Dom 05 Luglio 2020 — 01:50

Borsa italiana positiva in chiusura. Bene Nexi e Amplifon, giù Atlantia



Piazza Affari chiude oggi in leggero rialzo, dopo due sedute negative e recuperando le perdite della mattinata, nonostante le incertezze legate ai negoziati commerciali Usa-Cina

borsa ftse mib

Piazza Affari chiude oggi in leggero rialzo, dopo due sedute negative e recuperando le perdite della mattinata, nonostante le incertezze legate ai negoziati commerciali Usa-Cina. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura +0,10% a 23.351 punti, in controtendenza rispetto al resto d’Europa e all’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 155 punti da 158 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,20%.

Sul forex, l’euro è poco mosso sopra quota 1,10 contro il dollaro; il petrolio rimbalza con il Brent a 62 dollari e il Wti a 56 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: in luce Nexi e Amplifon, giù Atlantia

Tornando alla Borsa di Milano, sul Ftse Mib focus su Nexi, che tratta una maxi alleanza con Intesa Sanpaolo. La società dei pagamenti segna in chiusura +4,9%, mentre le azioni della banca cedono lo 0,1%. Su Intesa peraltro gli analisti di Ubs hanno alzato leggermente il target price da 2,25 a 2,35 euro, confermando la raccomandazione neutral.

Debole nel comparto bancario anche Banco Bpm -0,9%, con Unicredit a -0,1%, bene Ubi +1,8% e Bper +1,3%, fuori dal Ftse Mib Mps -0,1%, sotto pressione il Creval -2%.

Acquisti su Amplifon +2,2%.

In fondo al listino principale i realizzi prendono di mira Atlantia -2,2% dopo il passo indietro su Alitalia.

Nell’auto Fca cede l’1,2% appena sotto i 14 euro.

Petroliferi in recupero con Eni a +0,3%, Saipem +1,25%, Tenaris +1,65%.

intesa ubi ops 03-07-2020 — 10:14

Ubi dice no a Intesa, torna ipotesi rilancio

Sull’entità dell’eventuale ritocco, già il 20 febbraio scorso era circolata l’ipotesi di una offerta rivista da 1,7 a 2 azioni Intesa Sanpaolo per ogni azione Ubi. Intanto l’aggiornamento al piano “stand alone” incrementa i dividendi di 330 milioni

continua la lettura