Mer 24 Aprile 2019 — 13:01

Guerra commerciale: sui dazi gli Usa aprono al dialogo con la Cina



Gli incontri della prossima settimana potrebbero segnare una svolta. La società tedesca TradeMachines fa il punto della situazione

Lunedì prossimo la Cina vorrebbe richiedere al Wto, l’organizzazione internazionale
che regolamenta gli scambi commerciali, di sanzionare gli Stati Uniti per l’illegittimità
delle loro politiche anti-dumping.

L’entrata della Cina nel mercato globale nel 2001, come ricorda in un’analisi la società tedesca TradeMachines, ha portato ad un incremento del
deficit commerciale da parte degli Stati Uniti, anche a causa dei prezzi molto più bassi
dei beni provenienti da Oriente.

L’amministrazione Trump ha deciso di imporre dei dazi
su questi import, in modo da poter favorire le industrie domestiche.
La situazione sembra però esser di ben più difficile risoluzione, dato che nelle ultime
due decadi i rapporti tra le industrie statunitensi e cinesi si sono intensificati.

La
decisione di limitare gli scambi commerciali con Pechino potrebbe ritorcersi contro le
stesse aziende americane. Ad aggravare la situazione, per gli Usa, c’è anche il deficit
commerciale accumulato con l’Unione Europea, secondo Trump derivante da una
politica fin troppo favorevole verso gli alleati d’oltreoceano.

Quel che sia il risultato dell’incontro tra i rappresentanti cinesi e i vertici del WTO
nell’incontro della prossima settimana, è comunque sicuro che gli Stati Uniti sembrano
essere disposti a giocare la carta della diplomazia. Stando a quanto riportato da
Bloomberg, Steven Mnuchin sarebbe l’uomo incaricato per condurre delle trattative con
il governo di Pechino, perché si possa trovare una risoluzione all’escalation di tariffe
annunciate negli ultimi mesi.

Mentre Juncker e Trump sembrano aver trovato un accordo lo scorso luglio, Cina e
Usa continuano a rilanciare l’ammontare di tariffe imposte l’un l’altro.

Gli incontri della prossima settimana potrebbero essere un punto di svolta nell’intera
guerra commerciale, nella speranza che gli attori coinvolti riescano a scendere a patti
circa le loro relazioni commerciali.

Per avere un quadro riassuntivo sulle guerre commerciali si può consultare il report
pubblicato dalla tedesca TradeMachines.

Eni news 24-04-2019 — 10:53

Eni, primo trimestre previsto in crescita

Il gruppo dovrebbe chiudere i primi tre mesi dell’anno con un utile operativo adjusted di 2,53 miliardi dai 2,38 miliardi del primo trimestre 2018, con il contributo decisivo come sempre dell’esplorazione & produzione

continua la lettura