Mer 30 Settembre 2020 — 17:22

Borsa chiude in recupero (Ftse Mib +0,72%). In luce Atlantia e Mediobanca, A2a guida le utilities



Piazza Affari termina oggi in recupero, favorita dai rumors riportati dal Wall Street Journal su un possibile accordo Usa-Cina. L’agenda intanto prevede domani la riunione della Fed e il giorno successivo il meeting Bce, entrambi attesi comunque interlocutori

borsa ftse mib

Piazza Affari termina oggi in recupero, favorita dai rumors riportati dal Wall Street Journal su un possibile accordo Usa-Cina, un’intesa mirata a rinviare il nuovo round di dazi che rischia altrimenti di scattare domenica prossima 15 dicembre. L’agenda intanto prevede domani la riunione della Fed e il giorno successivo il meeting Bce, entrambi attesi comunque interlocutori. Sulla Borsa di Milano oggi il Ftse Mib segna in chiusura +0,72% a 23.122 punti, con il resto d’Europa in ordine sparso, così come gli indici principali di Wall Street.

Sull’obbligazionario, lo spread Btp/Bund a 10 anni segna 154 da 158 punti base della chiusura precedente, mentre il rendimento del titolo italiano è all’1,24%.

Sul forex, l’euro tratta in lieve rialzo a 1,1080 contro il dollaro; il petrolio guadagna leggermente terreno con il Brent a 64 dollari e il Wti a 59 dollari al barile.

Borsa Milano: sul Ftse Mib svetta Atlantia, bene anche Mediobanca e utilities

Tornando alla Borsa italiana, sul Ftse Mib brilla Atlantia +3,7%, dopo che il premier Conte ha annunciato la revisione della concessione ad Autostrade entro fine anno, ma non ha parlato di revoca. Fioriscono le ipotesi di stampa, fra cui un ingresso della Cdp nel capitale. Non pesano nuovi sviluppi dell’inchiesta sui viadotti.

Azimut +1,5% dopo che Fitch ha ridotto il rating a a BBB-, con outlook positivo, mentre Mediobanca +2% beneficia del continuo interesse da parte di Ennio Doris che si è portato allo 0,5% e punta ora all’1% di Piazzetta Cuccia. Tra i finanziari bene anche Nexi +1,87%.

Banche sopra la parità con Unicredit +0,9%, Intesa Sanpaolo +0,3%, Mps +0,35%, fra le altre.

Giornata positiva per le utilities con A2a +1,5%, Snam +1,35%, la stessa Enel +0,8%.

I realizzi prendono invece di mira Buzzi -1,8%, scontando anche l’incertezza legata al tema della guerra commerciale.

Leonardo +1,6% dopo che gli analisti di Ubs hanno alzato la raccomandazione sull’ex Finmeccanica da neutral a buy e il target di prezzo obiettivo da 11 a 12,30 euro.

Azioni Fca sottotono -0,55% , misti i petroliferi con Eni e Tenaris +0,3%, Saipem -0,4%.

Bper aumento di capitale 30-09-2020 — 09:59

Bper, aumento di capitale da oltre 800 milioni

Il prezzo di 90 centesimi incorpora uno sconto sul Terp del 31% circa. Schierato un ampio consorzio di garanzia

continua la lettura