Mer 30 Novembre 2022 — 01:05

TeleTrade: La Vecchia Signora (BoE) ha offerto una breve pausa agli investitori



Segnali meno aggressivi da parte della Bank of England potrebbero solo accelerare l’ulteriore percorso al di sotto dei livelli di parità per la sterlina. E questo potrebbe voler dire un’alta probabilità di un indebolimento a medio termine di altre valute, compreso l’euro, contro il biglietto verde

boe

Le Azioni in Europa e negli Stati Uniti hanno approfittato di una piccola pausa dopo che la Bank of England (BoE) ha messo in atto una serie di misure nel tentativo di fermare la caduta libera sia della sterlina che del mercato obbligazionario del Regno Unito. Il settore finanziario ha contribuito molto alla recente svendita sui mercati globali degli ultimi giorni, una promessa ufficiale di una certa stabilizzazione ha immediatamente fornito supporto ai titoli continentali e anche a Wall Street.

La BoE, nota anche come Old Lady, ha affermato che interferirà nel mercato obbligazionario acquistando obbligazioni a lungo termine legate più strettamente ai mutui e alle pensioni dei lavoratori, al fine di prevenire un aumento dei rendimenti dei titoli pubblici del paese e oneri finanziari ed evitare possibili contagi nel sistema finanziario mondiale, commenta il Responsabile della gestione del portafoglio di TeleTrade, Ilya Frolov.

teletrade ilya frolov

Ilya Frolov

I future sulle obbligazioni britanniche, che hanno perso quasi il 9% del loro valore dall’inizio di agosto fino a metà settembre e il 13,3% in un paio di settimane, sono rimbalzati di oltre il 6,5% in una sessione. La coppia GBPUSD, che ha appena toccato il minimo storico di 1,0384 all’inizio della settimana, era quasi a 1,0675 al momento dell’annuncio, per poi risalire ai livelli sopra 1,09 per un po’, ma in seguito è parzialmente tornata a stabilizzarsi principalmente all’interno del livello 1.0770-1.0870.

Anche i titoli di Stato europei hanno avuto un rialzo e i rendimenti dei Buoni del Tesoro a 10 anni degli Stati Uniti che fungono da benchmark per i beni rifugio hanno preso una pausa al di sotto del picco del 4,02%. I prezzi dell’oro sono saliti nell’area sopra $1650 per oncia rispetto ai suoi test di prova a quasi $1615 per contratti spot appena prima del pomeriggio dello stesso giorno.

Poche ore dopo l’annuncio della BoE, il principale indicatore di mercato S&P 500 è balzato dai minimi degli ultimi 22 mesi da 3.600 a 3.736 punti. Ma giovedì si è ridimensionato nell’area 3.660-3.680.

Le azioni Apple, inaffondabili, sono scese di quasi il 2,5%, mostrando ad altri titoli la strada da seguire. Le azioni di American Airlines e di altri vettori hanno perso circa l’1,5-2,5% poiché hanno dovuto cancellare quasi 2.000 voli a causa dell’uragano Ian nella costa del Golfo della Florida. Anche le compagnie di crociera, tra cui Norwegian Cruise Line Holdings e Carnival Corp, hanno sofferto.

Pertanto, l’umore generale è tornato su un lato moderatamente negativo prima della fine di questo mese frenetico. I futures sull’indice del dollaro di dicembre (DXZ2) sono scesi dai massimi di 114,70 del 28 settembre a 112,50-113,00 in 24 ore, ma hanno poi mostrato alcuni segnali di ripresa.

Che segnali meno aggressivi da parte della BoE potrebbero solo accelerare l’ulteriore percorso al di sotto dei livelli di parità per la sterlina. E questo potrebbe voler dire un’alta probabilità di un indebolimento a medio termine di altre valute, compreso l’euro, contro il biglietto verde. Sembra che la Vecchia Signora abbia invitato gli investitori (esausti) per un picnic di un giorno per riposarsi un po’, anche se la routine quotidiana non è stata cancellata.

Resta sempre aggiornato sull’andamento dei mercati finanziari con il Calendario Economico di TeleTrade

Disclaimer:
Le analisi e le opinioni qui fornite sono intese esclusivamente a fini informativi e didattici e non rappresentano una raccomandazione o un consiglio d’investimento da parte di TeleTrade.

Borsa italiana oggi 29-11-2022 — 04:01

Borsa Milano oggi incerta, bene assicurativi, Erg positiva al debutto sul Ftse Mib

Azionario in cerca di una direzione dopo un avvio di settimana negativo e mentre si attendono soprattutto le prossime mosse delle banche centrali

continua la lettura