Lun 08 Agosto 2022 — 03:19

Cos’è il RegTech e quali sono i vantaggi



Parola nata dall’unione di ‘Regulation’ e Technology’, si intende una Tecnologia Regolatoria, ovvero l’impiego, da parte delle imprese, di strumenti tecnologici utili a offrire supporto nelle procedure di conformità e di rispetto delle normative e dei regolamenti

regtech

Con RegTech, parola nata dall’unione di ‘Regulation’ e Technology’, si intende una Tecnologia Regolatoria, ovvero l’impiego, da parte delle imprese, di strumenti tecnologici utili a offrire supporto nelle procedure di conformità e di rispetto delle normative e dei regolamenti.

Il RegTech rappresenta l’azione attraverso cui vengono automatizzati in maniera ottimizzata alcuni processi così da portare alle aziende innumerevoli vantaggi, soprattutto quando ci si trova ad affrontare uno scenario operativo e normativo complesso come quello che si trovano ad affrontare banche e gli istituti finanziari.

Andiamo a vedere cos’è il RegTech e come funziona.

Cos’è il RegTech

Il RegTech attraverso l’applicazione di tecniche di Intelligenza Artificiale permette di automatizzare i processi consentendo alle banche di rispettare normative e regolamenti attraverso il monitoraggio dei crimini finanziari e la gestione della compliance, due operazioni solitamente costose e poco efficienti che grazie al RegTech è oggi possibile ottimizzare attraverso l’impiego di tecnologie Big Data per il monitoraggio, l’analisi multidimensionale ed il supporto alle decisioni.

Automatizzare i processi ‘legali’ permette infatti alle banche e agli istituti finanziari di ottenere un notevole risparmio economico oltre a processi più efficienti.

Ma, per i vantaggi, ecco un approfondimento.

I vantaggi del RegTech

Innanzitutto il RegTech permette di avere la possibilità di poter analizzare e controllare tantissime transazioni, in modo da capire se c’è qualche situazione sospetta legata a comportamenti discutibili.

Inoltre, l’incrocio dei dati permette anche all’istituto di credito di poter conoscere meglio il cliente dal punto di vista bancario per capire se porta con sé dei rischi.

Infine, come abbiamo già detto prima, permette di avere una visione completa di tutte le normative legate al mondo bancario e, quindi, in questo caso, far sì che i controlli siano pertinenti, senza lasciarsi sfuggire nulla.

I reati finanziari, così, possono essere scoperti in maniera più severa, precisa e puntuale. Basta semplicemente fare una correlazione dei dati che giungono dal RegTech.

La gestione del rischio può invece essere migliorata grazie al monitoraggio che permette una maggiore conoscenza del cliente.

Mentre la compliance può essere ottimizzata attraverso una scrupolosa verifica per valutare se i controlli in atto sono adeguati.

Per quanto riguarda i dipendenti, l’impiego di queste innovative tecnologie consente loro di lavorare meglio aumentando la loro produttività e permette di vedere in tempo reale le transizioni così da fare fare attività di prevenzione.

Insomma, con il RegTech il vantaggio è davvero per tutti.

Come funziona il RegTech

Il funzionamento del RegTech si basa su un sistema di intelligenza artificiale che incrocia i dati delle transazioni, abbinando approccio deduttivo e approccio induttivo.

Riesce, infatti, a segmentare tutto ciò che succede in modo tale da poter, quindi, fare un lavoro certosino e sartoriale sul preciso caso che si trova di fronte, analizzando anche le abitudini di quegli analisti finanziari.

Inoltre, riesce a valutare se quello stesso parametro che andava bene ieri può andar bene oggi e, quindi, se qualcosa è cambiato. Senza dimenticare che tutto questo viene fatto, sempre in base alle normative che in quel momento sono in vigore.

moratorie covid 06-08-2022 — 11:35

Semestrali banche italiane, trainate dal margine d’interesse

L’analisi condotta per First Cisl dal Comitato scientifico della Fondazione Fiba sui conti di Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Bpm e Bper

continua la lettura