Mar 28 Giugno 2022 — 23:31

Rimborso del quinto: ecco cosa devi sapere



Il diritto al rimborso della cessione del quinto può comprendere cifre considerevoli che variano sulla base delle spese sostenute per determinati servizi, ma occorre avere dimestichezza con tutte le voci di costo

rimborso del quinto

Prima di procedere a parlare di che cosa sia il rimborso del quinto pensiamo sia utile rendere le cose più chiare e ricordare o descrivere, a chi non lo sa, che cosa s’intenda per cessione del quinto.

Con cessione del quinto ci si riferisce ad un tipo di prestito personale comunemente conosciuto come “finanziamento a tasso fisso e a rata costante” regolato dal DPR 180 del 1950.

Questo tipo di prestito è molto particolare. Nel momento in cui si contrae un debito, questo viene ripagato tramite una trattenuta sulla tua busta paga (o eventualmente sulla pensione qualora fosti già pensionato).

L’importo di tale trattenuta è pari ad un quinto del tuo stipendio mensile (o della tua pensione) e da qui prende il nome il prestito.

Per poter richiedere la cessione del quinto occorre essere dipendenti a tempo indeterminato oppure pensionati e non necessita di particolari garanzie (come nel caso dei mutui) e può essere contratto anche dai cattivi pagatori poiché si tratta di una trattenuta.

Tempi e rinnovo

La cessione del quinto ha dei tempi stabiliti, non è infatti possibile superare i dieci anni.
Tra i vantaggi di questa forma di prestito vi segnaliamo:

  • L’assenza di dichiarare obbligatoriamente le motivazioni per cui si sta richiedendo il finanziamento
  • L’assenza di operazioni burocratiche ostiche in quanto l’importo viene trattenuto in via diretta
  • Le operazioni devono essere visionate o dal datore di lavoro o dall’istituto di previdenza (a seconda dei casi)
  • La possibilità di essere rinnovato o estinto

Il rinnovo della cessione del quinto può essere effettuato qualora dovessi avere bisogno di un ulteriore finanziamento. Per richiederlo devi ovviamente essere in regola con tutte le garanzie reddituali che la banca richiede.

In merito all’estinzione, in questo caso sarà necessario versare la quota intera del debito residuo più una penale pari all’1% della somma dovuta.

Perché richiedere il rimborso

Il rimborso della cessione del quinto si richiede ogni qualvolta si effettua l’estinzione della cessione del quinto oppure ogni qualvolta si intende effettuare un rinnovo dello stesso, il tutto in base ad una serie di premesse che interessano il beneficiario del finanziamento.

Nel momento in cui si richiede questo tipo di finanziamento occorre dare delle garanzie alla banca che avvengono sotto forma di polizza assicurativa e, nel momento in cui si sceglie di fare l’estinzione o il rinnovo, si ha diritto a ricevere il rimborso su alcuni costi già sostenuti.

In questo caso si ha diritto al rimborso di:

  • Premio assicurativo (distinto in “rischio vita” e “rischio impiego”)
  • Commissioni finanziarie e di intermediazione (costo degli oneri e degli interessi maturati)

Scegliere di rinnovare o estinguere la cessione del quinto comporta una perdita di vantaggi, tra cui la copertura delle spese, delle commissioni bancarie e finanziarie, delle spese di gestione e di copertura della polizza assicurativa.

Il diritto al rimborso della cessione del quinto può comprendere cifre considerevoli che variano sulla base delle spese sostenute per determinati servizi.

Sappi che potresti non avere dimestichezza con tutte le voci di costo che occorre calcolare per questo affidati a dei professionisti!

tim labriola 28-06-2022 — 10:02

Tim, 20mila dipendenti confluiranno nella rete: rumors

Indiscrezioni in vista del piano che sarà svelato il 7 luglio

continua la lettura