Lun 25 Maggio 2020 — 17:09

Borsa italiana, chiusura debole (Ftse Mib -0,26%). In luce Nexi e Ferragamo, giù Juventus e banche



Piazza Affari termina oggi marginalmente negativa, consolidando dopo la buona partenza della settimana. Il mercato resta comunque moderatamente ottimista su un possibile accordo Usa-Cina

Borsa milano

Piazza Affari termina oggi marginalmente negativa, consolidando dopo la buona partenza della settimana. Il mood degli operatori resta comunque moderatamente ottimista su un possibile accordo Usa-Cina che formalizzi una tregua nella guerra commerciale. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura -0,26% a 23.485 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso e Wall Street nuovamente positiva.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 158 punti da 155 punti base della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano all’1,20%.

Sul forex, l’euro è debole appena sopra 1,10 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 63 dollari e il Wti a 57 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: in evidenza Nexi e Ferragamo, giù Juventus in vista dell’aumento

Tornando alla Borsa di Milano, sul Ftse Mib proseguono gli acquisti sul lusso con Salvatore Ferragamo a +2,9%, sale ancora Moncler +0,3%.

Svetta però Nexi, nel mirino delle ricoperture con un +3,5%.

In fondo al listino invece Juventus -2,46% dopo che il cda ha esercitato la delega sull’aumento di capitale.

Bene Amplifon +2% con gli analisti di Commerzbank che alzano il target da 20 a 22 euro confermando però un rating hold.

Buzzi +0,9% con Kepler Cheuvreux che conferma il buy e alza il prezzo obiettivo da 25 a 25,50 euro.

Petroliferi negativi con Saipem -0,2%, anche se Hsbc ha ritoccato il target price da 5,15 a 5,20 euro, confermando la raccomandazione buy, Eni -0,3%, Tenaris -0,8%.

Generali poco mossa mentre Ubs alza il target da 15,50 a 17,70 euro confermando il rating neutral.

Banche nel mirino dei realizzi con Banco Bpm e Ubi -1,7%, Unicredit -0,5%, Intesa Sanpaolo -0,6%, in controtendenza Mps +0,7% con rumors di mercato secondo cui la potenziale futura uscita del Tesoro avrebbe iniziato ad attirare l’interesse di fondi di private equity.

Debole Diasorin -0,5%, su cui gli analisti di Berenberg hanno tagliato la raccomandazione da buy a hold e alzato leggermente il prezzo obiettivo da 116 a 118 euro (comunque al di sotto degli attuali corsi azionari).

Unicredit intesa ubi 25-05-2020 — 08:33

Unicredit, ammessa da antitrust all’istruttoria Intesa-Ubi

Una mossa che secondo alcuni osservatori sarebbe arrivata a sorpresa, e che in ogni caso contribuisce a mettere in bilico l’offerta di Intesa Sanpaolo. Intanto i tempi si allungano

continua la lettura