Lun 30 Gennaio 2023 — 08:45

Prodotti cosmetici, come sta cambiando l’industria e il comportamento di acquisto



Un mondo che sta cambiando, abbracciando una nuova filosofia di vita: il settore green al momento è alle stelle, così come il suo valore

prodotti cosmetici

I prodotti cosmetici hanno sempre rappresentato un business estremamente importante. Non solo trucchi, ma anche creme e sieri, tutti quei prodotti destinati alla cura della pelle del volto e del corpo. L’industria però sta cambiando, abbracciando una nuova filosofia di vita: il settore green al momento è alle stelle, così come il suo valore. Tutto è dipeso dal comportamento d’acquisto, che sta inevitabilmente volgendo verso una nuova era.

Il mondo della cosmesi era già iniziato a cambiare nel corso della Pandemia di Covid-19. I trend del momento, infatti, puntano a un beauty molto più sicuro e pulito, antibatterico. Oltretutto, il 2020 è stato un anno in parte negativo per la cosmetica: con la quarantena, sono stati pochi i prodotti di make-up venduti. Inoltre, si sta affermando sempre di più lo shopping online.

Sul panorama della cosmetica italiana, dobbiamo considerare un altro elemento chiave, ovvero la nascita di nuovi brand che stanno spingendo sempre di più sugli e-commerce e sul fattore green. Ne è un esempio MariGrace, che è stato fondato nel 2020, e che con i prodotti a base di olio di canapa e di CBD ha rivoluzionato il concetto di bellezza naturale.

Industria cosmetica green, un fatturato stellare

Si chiama Sustainable Beauty: la cosmesi è sempre più green, non solo per quanto riguarda gli ingredienti all’interno dei prodotti, ma anche per il packaging sostenibile. Dai prodotti di igiene personale fino alla cura dei capelli, l’industria cosmetica italiana ha registrato un fatturato di 28,9 miliardi di euro nel 2020. Il dato più interessante, però, non è il fatturato, ma lo studio e l’innovazione in questo campo.

Le esigenze dei consumatori hanno spinto i brand – anche nuovi – a puntare un “all in one” per innovare i prodotti e investire sullo sviluppo sostenibile del settore. In particolare la spinta è stata data dai Millennials, che tengono moltissimo alla bellezza sostenibile.

Il comportamento d’acquisto è cambiato: il cliente è più consapevole

La crescita esponenziale degli e-commerce e dei portali di shopping è stata decisiva per il cambio degli acquisti. Il cliente è più portato sull’investimento green: più votato alla causa ambientale. L’incremento dei fatturati degli e-commerce non è un caso, basti pensare ad Amazon, più di un colosso ormai, in quanto è un vero e proprio punto di riferimento per milioni di italiani ogni giorno.

I vantaggi degli acquisti online hanno ovviamente portato i clienti ad avere più fiducia nei pagamenti con la carta. Senza contare che gli e-commerce presentano una caratteristica preziosa: sono aperti tutti i giorni, a qualsiasi ora. Ne consegue che i clienti non sono legati più nemmeno a un orario preciso di acquisto: l’affluenza può esserci anche alla sera, quando magari per noia o per gioco si sceglie di provare un nuovo trend.

Quali saranno i trend cosmetici del futuro

Il futuro del settore cosmetico è green. Non solo ingredienti di origine naturale, ma ci deve essere molta più attenzione al packaging. La crescente domanda da parte dei clienti ha portato le principali aziende produttrici italiane a modificare alcune formulazioni preesistenti, oppure a offrirne di nuove.

Il brand MariGrace ne è un esempio lampante: dal 2020 ad oggi, ha proposto delle tendenze molto interessanti, in cui si va a utilizzare l’olio di canapa e il CBD che apportano innumerevoli benefici, sia dal punto di vista della bellezza che per quanto riguarda il sostegno al pianeta e alla fauna, dal momento in cui i loro prodotti non sono testati sugli animali.

Stando a quanto riporta l’Associazione Nazionale Imprese Cosmetiche, il fatturato green ha sfiorato 1000 milioni di euro. Il trend è bio, attento al futuro: non è chiaramente una moda come si pensava fosse inizialmente.

Borsa italiana oggi 30-01-2023 — 08:19

Borsa italiana oggi: Stellantis, Eni, Unicredit

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura