Dom 17 Febbraio 2019 — 15:45

Trading Online: quali sono i rischi e le opportunità



Finaria ha pubblicato un’analisi completa dei broker autorizzati da Consob

Inutile girarci intorno, internet ha apportato dei cambiamenti epocali e rivoluzionari nelle nostre vite. Se da una parte ha praticamente fatto fuori – indirettamente – tantissimi posti di lavoro, dall’altra, ha creato delle nuove opportunità di lavoro e di guadagno.

Tra i vantaggi dell’era internet, vi è sicuramente la possibilità di poter investire i propri soldi da casa senza dover ricorrere ad un istituto finanziario o ad un consulente. Bastano un computer, una commessione e un conto trading online per acquistare e vendere titoli azionari.

I rischi nell’utilizzare il canale internet per effettuare le operazioni di trading sono principalmente di 2 tipologie, la prima riguarda strettamente il nostro modo di operare, che è di nostra esclusiva competenza, la seconda è invece legata alla tecnologia stessa e vede protagonista lo strumento, il broker e la piattaforma trading che utilizziamo per accedere al sistema di compravendita online.

Nel primo caso, siamo noi stessi che abbiamo in mano il nostro futuro e le evenutali perdite che possano derivare dal nostro operato. Nel secondo caso la responsabilità di perdite è quasi sempre da addebitare alle piattaforme “truffa” non autorizzate.

Le piattaforme di trading alle quali spesso ci affidiamo invece di svolgere un ruolo di intermediario si rivelano spesso delle vere e proprie truffe. Sono centinaia i casi di piattaforme nate con il solo intento di truffare i propri iscritti.

A tal proposito, la Consob, stila ogni anno una lista dei broker autorizzati ad operare con utenti italiani e i cosiddetti “Broker warnings” ovvero tutte quelle piattaforme segnalate per pratiche scorrette.

Finaria ha pubblicato un’analisi completa dei broker autorizzati da Consob che vi consigliamo di visionare: Broker autorizzati da Consob – Lista completa.

I Rischi del Trading Online

Vediamo in pochi punti, quali sono i rischi del fare trading online che rientrano nella nostra sfera di responsabilità:

• Immissione sul mercato di un elevato volume di ordini, ordini che, se eseguiti, generano commissioni che possono essere molto elevate.

• Effettuare trading online con effetto leva può comportare la perdita del 100% di un investimento, poichè nell’ipotesi di massima marginazione il prezzo dell’eseguito addizionato alla commissione può essere superiore
anche all’importo disponibile sul contro di investimento.

• Ci possono essere ritardi nei sistemi elettronici che potrebbero causare l’immissione in ritardo dell’ordine e della sua esecuzione.

• Malfunzionamenti della nostra linea dati con la quale si è connessi al software della Sim, della banca o del broker.

Vi è poi un altro caso, quello di correre il rischio di perdere parte o tutto il nostro denaro presente sul conto online senza nemmeno operare. Stiamo parlando del rischio legato ad attività illecite da parte dei broker forex non sicuri e non autorizzati e nel caso di attacchi da parte di hacker. Come già successo, l’hacker tenta di rubare gli username e password di utenti ignari per utilizzare in breve tempo i fondi in modo da ottenere un personale beneficio. Ci sono molti modi in cui un hacker può utilizzare i dati di un altro utente per ottenere un guadagno e molti altri sistemi sono sicuramente al vaglio da parte di questi esperti informatici.

Vediamo i metodi più comuni utilizzati da questi pirati informatici a nostro discapito.

Una volta che l’hacker riesce ad ottenere i nostri dati di accesso alla piattaforma di trading può facilmente accedere al nostro account ed effettuare le operazioni che vogliono al posto nostro. Purtroppo possono prosciugare il nostro conto senza nemmeno lasciare traccia, anche senza effettuare un prelievo od un trasferimento di denaro verso un loro conto corrente.

Come fanno gli hacker a guadagnare con il trading online

La tecnica utilizzata è quella di utilizzare il nostro conto per effettuare acquisti di titoli nei mercati a bassa liquidità, dove è possibile fare momentaneamente lievitare i prezzi di un titolo azionario anche con un relativamente piccolo capitale. Una volta che il prezzo del titolo in questione è abbastanza elevato vende la sua partecipazione, acquistata precedentemente, ottenendone profitto considerevole.

Un altro fattore di rischio a cui possiamo essere soggetti operando online è legato al fatto che internet offre una grande opportunità di manipolare le azioni del mercato poco scambiate. Se un broker vuole porre l’attenzione di altri investitori su un titolo particolare, potrebbe spingere altri operatori di trading online all’acquisto tramite informazione non veritiera creata sul momento (manipolazione del mercato).

Per fare questo possono utilizzare i forum di discussione postando messaggi sotto differenti pseudonimi diversi, in modo da far apparire che un determinato titolo sia appetibile, che potrà portare un buon profitto, manipolando quindi l’andamento del titolo stesso per vendere non appena vedrà i risultati della sua opera.

Trading Online: Truffe 2.0

Come vedi la rete, così come il mondo reale non è sprovvista di manipolazioni e raggiri. L’importante è conoscere bene i rischi cui si va incontro nel compiere determinate operazioni online, come il trading in questo caso e preoccuparsi di conoscere a fondo gli strumenti che si utilizzano (il broker e le piattaforme di trading) utilizzando possibilimente antivirus aggiornati e un pizzico di buon senso.

Fca news 15-02-2019 — 11:19

Fca bocciata da Banca Imi, il 2019 è molto impegnativo

La banca d’affari taglia raccomandazione e target price a causa delle guidance sotto le attese annunciate dai vertici aziendali in occasione della pubblicazione dei conti

continua la lettura