Mar 10 Dicembre 2019 — 15:34

Borsa italiana: continua il recupero. Bene Saipem, Banco Bpm, Leonardo, Ferrari



Lo spread in deciso calo premia le banche. Prosegue anche il rimbalzo dell’auto

Borsa Milano

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari prosegue oggi il rimbalzo nel giorno di nuove consultazioni del presidente Mattarella con i partiti, mentre la crisi di governo sembra destinata a chiudersi nelle prossime ore con la formazione di una nuova maggioranza Pd-M5s, e un rinvio almeno per il momento di elezioni anticipate. Sulla Borsa italiana oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,52% a 20.991 punti, migliore d’Europa e con Wall Street incerta sulla parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni si riduce a 183 punti da 199 di ieri, con il rendimento del decennale italiano all’1,13%. Il Tesoro ha collocato 2 miliardi di Ctz con rendimento medio sceso allo 0,008% e una buona domanda.

Sul forex, l’euro è debole poco sotto quota 1,11 contro il dollaro; il petrolio guadagna leggermente terreno con il Brent a 58 dollari e il Wti a 53 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: bene Saipem, Ferrari e banche

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mettono in luce anche oggi le banche, prendendo spunto principalmente dal miglioramento dello spread. In evidenza Bper +4,5% e Banco Bpm +3,3%, Unicredit +1,35%, Mps +1,7%, Creval +0,9%, Ubi +1,9%, fra le altre.

Saipem +2,55% sulla scia del riassetto della rivale TechnipFMC, che ha annunciato lo scorporo delle attività E&C, innescando la speculazione sul comparto.

Sempre tra i petroliferi, le azioni Tenaris segnano +0,7%, Eni +0,6% dopo la nuova importante scoperta nel delta del Niger, ma sotto i massimi di seduta.

In evidenza Leonardo +2,8% su voci di un imminente contratto da 225 milioni per fornire addestratori di volo alla Spagna.

Brullano le utilities con Snam e Terna +3%, prosegue il recupero di Enel +2,7%.

Nuovi acquisti anche sull’auto con Ferrari +3%, Fca +1,3%, Pirelli +2,2%.

E nuovi realizzi invece su Juventus -1,4% ancora maglia nera del listino principale.

deutsche bank italia 10-12-2019 — 12:19

Deutsche Bank, la Bce lima i requisiti patrimoniali. Avanti con il piano

Intanto nel corso di un Investor Day la banca ha ribadito gli obiettivi di taglio dei costi, confermato anche il target di redditività ma pesano i tassi d’interesse

continua la lettura