Mer 18 Settembre 2019 — 12:11

Borsa italiana: chiusura negativa, ma settimana sugli scudi. In luce Cnh, giù Atlantia e Banco Bpm



Anche il Btp frena la sua corsa. L’euro scende sotto quota 1,10 contro il dollaro, realizzi sul petrolio

borsa italiana oggi milano ftse mib

Piazza Affari consolida dopo i rialzi delle ultime sedute, anche se il bilancio della settimana è decisamente positivo. Sulla Borsa italiana oggi il Ftse Mib segna in chiusura -0,35% a 21.322 punti, in controtendenza però rispetto al resto d’Europa e con Wall Street contrastata a metà seduta. I listini milanesi hanno cambiato direzione nel pomeriggio dopo che il leader del M5s Di Maio, incontrando il premier incaricato Conte, ha avvertito i neo alleati del Pd che se i punti proposti dal suo partito non saranno presi alla lettera, allora sarà meglio tornare alle urne “il prima possibile”.

Il bilancio della settimana comunque è un rimbalzo del 4,1%, mentre un turbolento mese di agosto va in archivio con un -0,35%. Da inizio anno si registra un progresso di oltre il 16%.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna oggi 171 punti da 167 di ieri, con il rendimento del decennale italiano all’1%.

Sul forex, l’euro cede altro terreno e perde la soglia di 1,10 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 60 dollari e il Wti a 54 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: bene Prysmian, Cnh, Unicredit, Telecom

Tornando agli indici di Borsa, sul Ftse Mib si mette in luce Cnh +5%, beneficiando sia delle attese di uno spin-off di Iveco, che potrebbe essere annunciato al Capital Markets Day martedì prossimo, sia della tregua nella guerra commerciale Usa-Cina.

I realizzi prendono invece di mira le banche con Banco Bpm -3,35%, Ubi -2,8%, Unicredit -1,1%, Intesa Sanpaolo -1%, fra le altre, fuori dal Ftse Mib Banca Mps -4,9% in una giornata volatile che ha anche visto il titolo sospeso per eccesso di rialzo, dopo il +13% di ieri.

Prosegue inoltre la debolezza di Atlantia -2,2% in scia all’incertezza sulla revoca della concessione ad Autostrade.

Spunti sull’auto con Fca e Pirelli a +0,8%.

Acquisti su Buzzi +1,1%, Amplifon +1,6%.

Consolidano le utilities con la big Enel a -0,57% finale, un po’ meglio Italgas -0,1%.

Telecom (Tim) termina sulla parità sopra i 48 centesimi.

Petroliferi in ordine sparso: Eni +0,5%, Saipem -0,5%, Tenaris -0,6%.

Del Vecchio mediobanca generali 18-09-2019 — 10:59

Mediobanca: Del Vecchio si prende quota del 7%, obiettivo Generali?

Piazzetta Cuccia torna sotto i riflettori assieme alla catena che la lega al gruppo assicurativo di Trieste

continua la lettura