Lun 30 Gennaio 2023 — 08:22

TeleTrade: Perché l’Europa non segue lo spettacolo rialzista di Wall Street



Focus sui dati cinesi. Attesa prudenza

trading tetto debito

Tutti i principali futures su azioni in Europa, inclusi DAX 40 in Germania, CAC 40 in Francia e FTSE 100 nel Regno Unito hanno rallentato il trend positivo di inizio settimana. Al momento sembra prevalere un approccio molto cauto alle idee di investimento.

La produzione industriale cinese è aumentata di un moderato 3,8% a luglio su base annua, che era chiaramente al di sotto del potenziale di un plausibile aumento di consenso del 4,6%. Le vendite al dettaglio si sono attestate solo al 2,7% rispetto a circa il 5,0% delle aspettative. Sono anche peggio del numero precedente al 3,1% di giugno. Tutti questi dati vengono confrontati con gli stessi periodi del 2021. Anche la produzione della raffineria di prodotti petroliferi cinesi è scesa a 12,53 milioni di barili al giorno, la lettura più bassa da marzo 2020.

L’economia cinese è molto importante per il resto del mondo, poiché continua a riprendersi dopo le restrizioni anti-COVID, e ciò potrebbe contribuire notevolmente a evitare una lunga recessione mondiale. Tuttavia, sembra che i livelli di consumo nazionale nel Paese stesso non siano sufficienti a soddisfare tali aspettative. Di conseguenza, i componenti dell’indice tedesco DAX, che dipendono principalmente dalle loro forniture e vendite in Asia, come Adidas, hanno perso fino allo 0,5% della loro capitalizzazione di mercato, mentre i prezzi delle azioni Daimler e BMW sono scesi di quasi l’1,0%, commenta Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade, Ilya Frolov.

teletrade ilya frolov

Ilya Frolov

Nel frattempo, le azioni Henkel sono aumentate di oltre l’1,0% dopo aver segnalato che le vendite sono migliorate nella prima metà dell’anno, anche se gli utili sono stati danneggiati dall’aumento dei prezzi dell’energia e dei trasporti. Tuttavia, questo tipo di movimenti positivi al rialzo dei prezzi di mercato sembrano più delle eccezioni, poiché molti investitori temono le conseguenze della crisi energetica in autunno e in inverno, che probabilmente colpiranno anche i produttori giganti.

La crescita spettacolare degli indici di Wall Street dall’altra parte dell’Atlantico continua per la quarta settimana consecutiva e viene vista anche come uno stimolo per altri mercati globali. Questa volta, il motore è l’allentamento della pressione inflazionistica negli Stati Uniti, sia nel segmento dei prezzi al consumo che in quello alla produzione, secondo i nuovi dati pubblicati nell’ultima settimana. Tuttavia, questo fenomeno deve la sua origine al picco estremo dell’inflazione che è stato avvertito un mese fa e ora i numeri dell’inflazione sono sostanzialmente simili alle indicazioni di giugno.

Di conseguenza, pochissimi investitori sono pronti a trasformare le loro speranze positive in acquisti aggiuntivi di attività costose nei loro portafogli a lungo termine, poiché gli speculatori stanno principalmente conducendo ora questo spettacolo rialzista. Questo spettacolo di ripresa del mercato sta continuando a Wall Street, ma non si sta diffondendo oltre l’America.

Il calo dei prezzi del petrolio, sotto i 95 dollari al barile dopo aver raggiunto il picco di 100 dollari lo scorso venerdì, sta accadendo anche perché la vita economica si prevede in rallentamento. È stato innescato principalmente dalla preoccupazioni di recessione dopo la pubblicazione dei dati cinesi e perchè il mercato crede a malapena all’annuncio del principale esportatore mondiale Saudi Aramco, i cui rappresentanti hanno affermato che sono pronti ad aumentare moderatamente la produzione, “se richiesto dal governo dell’Arabia Saudita”.

Sembra che il sentimento di mercato ultraconservatore rimarrà rilevante fino alla fine della settimana, tranne forse per il settore immobiliare che ha appena iniziato a crescere negli Stati Uniti. Potrebbero essere al centro dell’attenzione anche i dati e i rapporti sugli utili che verranno rilasciati di grandi catene di vendita al dettaglio come Home Depot, Lowe’s, Target, Walmart e Macy’s.

Resta sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari con il Calendario Economico di TeleTrade

Disclaimer: le analisi e le opinioni qui fornite sono intese esclusivamente a scopo informativo ed educativo e non rappresentano una raccomandazione o un consiglio di investimento da parte di TeleTrade. L’affidamento indiscriminato a materiale illustrativo o informativo può portare a perdite.

Borsa italiana oggi 30-01-2023 — 08:19

Borsa italiana oggi: Stellantis, Eni, Unicredit

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura