Mar 22 Ottobre 2019 — 14:42

Borsa italiana: chiude positiva una settimana di realizzi. Bene Stm, giù Banco Bpm



I dati positivi sull’occupazione Usa hanno contribuito a diradare per oggi i timori sulla crescita economica mondiale

Borsa italiana milano ftse mib

Piazza Affari termina oggi in rialzo, recuperando però solo in parte il terreno perduto nella settimana. I dati positivi sull’occupazione Usa hanno contribuito comunque a diradare per la giornata i timori sulla crescita economica mondiale. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura +0,75% a 21.470 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street. Il bilancio della settimana per l’indice principale milanese è un -2,5%.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 142 punti da 141 della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano allo 0,83%.

Sul forex, l’euro scambia sopra quota 1,09 contro il dollaro; il petrolio recupera con il Brent a 58 dollari e il Wti a 52 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: bene Stm e Diasorin, giù Banco Bpm

Tornando agli indici di Borsa, a Milano sul Ftse Mib si mette in luce Stm +3,2%, dopo i rumors pubblicati dal quotidiano Nikkei su un possibile aumento della produzione di iPhone 11 da parte di Apple, nell’ordine del 10%. La casa di Cupertino rappresenta il 13% dei ricavi di Stmicroelectronics.

Acquisti inoltre su Diasorin +2,8%, mentre fra le utilities svettano Enel +1,7% e A2a +1,6%.

Miste le banche, che risentono solo in parte di un report di Ubs che modifica alcune raccomandazioni e target price. Le azioni Banco Bpm -5,5% finiscono nel mirino di violenti realizzi; tra le big positive Intesa Sanpaolo +0,2% e Unicredit +0,1%.

In buon recupero Mps +2,7% sulle voci di una cessione di Npl messa in cantiere dal Tesoro fino a 10 miliardi.

Petroliferi in ordine sparso con Tenaris -0,2%, Eni +1%, Saipem +0,15% sul filo della soglia psicologica di 4 euro.

Borsa italiana trimestrali 22-10-2019 — 02:29

Trimestrali entrano nel vivo su Borsa italiana con Saipem, Moncler, Stm, Eni, Mediobanca

Gli operatori si stanno posizionando anche alla luce di questi eventi e delle previsioni degli analisti sui conti del terzo trimestre 2019

continua la lettura