Mar 25 Giugno 2019 — 22:29

Borsa italiana: Ftse Mib +0,16% in chiusura. Bene Azimut e Bper, giù Pirelli e Ferrari



Piazza Affari termina in linea con il resto d’Europa, lo spread si allarga leggermente ma le banche tengono

borsa italiana milano ftse mib oggi

La Borsa italiana termina oggi in cauto rialzo. A Milano il Ftse Mib segna in chiusura +0,16% a 21.892 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street scambia sotto la parità. Lo spread Btp/Bund a 10 anni si amplia leggermente sopra i 250 punti.

Sul forex, l’euro è poco mosso a quota 1,13 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 71 dollari e il Wti a 63 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: sul Ftse Mib in luce Azimut, Bper e Juventus

Tornando agli indici di Borsa, acquisti su Azimut +2,7%, bene anche Juventus +2,2% alla vigilia del match di Champions League contro l’Ajax che potrebbe segnare il passaggio alle semifinali.

In evidenza le banche che proseguono il rimbalzo di venerdì scorso guidate sul Ftse Mib da Bper +2,6%.

Bene Banco Bpm +1,66% finale, Unicredit, che vede allontanarsi la prospettiva di una fusione con Commerzbank, e segna +0,7%, Intesa Sanpaolo +0,8%. Fuori dal Ftse Mib in spolvero Mps +2%.

Acquisti su Mediaset +0,7% nonostante la duplice smentita di trattative per un matrimonio in Germania con Prosiebensat1.

Fra gli assicurativi ben intonata Cattolica +0,6% dopo le indicazioni positive del ceo Minali, fra cui l’investimento su Nexi.

In fondo al listino principale Pirelli e Ferrari appaiate a -1,3%. Realizzi su Eni -0,9%, mentre prosegue la debolezza di Saipem -1,1%.

Trova un rimbalzo Telecom +1,4%. Anche Prysmian positiva +0,75%.

Sull’Aim in evidenza oggi Safe Bag che punta a sbarcare entro l’anno sul mercato azionario americano: le azioni salgono di oltre il 5%.

milano cortina 2026 olimpiadi 25-06-2019 — 12:33

Olimpiadi Milano-Cortina: in Borsa festeggiano Buzzi, Risanamento, Salini Impregilo, Astaldi

Occhi puntati sugli investimenti nelle infrastrutture, comprese strade e villaggio olimpico. Anche due banche potrebbero beneficiarne

continua la lettura