Lun 30 Gennaio 2023 — 10:09

Borsa italiana oggi: Saipem, Snam, Nexi, Bper, Erg, Alerion, Ovs



L’apertura delle Borse europee è attesa oggi positiva

Borsa milano

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sopra la parità, all’indomani di una seduta negativa che ha visto Piazza Affari chiudere a sua volta in rosso (Ftse Mib 1,22% a 24.505 punti). La Borsa italiana è stata zavorrata da vendite su Ferrari, contrastate le banche (bene Bper), in controtendenza Telecom.

L’Europa in particolare ha pagato ieri i timori per l’outlook economico dopo il dato sull’inflazione di maggio, mentre il nuovo round di sanzioni alla Russia ha spinto nuovamente al rialzo i prezzi dell’energia. Tutto ciò mentre la Bce si appresta ad alzare a luglio i tassi di interesse, tuttora fermi sui minimi storici.

Il calendario macro prevede oggi diversi dati fra cui una carrellata di Pmi manifatturieri di maggio (quello della Cina è uscito leggermente migliore delle attese); negli Stati Uniti spiccano l’Ism manifatturiero, la stima Adp sull’occupazione di maggio e il Beige Book della Fed che dovrebbe preparare la strada a un altro rialzo dei tassi da mezzo punto alla riunione del 14-15 giugno.

I future Usa trattano questa mattina positivi.

A Tokyo intanto il Nikkei ha chiuso con un +0,65% a 27.457 punti.

Sul forex, l’euro/dollaro consolida a 1,0710; il petrolio è poco mosso con il Brent a 115 dollari sul future di agosto (quello di luglio è andato ieri in archivio a 123 dollari) e il Wti a 114 dollari al barile.

Wall Street ha chiuso ieri sera negativa: Dow Jones -0,67% a 32.990 punti, S&P 500 -0,63% a 4.132 punti, Nasdaq -0,41% a 12.081 punti.

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano

Sulla Borsa di Milano, occhi puntati su Saipem che ha annunciato stamattina di aver firmato un accordo vincolante con Kca Deutag (Kcad) per la vendita della totalità delle sue attività di Drilling Onshore a fronte di un corrispettivo in denaro di 550 milioni di dollari oltre a una partecipazione del 10% in Kcad. La transazione non comporta alcun trasferimento di debiti finanziari da Saipem a Kcad. La cessione del drilling onshore rientra nell’aggiornamento al piano strategico varato assieme alla manovra finanziaria. “I proventi della transazione miglioreranno la liquidità di Saipem, riducendo l’indebitamento netto”, spiega oggi il gruppo. Closing previsto entro il 31 ottobre 2022 per le attività in Medio Oriente ed entro il 31 marzo 2023 per le Americhe.

Snam ha acquistato da Golar Lng un rigassificatore galleggiante da 5 miliardi di metri cubi per 350 milioni di dollari. Il nuovo terminale di importazione di gas naturale liquefatto, spiega una nota, contribuirà alla sicurezza e alla diversificazione energetica dell’Italia.

Erg ha siglato un accordo per l’acquisizione dal fondo Abn Amro Sustainable Impact Fund PE del 100% del capitale di Mp Solar, proprietaria di diciotto impianti fotovoltaici in Puglia, Molise, Lazio e Sardegna, con una potenza installata totale pari a 33,8 megawatt ed una produzione complessiva annua di 46 gigawattora. Il corrispettivo dell’operazione in termini di enterprise value a fine 2021 è di 128 milioni di euro e l’ebitda 2021 è stata pari a 16,6 milioni.

Nexi al termine di un periodo di trattative scaduto ieri ha acquistato le attività di merchant acquiring di Bper nonché del Banco di Sardegna. Valore dell’operazione: 318 milioni, cui si aggiunge potenzialmente una “componente differita fino a 66 milioni il cui pagamento è condizionato al raggiungimento di taluni target economici e qualitativi”.

Fra le altre notizie su Borsa italiana oggi, da segnalare che Ovs conferma le stime per l’intero esercizio “anche alla luce dell’andamento delle vendite realizzate sin d’ora, superiore alle nostre aspettative”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dopo l’assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio. Il gruppo informa inoltre che sono stati sottoscritti i nuovi accordi con l’amministratore delegato Stefano Beraldo, approvati dal cda lo scorso 6 aprile, che prevedono la soppressione della carica di direttore generale, prima ricoperta dallo stesso Beraldo.

Il cda di Alerion ha deciso di interrompere la ricerca di un partner di minoranza al termine del processo di review strategica avviato alla fine del 2021. Sul dossier si erano mossi operatori internazionali di primo piano come Macquarie e Ardian. Tuttavia, “il significativo cambiamento del contesto di mercato intervenuto negli ultimi mesi, caratterizzato da una forte crescita dei prezzi di vendita dell’energia e da migliori prospettive di sviluppo del settore delle energie rinnovabili, permette di ipotizzare un incremento significativo dei risultati” e “un conseguente rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria” anche “in assenza di investimenti da parte di terzi”. In particolare, viene alzata la guidance sull’ebitda 2022 da 236 milioni di euro a circa 260 milioni di euro.

unicredit consensus 30-01-2023 — 09:31

Unicredit cauta in attesa della trimestrale

Attesa per i numeri del quarto trimestre ma anche per le indicazioni del management, in particolare su dividendi e buyback

continua la lettura