Mar 18 Gennaio 2022 — 08:43

Investimenti online: truffe in aumento nel trading, ecco come trovare piattaforme affidabili



Per il settore un altro anno positivo, ma crescono anche i rischi per i risparmiatori meno avveduti

investimenti online

Per gli investimenti online quello che si avvia alla conclusione è stato un anno decisamente positivo: un settore già in espansione, come dimostrano i dati rilasciati dai vari broker, ha potuto beneficiare infatti di continui aggiornamenti in tema di tecnologia e di nuovi asset da negoziare, un mix che senza dubbio ha creato un effetto propulsivo. Purtroppo con l’aumentare di risparmiatori che per la prima volta entrano in contatto con il mondo del trading, crescono di pari passo le truffe perpetrate ai danni degli stessi: accade fin troppo spesso, che presi dalla foga di lanciarsi in una nuova esperienza, ci si affidi a intermediari sprovvisti di determinati requisiti. È opportuno sottolineare che in questi casi il primo aspetto da curare consiste nella verifica di specifiche licenze rilasciate alle società dagli organi di vigilanza, per operare nelle varie giurisdizioni.

Per aiutare i risparmiatori nelle fasi preliminari di tale attività, tradingtop.it sito di formazione nel settore degli investimenti, mette a disposizione degli approfondimenti che permettono agli utenti di individuare le migliori piattaforme di trading con cui operare. Fra i vari criteri per filtrare i risultati è stato dato particolare risalto al fattore sicurezza. Difatti fra le principali caratteristiche per cui è attribuito un rating ai TOL più importanti sul mercato, un peso preponderante è attribuito a quelle riferibili alle parole chiave autorizzazioni e regolamentazioni, avvisi Consob, verifica truffe e recensioni sul web. Naturalmente sono presi in considerazione altri aspetti non meno importanti per mettere gli investitori in condizione di poter creare agevolmente una strategia resiliente nel tempo: in particolare le peculiarità legate ai costi commissionali e alla tecnologia che caratterizza il trading tool.

Evitare le truffe: rivolgersi a intermediari molto conosciuti

Il nome più ricorrente in diverse classifiche presenti su tradingtop.it è eToro, uno dei broker più apprezzati nel panorama dei circuiti Over the Counter. Si tratta di un intermediario market maker in possesso delle più importanti licenze internazionali per erogare i propri servizi –Cysec, FCA, ASIC– ed ovviamente è autorizzato ad operare anche sul territorio italiano –iscrizione Consob 2830-.

Fra le varie funzionalità del broker la più interessante è rappresentata dalla doppia modalità di accesso al mercato: difatti il vasto catalogo di sottostanti a disposizione degli utenti-coppie di valute sul forex, azioni, criptovalute, materie prime, indicietf– è negoziabile sia attraverso la replica sintetica dei Contratti per Differenza sia in Direct Market Access -stocks e token.

Affidabilità e strumenti di supporto: le principali caratteristiche di eToro

eToro, che ha aggiunto quattro nuove criptovalute alla sua offerta, attirando un numero sempre maggiore di investitori, è divenuto popolare in particolare grazie allo strumento del social trading. Si tratta di un network di finanza integrato nella piattaforma di investimento della società in cui gli iscritti possono condividere le strategie personali. Ad ogni operatività è attribuito un giudizio che tiene conto del rischio assunto per realizzare la performance presente in bacheca e, in base allo stesso, i follower decidono se reiterare o meno i trade sul proprio account.

Rimanendo nell’alveo degli approcci passivi, per chi apprezza il risparmio gestito, eToro mette a disposizione un prodotto estremamente innovativo denominato copyportfolio: attraverso questa gestione sottoscrivibile per tagli minimi di 1000$ i risparmiatori possono fruire di un benchmark che sintetizza diverse strategie accomunate da un tema specifico.

Vademecum del risparmiatore attento

Per evitare spiacevoli inconvenienti quindi è opportuno prendere in considerazione le recensioni elaborate da figure professionali, come quelle cui fa capo la redazione di tradingtop.it; in alternativa è necessario verificare in autonomia tutti i requisiti analizzati in precedenza, cercando di adottare determinate precauzioni.

In particolare è bene ricordare che un conto trading deve avere sempre la stessa intestazione -o comunque un riferimento- del rapporto che alimenta il deposito e che non bisogna mai fornire a terzi le proprie credenziali: nella fattispecie le truffe più frequenti riguardano proprio risparmiatori che, consegnando i dati di accesso a presunti consulenti, si sono visti svuotare gli account personali.

borsa italiana oggi 18-01-2022 — 08:31

Borsa italiana oggi: Atlantia, Telecom, Stellantis

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura