Ven 24 Maggio 2019 — 10:07

Borsa Italiana: chiusura in rosso (Ftse Mib -0,27%) con Juventus e Stm, brilla Tenaris



Avvio di settimana negativo per Piazza Affari, sull’andamento pesa anche lo stacco delle cedole

borsa italiana milano

La Borsa italiana termina oggi negativa, in una giornata segnata anche dallo stacco delle cedole da parte di diverse società. A Milano il Ftse Mib segna in chiusura -0,27% a 21.896 punti, con il resto d’Europa sopra la parità e Wall Street in buon rialzo. Lo spread Btp/Bund a 10 anni torna a superare i 260 punti.

Sul forex, l’euro cede terreno in area 1,1200 contro il dollaro; il petrolio si conferma tonico con il Brent a 74 dollari e il Wti a 66 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: sul Ftse Mib brilla Tenaris con Saipem, realizzi su Stm e Juventus

Tornando agli indici di Borsa, sul ftse Mib si mettono in evidenza i petroliferi beneficiando assieme al greggio del nuovo giro di vite Usa sulle importazioni dall’Iran. Tenaris migliore del listino principale chiude a +3,5%. Bene Saipem +2,9%, Eni +2,4%.

In fondo al listino principale invece nuove vendite su Juventus -5,5% con la vittoria dello scudetto che non compensa l’uscita dalla Champions League.

Realizzi anche su Stm -3,4% alla vigilia dei conti del primo trimestre che saranno diffusi domani mattina.

Atlantia +1,1% osservata speciale dopo i rumors di una trattativa in extremis per investire sulla nuova Alitalia, e ottenere dal governo un ammorbidimento sul dossier concessioni.

Fuori dal Ftse Mib azioni Fincantieri in rialzo +0,85% dopo l’acquisizione di Insis, mossa che rafforza la diversificazione del gruppo nella sicurezza informatica.

Tra i finanziari, banche nel mirino delle vendite con Mps -3,3%, Banco Bpm -1,8% fra le più pesanti, mentre Unicredit -3,3 risente dello stacco del dividendo, nel giorno in cui la banca ha annunciato il rimborso integrale di un bond subordinato. Bper e Ubi cedono intorno all’1%, Intesa Sanpaolo -0,5%.

Poste Italiane chiude in rosso -0,6% dopo nuovi massimi storici in scia a un report di Deutsche Bank che ha alzato il target price, mentre è stata avviata l’integrazione del corriere Sda.

carige news 23-05-2019 — 12:50

Carige in liquidazione come le banche venete? Gli azionisti tremano

Lo Stato interverrebbe comunque, ma gli azionisti sarebbero azzerati. La Bce continua a puntare sulla soluzione privata

continua la lettura