Mar 10 Dicembre 2019 — 15:34

Borsa italiana, chiude in rialzo. Bene Amplifon, Poste, Saipem



Piazza Affari positiva in avvio di una settimana che vedrà fra l’altro un nuovo round di negoziati Usa-Cina sulla guerra commerciale, mentre restano sullo sfondo le preoccupazioni per l’andamento dell’economia globale

borsa italiana oggi

(Articolo aggiornato dopo la chiusura di Borsa) – Piazza Affari chiude positiva, in avvio di una settimana che vedrà fra l’altro un nuovo round di negoziati Usa-Cina sulla guerra commerciale, mentre restano sullo sfondo le preoccupazioni per l’andamento dell’economia globale. Sulla Borsa italiana il Ftse Mib segna in chiusura +0,85% a 21.652 punti, in linea con il resto d’Europa, mentre Wall Street scambia appena sopra la parità.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 143 punti da 142 della chiusura precedente, con il rendimento del titolo italiano allo 0,85%.

Sul forex, l’euro scambia poco sotto quota 1,10 contro il dollaro; il petrolio recupera terreno con il Brent a 59 dollari e il Wti a 53 dollari al barile.

Borsa italiana oggi: in evidenza Amplifon, Poste, Saipem

Tornando agli indici di Borsa, a Milano sul Ftse Mib si mette in luce una pattuglia di titoli guidata da Amplifon +3,7%.

Fra i petroliferi spicca Saipem che rimbalza del +3%, con Eni a +0,8% nel giorno dell’emissione di un nuovo bond a 15 anni; Tenaris +1,2%.

Tra i finanziari in evidenza le azioni Poste Italiane +2,9%.

Fra gli assicurativi Generali +0,7% con gli analisti di Kepler Cheuvreux che confermano la raccomandazione hold sul titolo ma alzano il target da 18,30 a 19 euro per azione.

Banche per lo più in rialzo, fra cui le big Unicredit +0,7%, Intesa Sanpaolo +0,6%, bene Ubi +2,5%, Banco Bpm +1,5%, in controtendenza Mps -1,1%.

Alcuni spunti sulle utilities con Enel a +1,35%.

deutsche bank italia 10-12-2019 — 12:19

Deutsche Bank, la Bce lima i requisiti patrimoniali. Avanti con il piano

Intanto nel corso di un Investor Day la banca ha ribadito gli obiettivi di taglio dei costi, confermato anche il target di redditività ma pesano i tassi d’interesse

continua la lettura