Mer 08 Dicembre 2021 — 13:22

Borsa italiana oggi: Tim, Poste, Generali, Tod’s, Iren



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa

borsa milano oggi

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi poco mossa, all’indomani di una seduta positiva che ha visto Piazza Affari chiudere in moderato rialzo (Ftse Mib +0,44% a 27.561 punti). La Borsa italiana è stata sostenuta da ricoperture su Stellantis, bene anche Telecom e alcune utilities; banche in ordine sparso, pesante Tenaris in un comparto petrolifero contrastato.

In deciso calo Wall Street dopo che la nuova fiammata dell’inflazione (+6,2% a ottobre) ha riacceso la miccia ai rendimenti obbligazionari, mentre il dollaro si è rafforzato sui massimi dell’anno.

I future Usa trattano questa mattina poco mossi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,59% a 29.277 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,1480; il petrolio è poco mosso con il Brent a 82 dollari e il Wti a 81 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera in marcato calo: Dow Jones -0,66% a 36.079 punti, S&P 500 -0,82% a 4.646 punti, Nasdaq -1,66% a 15.622 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, da seguire Telecom (Tim) nel giorno del cda convocato per rispondere alle perplessità del socio Vivendi dopo i risultati deludenti dell’ultima trimestrale. Sul tavolo del board guidato da Luigi Gubitosi le ipotesi di riassetto e il tema della rete unica, mentre in caso di tensioni secondo gli ultimi rumors di stampa potrebbe essere messa in discussione l’attuale governance.

Fra le trimestrali, Poste Italiane archivia i nove mesi 2021 con un utile netto di gruppo a 1,174 miliardi (+30,7%) su ricavi per 8,445 miliardi (+11,7%); ebit a 1,61 miliardi (+29,8%). La società rivede al rialzo gli obiettivi del 2021 e prevede ora l’ebit a 1,8 miliardi e l’utile netto a 1,3 miliardi esclusa la rivalutazione di Sia. Acconto sul dividendo confermato a 0,185 euro per azione (+14%). Nel terzo trimestre l’utile netto è in crescita del 13,6% a 401 milioni, +7,3% i ricavi a 2,761 miliardi, +18,3% l’ebit a 566 milioni.

Generali registra nei nove mesi un utile netto in crescita del 74% a 2,25 miliardi al massimo della forchetta del consensus. Il risultato operativo è di 4,4 miliardi (+10%), grazie ai segmenti Vita, Asset Management e Holding e altre attività. I premi lordi arrivano a 54,9 miliardi (+6,4%): nel Vita +6,5% nel Danni +6,2%. Il Solvency Ratio del gruppo di assicurazioni si conferma solido a 233% (224% nell’intero 2020).

Illimity chiude i primi nove mesi dell’anno con un utile netto a 46,2 milioni, in crescita del 90% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. La banca conferma gli obiettivi di breve e medio-lungo termine.

Tod’s ha chiuso i nove mesi 2021 con un fatturato di 622,6 milioni (+37,6%). Nel solo terzo trimestre i ricavi raggiungono 224,3 milioni (+14,6% sul terzo trimestre 2020) con il canale retail a 155,7 milioni su livelli pre-Covid (+5,8% rispetto al 2019). Il mese di ottobre, ha spiegato il presidente Della Valle, conferma l’accelerazione.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il target price sulla stessa Tod’s da 34,50 a 39,10 euro, pur confermando il rating sell; sullo stesso titolo Deutsche Bank alza il target da 40 a 48 euro e conferma il giudizio hold.

Jp Morgan ha alzato il target di prezzo su Mediaset da 3,10 a 3,40 euro confermando il rating overweight all’indomani dei conti migliori delle attese.

Jefferies ha alzato il prezzo obiettivo su Banco Bpm da 3,50 a 4 euro, confermando il buy.

Fra le utilities, Iren illustrerà questa mattina alle ore 11 i numeri del Piano industriale al 2030.

In agenda su Borsa italiana oggi i cda sui risultati di numerose società: A2a, Aeffe, Alerion, Aquafil, Ascopiave, Atlantia, Azimut, BFF Bank, Banca Intermobilare, Cellularline, Cembre, Cementir Holding, Credem, d’Amico Int. Shipping, Datalogic, Dea Capital, DiaSorin, Digital Bros, Enav, Esprinet, Exprivia, Equita, Fincantieri, Fnm, Fullsix, Gefran, Geox, Giglio Group, Erg, Iren, Italian Exhbition Group, LVenture, Mondadori, Mondo Tv, Piovan, Philogen, Prysmian, Rai Way, Retelit, Sabaf, Sol, Unieuro, UnipolSai, Webuild.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura