Mer 24 Aprile 2019 — 12:56

Borsa: a Milano terza chiusura positiva di fila, regge lo spread



Attesa per la Fed e soprattutto per la Bce. Positive le banche, in evidenza anche Stm e Ferrari

La Borsa italiana chiude oggi positiva per la terza seduta di fila, nonostante l’attesa per un probabile rialzo dei tassi questa sera (ore 20) da parte della Fed, mentre domani la Bce potrebbe prendere una decisione (oppure rimandarla) sulla fine del suo piano di acquisto titoli (Qe).

A Milano il Ftse Mib segna in chiusura +0,44% a 22.216 punti in una giornata contrastata nel resto d’Europa.

Sul forex, euro sempre sotto quota 1,18 sul dollaro.

Bene lo spread. Sull’obbligazionario il tasso del Btp a 10 anni si attesta al 2,78% da 2,82% della chiusura di ieri, con il differenziale sul Bund a quota 231 punti da 235 di ieri.

In asta oggi il Tesoro ha spuntato nuovamente tassi in rialzo su scadenze a 3, 7 e 30 anni.

Tornando a Piazza Affari, Stm torna protagonista +4,4%, beneficiando anche del recente balzo dei tecnologici americani.

In evidenza anche Ferrari +3,3%, ma non Fca -0,9%. Proseguono gli acquisti su Campari +2,2%.

Banche sempre osservate speciali con Unicredit +1,4% che prepara una nuova cessione di Npl, Mediobanca +1,85%, Banco Bpm +0,85%, Ubi e Bper +1,6%, Mps +2,1%, Carige +1,2% Intesa Sanpaolo +0,5%. Bene Creval +3% che lavora un accordo con Ibm sul modello Carige e ha finalizzato la cessione di 1,6 miliardi di crediti deteriorati.

Le quotazioni al palo del petrolio penalizzano i petroliferi con Eni -1%, Saipem -1,9% e Tenaris -1,2%.

Eni news 24-04-2019 — 10:53

Eni, primo trimestre previsto in crescita

Il gruppo dovrebbe chiudere i primi tre mesi dell’anno con un utile operativo adjusted di 2,53 miliardi dai 2,38 miliardi del primo trimestre 2018, con il contributo decisivo come sempre dell’esplorazione & produzione

continua la lettura