per ora solo “simbolico” di 25 punti base e chiarire quale potrebbe essere il futuro percorso della stretta monetaria nel tentativo di riportare sotto controllo l’andamento dell’inflazione.

I future Usa trattano questa mattina in buon rialzo.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,58% a 25.307 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0920; il petrolio arretra con il Brent a 109 dollari e il Wti a 106 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso venerdì sera negativa: Dow Jones -0,69% a 32.944 punti, S&P 500 -1,30% a 4.204 punti, Nasdaq -2,18% a 12.843 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Telecom (Tim) all’indomani di un cda fiume, terminato nella notte, per esprimersi sul progetto di opa a 0,505 euro per azione proposto dal fondo Kkr, e che si propone ora di valutare “l’attrattività e la concretezza della potenziale offerta”. Il cda di Tim ha deciso “all’unanimità di dare mandato al Presidente e all’Amministratore Delegato, nella prospettiva di conseguire la massima valorizzazione di Tim, anche con riferimento ad eventuali altri soggetti interessati, di avviare un’interlocuzione con Kkr, formale e ulteriore rispetto a quelle già intraprese informalmente nei mesi scorsi dai consulenti”. Obiettivo, “ottenere informazioni per valutare l’attrattività e la concretezza della potenziale offerta da un punto di vista finanziario e industriale e conseguentemente, acquisire indicazioni su eventuali elementi che ancora necessitano di approfondimenti, definendo un periodo e perimetro limitati per lo svolgimento di una due diligence di natura esclusivamente confirmatoria. All’esito delle interlocuzioni di cui sopra, dare disponibilità a organizzare una o più management presentation per rispondere a eventuali esigenze di approfondimento”.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Jp Morgan hanno tagliato il rating su Unicredit da overweight a neutral e il prezzo obiettivo da 18 a 12 euro.

Inoltre Jp Morgan ha rivisto il target price su Intesa Sanpaolo da 3,20 a 2,70 euro, confermando il giudizio overweight.

Jefferies ha ridotto il target price su Stellantis da 25 a 20 euro, confermando il buy.

Da segnalare che il cda Saipem su revisione del Piano Strategico e manovra finanziaria è slittato dal 16 al 24 marzo. Lo ha comunicato la società dei servizi petroliferi, indicando che i soci Eni e Cdp Industria hanno chiesto il rinvio per “concludere le attività istruttorie in vista dei rispettivi consigli di amministrazione il cui svolgimento è previsto entro il prossimo 23 marzo”. Le ragioni dell’impasse, secondo indiscrezioni di stampa, sarebbe da ricercare nel prestito ponte che le banche dovrebbero emettere per consentire lo slittamento dell’aumento di capitale a dopo l’estate, e nella relativa garanzia della Sace che per regolamento escluderebbe uno degli istituti coinvolti, Goldman Sachs, in quanto non ha presenza operativa in Italia. Lo ha scritto nel fine settimana il Messaggero.

Da seguire Generali nel giorno del cda sui conti che saranno diffusi domani. Il consensus raccolto dalla compagnia prevede nel 2021 un utile netto di 2,8 miliardi (2,7 miliardi rettificato), da 1,7 miliardi del 2020, nonché un dividendo di 1,07 euro per azione contro 1,47 euro dell’esercizio precedente che era tuttavia composto da due tranche: una da 1,01 euro e l’altra da 0,46 euro relativa alla cedola non distribuita nel 2019 per lo stop Ivass. Il cda approverà anche la lista da proporre all’assemblea del 29 aprile per il rinnovo del consiglio.

Salvatore Ferragamo ha nominato Maximilian Davis come Direttore Creativo, con effetto dal 16 marzo 2022. Nato a Manchester, Regno Unito, e laureato al London College of Fashion, Maximilian Davis ha lanciato il suo marchio omonimo nel 2020, ottenendo un immediato riconoscimento internazionale, spiega il gruppo in una nota.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, Impresa Pizzarotti ha scelto Clea, la piattaforma software di Iot e Ai sviluppata da Seco, per abilitare la gestione intelligente di infrastrutture stradali e ospedaliere tramite una serie di applicazioni e funzionalità ad alto valore aggiunto. Le due aziende lavoreranno allo sviluppo di una soluzione hardware e software per monitorare lo stato di operatività e i consumi energetici delle infrastrutture.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura