Lun 20 Maggio 2019 — 03:33

Internet of Things, aumentano gli investimenti: spesa da 19 miliardi nel 2019 per l’Italia



Grazie a Internet negli ultimi anni sono cambiati tanti aspetti della nostra vita, e tanti altri continuano ancora oggi a cambiare

internet of things italia

Grazie a Internet negli ultimi anni sono cambiati tanti aspetti della nostra vita, e tanti altri continuano ancora oggi a cambiare, senza conoscere un solo attimo di pausa. Le novità hi-tech hanno reso queste evoluzioni molto più veloci, facendole procedere a un ritmo forsennato: ogni giorno emergono nuove tecnologie che promettono di rivoluzionare ancor di più le nostre abitudini, anche se naturalmente non tutte attecchiscono.

Alcune di loro, però, ce la fanno eccome: è il caso del cosiddetto Internet of Things, che riguarda tutti quei dispositivi di ultima generazione che comunicano fra loro, sfruttando Internet, e che si gestiscono in autonomia. Basti pensare alla domotica, con i sistemi di illuminazione domestici che si attivano da soli quando entriamo in casa. E non deve dunque stupire la portata in termini di investimenti di questo fenomeno, sempre più massiccio.

Gli ultimi dati in Europa e in Italia sull’IoT

In quanto a investimenti, come detto, in Europa e in Italia si sta puntando fortissimo sull’Internet of Things e sulle sue mille potenzialità. La testimonianza di ciò ci viene fornita dal report IDC, il quale ha avuto il merito di sottolineare un totale di investimenti in IoT in Europa che arriverà a quota 221 miliardi di dollari entro il 2022.

Bene anche i ricavi raccolti finora dalle aziende che hanno scelto di puntare su questo settore così vivo: sempre secondo IDC, si parla di un totale di 171 miliardi di dollari sul territorio europeo. L’Italia stessa ha fatto sentire la propria voce in questo ambito: anche se non è riuscita ad andare oltre il quarto posto, si parla comunque di un totale di investimenti che dovrebbe raggiungere quota 19 miliardi di dollari a fine 2019.

La rivoluzione Smart Home per i consumer

La spesa maggiore è stata registrata nel settore consumer, e in particolare per ciò che riguarda la Smart Home, ovvero le case intelligenti. Basti pensare al fatto che, di recente, sono nate nuove realtà come Live Protection , un set di dispositivi IoT utili per creare un sistema domotico a tutto tondo, gestibile poi da remoto tramite una app dedicata. I vantaggi di sistemi come questo sono tanti, e toccano diversi ambiti come la sicurezza, la comodità in casa e anche l’eco-sostenibilità o o il risparmio energetico.

Intanto i device IoT permettono di monitorare in tempo reale qualsiasi aspetto dell’abitazione, grazie ai sensori e al sistema di video-sorveglianza. E consentono anche di risparmiare sugli sprechi energetici , perché sono capaci di gestirsi da soli in base al contesto. Infine, essendo funzionali alle nuove esigenze degli utenti, di riflesso fanno diventare la casa un luogo molto più confortevole. Questi vantaggi rendono la domotica (e l’IoT in generale) una delle rivoluzioni hi-tech preferite dai consumatori e dalle azienda 2.0. E i recenti investimenti nel settore lo confermano.

telecom tim news 17-05-2019 — 10:15

Tim, gelo di Starace (Enel) su dossier Open Fiber. Primo trimestre atteso in calo

Il numero uno di Enel ha detto che non c’è stata “nessuna sollecitazione formale da parte di Tim per possibili combinazioni, accrocchi e vendite”

continua la lettura