Finanzareport.it | TeleTrade: Divisi, non conquistati - Finanza Report

Mar 18 Giugno 2024 — 16:56

TeleTrade: Divisi, non conquistati



Ecco perché sul mercato delle valute il biglietto verde non è finora il vincitore e il range trading potrebbe prevalere come strategia di medio termine

forex valute

I dati sull’attività economica di febbraio provenienti dal Regno Unito e dall’area dell’euro suddividono le valute del Vecchio Continente in base ai relativi punti di forza e di debolezza. Il biglietto verde non ha ancora confermato il suo ruolo di primo piano nella conquista dell’unica nicchia di rifugio sicuro nelle menti degli investitori.

Mentre il Purchasing Managers Index (PMI) nel settore manifatturiero di Germania e Francia ha fortemente deluso il mercato dopo quasi due mesi di graduale ripresa mentre le fabbriche britanniche hanno improvvisamente mostrato alcuni segnali di elusione alla recessione tanto pubblicizzata. Il rimbalzo di questo martedì nel PMI manifatturiero del Regno Unito a 49,2 da 47 appena quattro settimane fa, lo ha portato molto vicino a 50, che rappresenta uno spartiacque nominale tra contrazione ed espansione, commenta Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade, Ilya Frolov.

teletrade ilya frolov

Ilya Frolov

Sia i servizi che le indagini nazionali sull’industria delle isole britanniche hanno fornito un numero crescente di imprese, che secondo quanto riferito, sono diventate più ottimiste. Pertanto, il picco aggiornato del PMI composito S&P Global per il Regno Unito è passato a 53,0 da 48,5 di gennaio, superando di gran lunga la stima di 49,0 e superando la soglia di 50 per la prima volta dalla metà dell’estate 2022.

“Molti si aspettavano che il Regno Unito fosse ormai in recessione, ma adesso il PMI mostra la fine di un costante trend di contrazione degli ultimi sette mesi”, ha commentato Rhys Herbert, economista senior della Lloyds Bank. Ha anche detto che c’è poco da festeggiare quando si tratta dell’economia nel suo insieme, poiché solo domare l’inflazione potrebbe effettivamente aiutare a “prevenire” i vortici di una spirale di recessione.

fascia dimagrante

Tuttavia, la migliore lettura del PMI sembra essere sufficiente per far salire la sterlina rispetto al dollaro USA e all’euro, poiché i numeri del Regno Unito hanno un vantaggio rispetto alle letture continentali. GBPUSD è salito a 1,2117 nelle due ore successive rispetto a 1,1985 prima del rilascio del PMI, mentre EURUSD ha testato il livello di supporto tecnico di 1,0650. L’EUR/GBP è crollato di oltre un centinaio di punti base da 0,8880 a 0,88.

Il prezzo delle obbligazioni pubbliche britanniche è sceso e i rendimenti dei titoli di riferimento a 10 anni hanno aggiunto oltre il 4% in un giorno ai livelli pre-natalizi che erano superiori al 3,6%. Gli indici PMI potrebbero essere una cartina tornasole di un’ulteriore pressione inflazionistica, che è a sua volta il principale motore per la Banca d’Inghilterra per prendere in considerazione aumenti dei tassi di interesse più ripidi, normalmente dannosi per i soggetti economici ma utili per il debito a reddito garantito.

Il segmento dei servizi è stato dominante e ha mostrato alcuni miglioramenti anche per i paesi dell’UE, salendo a 52,8 punti in Francia, 51,3 in Germania e a 51,2 punti in Italia. Tuttavia, il PMI per le imprese manifatturiere francesi è sceso a 47,9 punti questa settimana, in calo rispetto ai 50,5 di un mese fa. C’è stata una tendenza al rialzo simile in Germania, ma ora il motore dell’industria dell’Eurozona ha perso i suoi guadagni ed è sceso a 46,5 punti.

Quindi, i tassi di cambio della moneta unica, a differenza della sterlina inglese, stanno avendo dei rallentamenti, mentre l’indice del rivale dollaro americano si è bloccato dopo essere salito per tre settimane di fila. Molti nel mercato potrebbero essere pronti ad acquistare dollari se i tassi di interesse dei fondi federali fossero aumentati di 50 punti base a marzo. Tuttavia, c’è una probabilità del 16% per questo scenario. Allo stesso tempo, un rialzo del tasso di 50 punti base in Europa è quasi scontato. Ecco perché il paniere di valute europee sembra diviso, non conquistato, poiché il biglietto verde non è finora il vincitore e il range trading potrebbe prevalere come strategia di medio termine.

Resta sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari con il Calendario Economico di TeleTrade

Disclaimer:
Le analisi e le opinioni fornite nel presente documento sono intese esclusivamente a scopo informativo ed educativo, non sono intese come un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di alcuno strumento finanziario e non rappresentano una raccomandazione o un consiglio d’investimento da parte di TeleTrade. Il contenuto fornito è generico indipendentemente dagli obiettivi di investimento individuali o dalla situazione finanziaria. Il materiale pubblicato non è stato preparato in conformità con i requisiti legali volti a promuovere l’indipendenza della ricerca sugli investimenti e non è soggetto ad alcun divieto di negoziazione prima della diffusione della ricerca sugli investimenti. L’affidamento indiscriminato a materiali illustrativi o informativi può portare a perdite. La performance passata o simulata non è un indicatore affidabile dei risultati futuri e gli indicatori di previsione non sono una guida affidabile per la performance futura.

raccomandazioni broker 18-06-2024 — 02:02

Raccomandazioni dei broker del 18 giugno 2024

Da segnalare anche oggi alcuni spunti dagli analisti

continua la lettura
Telegram Finanza Report