Lun 08 Agosto 2022 — 02:55

Inflazione? Cryptosmart la risposta italiana



Per fare scudo contro la perdita di potere di acquisto, molti risparmiatori iniziano a mostrare un interesse sempre crescente per il Bitcoin e le monete virtuali

inflazione cryptosmart

L’aumento dei prezzi degli ultimi tempi non è casuale ma l’effetto diretto e costante della grande svalutazione di moneta dovuta anche alla pandemia.

Andando a ritroso è da più di un decennio che le Banche centrali acquistano titoli di Stato per salvare le Banche e sostenere l’elevato debito pubblico degli Stati.

In sostanza viene stampata moneta in maniera massiccia e ciò genera una svalutazione a ritmo crescente.

L’euro e il dollaro, ad esempio, sono monete che si stanno svalutando ad un ritmo del 10-20% all’anno anche sé ciò non viene evidenziato nei dati Istat costruiti per non far aumentare la spesa pubblica (stipendi degli statali e pensioni).

Durante il lookdown con l’economia praticamente ferma, gli Stati hanno dovuto stampare moneta e di conseguenza i prezzi delle azioni hanno avuto un incremento del 35%, i prezzi degli immobili del 20%, i soldi depositati in banca hanno perso il 30% del potere di acquisto.

Per fare scudo contro la perdita di potere di acquisto, molti risparmiatori iniziano a mostrare un interesse sempre crescente per il Bitcoin e le monete virtuali. Il Bitcoin è nato per essere una moneta globale e antinflazionistica: l’emissione è decentralizzata e limitata.

Negli ultimi anni quindi gli investimenti in crypto aiutano a diversificare il portafoglio, investitori famosi come Ray Dalio, Paul Tudor Johns detengono Bitcoins, aziende famose come Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan, Fidelity, Blackrock hanno istituito fondi ed in America oltre il 10% della popolazione possiede Bitcoin.

In Italia il 5% della popolazione detiene crypto valute, quasi sempre acquistate su piattaforme estere. Da qualche mese è possibile acquistare le monete virtuali su una piattaforma tutta italiana: si chiama Cryptosmart, ha sede a Perugia, paga le tasse nel nostro paese ed è sottoposta alle leggi nazionali.

E’ stata fondata dagli imprenditori Alessandro Frizzoni, Alessandro Ronchi, Cluadio Baldassarri, Massimo Zamporlini ed Alice Ubaldi.

Frizzoni e Ronchi sono stati i fondatori di Ariadsl, prima compagnia italiana di Wimax, successivamente sono stati tra i vertici di GO internet portandola alla quotazione AIM di Borsa Italiana.

Attraverso Crypto smart potete acquistare, vendere e detenere le principali “cryptvalute” (Bitcoin, Ethereum, Dogecoin, Litecoin, Plkadot e Cardano), le operazioni avvengono senza la presenza di intermediari. Il cliente è del tutto autonomo. Con un semplice bonifico si possono acquistare Cryptovalute, successivamente il deposito può essere riconvertito in Euro o in altre Cryptovalute.

La conversione o il ritiro possono avvenire in qualsiasi momento.

Inoltre Cryptosmart è pensato per le imprese che vogliono aumentare il fatturato consentendo ai loro clienti di pagare in Cryptovalute. Il servizio e’ integrabile con i principali software di E-commerce (Magento, Prestashop, Drupal, Woocommerce etc).

Cryptosmart è una piattaforma tra le più economiche del mercato: l’apertura del conto è gratuita, così come la gestione del wallet; inoltre per ogni singola transazione la commissione varia da un minimo dello 0% a un massimo dello 0,2%. L’entità dipende dallo scaglione in cui rientra il cliente, ossia dall’ entità degli scambi effettuati nel mese precedente.

Aspetto non meno importante + la sicurezza garantita dalla piattaforma sia alle transazioni che alla protezione dei dati personali.

Infine autonomia non significa mancata assistenza, il cliente è assistito h 24 7 giorni su 7.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura