Mer 08 Dicembre 2021 — 13:53

Borsa: Ftse Mib centra rimbalzo con Unipol, Azimut, Leonardo



Il sentiment del mercato è tornato positivo nelle ultime ore grazie a uno stop della corsa dei rendimenti obbligazionari, mentre il via libera Usa al vaccino Johnson & Johnson fa ben sperare per nuovi progressi nel contrasto al coronavirus

Borsa italiana oggi

La Borsa italiana centra un buon rimbalzo, con il Ftse Mib che azzera le perdite della scorsa settimana (-1,24%). Il sentiment del mercato è tornato positivo nelle ultime ore grazie a uno stop della corsa dei rendimenti obbligazionari, mentre il via libera Usa al vaccino Johnson & Johnson fa ben sperare per nuovi progressi nel contrasto al coronavirus. Su questo fronte anche la Ue ha promesso che cercherà di dare il via libera a J&J entro metà marzo. Sul fronte macro, continua a febbraio il rafforzamento degli indici Pmi sul manifatturiero. La Camera Usa ha approvato come atteso il maxi piano di stimolo da 1,9 trilioni di dollari, ma il mercato obbligazionario come detto non ne risente. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +1,82% a 23.264 punti, in linea con il resto d’Europa e l’andamento di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 99 da 102 punti base della seduta precedente, con il rendimento del titolo italiano in deciso calo a 0,65%.

Sul forex, l’euro è debole a 1,2050 contro il dollaro; il petrolio consolida con il Brent a 64 dollari e il Wti a 61 dollari al barile.

Borsa, sul Ftse Mib bene Unipol, Azimut, Atlantia, Leonardo

Sulla Borsa di Milano si mettono in luce i finanziari tra cui Unipol in rialzo di oltre il 4%.

Nel risparmio gestito bene Azimut a +4 7%, così come Banca Mediolanum +3,3%, mentre fuori dal listino principale Anima segna +5,1% dopo risultati 2020 migliori delle attese e un dividendo 2021 di 22 centesimi.

Ben intonate le banche con Unicredit +3,6%, Bper +2,8%, più indietro Intesa Sanpaolo in rialzo di circa 1 punto percentuale.

Tornano gli acquisti sulle azioni Leonardo (+3,9%) che ha avviato l’Ipo della controllata americana Drs.

Atlantia +3,8% dopo che il cda ha bocciato l’offerta del consorzio Cdp-Blackstone-Macquarie di 8 miliardi per l’88% di Autostrade, ma ha dato mandato al presidente Fabio Cerchiai e all’ad Carlo Bertazzo di individuare una possibile soluzione.

Fra le raccomandazioni di Borsa, gli analisti di Deutsche Bank hanno alzato il target price sulle azioniMediaset (+1,45%) da 1,50 a 2,50 euro, confermando il rating hold.

Nell’auto Ferrari +1,6% dopo la proposta di dividendo 2021 per una cedola di 0,867 euro per azione.

Stellantis +3,65% dopo immatricolazioni deboli in Francia a febbraio (-25,6% contro il -20,9% del mercato) ma con una frenata meno marcata da parte di Peugeot (-17,2%); questa sera i dati del mercato italiano.

intesa cattolica 08-12-2021 — 10:20

Intesa Sanpaolo, ok al contratto integrativo

Accordo con i sindacati sull’armonizzazione per i dipendenti ex Ubi

continua la lettura