Gio 09 Luglio 2020 — 15:30

Investimenti e finanza: facciamo il punto della situazione



Per quanto risulti oramai semplice operare in Borsa e nei mercati, il mondo della finanza rimane per i non addetti ai lavori molto complesso

investimenti finanza

Il progresso tecnologico avvenuto negli ultimi trent’anni ha portato notevoli cambiamenti nella vita delle persone e ha dato una spinta decisiva all’evoluzione delle dinamiche produttive e commerciali del settore industriale e finanziario.

Nel caso di quest’ultimo, l’applicazione della scienza informatica ha permesso di snellire i complicati processi legati alle transazioni economiche di tutto il mondo, rendendo inoltre maggiormente sicure, e allo stesso tempo accessibili, le Borse valori internazionali.

Oggi, per investire del denaro nei mercati finanziari non è necessario possedere un grande capitale o doversi recare presso una banca. Grazie al trading online è infatti possibile negoziare sui prodotti quotati in Borsa usando il proprio computer.

Quello che il futuro investitore dovrà fare, sarà scegliere un intermediario finanziario, ovvero un broker online, tramite cui operare. Aprire un conto di intermediazione online presso il broker è facile come aprire un conto bancario: si compila una domanda di conto, si fornisce una prova di identificazione e si effettua un deposito minimo.

A questo punto sarà possibile interfacciarsi con i mercati finanziari grazie a una piattaforma di trading, la quale metterà a disposizione degli utenti numerosi strumenti tecnici per analizzare i mercati e ottimizzare le strategie di speculazione.

Solitamente, chi decide di praticare trading online è più interessato alla compravendita dinamica dei prodotti quotati, e dunque opera in una modalità che cerca di trarre il massimo profitto da più operazioni effettuate in un breve lasso di tempo.

Per quanto risulti oramai semplice operare in Borsa e nei mercati, il mondo della finanza rimane per i non addetti ai lavori molto complesso, per tale motivo è consigliabile seguire dei corsi introduttivi al trading e fare un po’ di esperienza pratica sui software di simulazione.

Le società di brokeraggio

La scelta del broker è di fondamentale importanza per praticare un buon trading. Sul web sono molte le società che offrono i servizi di intermediazione ed è possibile valutarne alcune dal sito GuidaTradingOnline.net o da altre pagine specializzate.

La cosa importante è che il broker risulti autorizzato a operare dagli enti di riferimento che, per quanto concerne l’Europa, sono CONOSB, CYSEC E FCA. La regolamentazione del broker garantirà la trasparenza dei servizi offerti al cliente e ne tutelerà il trading.

Nonostante la speculazione finanziaria comporti sempre dei rischi, prediligere un broker certificato sarà la scelta migliore per non incorrere in spiacevoli sorprese e usufruire dei migliori servizi di trading. Fra gli strumenti che il broker metterà a disposizione dei propri utenti, vi saranno analisi giornaliere sugli andamenti di mercato e software per la simulazione delle compravendite.

Conosciuti con il nome di “conti demo”, questi software permetteranno di testare le operazioni finanziarie senza correre il rischio di perdere le liquidità investite. Utili per i principianti che devono fare pratica, risultano comode anche per analizzare l’efficienza delle strategie di trading e ottimizzarne i risultati.

Come creare una strategia di trading

Per negoziare sui numerosi prodotti finanziari presenti nei mercati, è necessario che il trader organizzi un piano operativo in maniera tale da ridurre i rischi di perdita. Per creare la propria strategia di trading si devono, in primo luogo, tenere presenti due fattori:

  1. Disponibilità economica;
  2. Disponibilità di tempo.

Chiariti questi punti, sarà necessario scegliere la tipologia di prodotti su cui si vuole investire il proprio denaro. Fra questi vi sono:

  1. Titoli di massa;
  2. Contratti derivata.

Al primo gruppo appartengono azioni, obbligazioni, titoli di Stato, titoli del mercato monetario, quote di fondi comuni d’investimento e via dicendo. Al secondo gruppo aderiscono i contratti derivati nelle loro molteplici forme. A questo punto il trader sarà in grado di organizzare la propria strategia e di iniziare la negoziazione.

Rimanere sempre aggiornati sulle oscillazioni di valore dei prodotti scelti, permetterà di prevedere possibili inversioni di mercato e di chiudere una posizione o liquidare un bene in funzione di un profitto o di una stabilità economica.

azioni ferrari 09-07-2020 — 01:24

Azioni Ferrari, per Rbc valgono 200 euro con suv Purosangue

Secondo il broker, che ha avviato la copertura con rating outperform, il nuovo modello consentirà di attirare nuovi clienti e incrementare la quota di mercato in Cina

continua la lettura