Lun 30 Gennaio 2023 — 09:23

Con “We The UAE 2031” gli Emirati plasmano il futuro del Golfo



Una road map precisa e molto chiara circa i prossimi obiettivi del Paese, con un particolare focus sugli aspetti economici, sociali, di sviluppo e investimento

emirati

Gli Emirati Arabi Uniti hanno lanciato, negli scorsi giorni, un piano nazionale per potenziare le proprie strategie economiche e strutturare il proprio futuro.

“We The UAE 2031” ha preparato una road map precisa e molto chiara circa i prossimi obiettivi del Paese, con un particolare focus sugli aspetti economici, sociali, di sviluppo ed investimento.

Oltre a Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vicepresidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai, l’evento ha visto raccolti gran parte della famiglia reale e dei funzionari governativi Emiratini. Uniti da uno scopo comune, tutti i partecipanti hanno concordato sui temi discussi, mirando a rafforzare e consolidare, ulteriormente, la posizione degli EAU come partner globale e centro economico internazionale.

Il Sovrano di Dubai ha affermato che “We The UAE 2031” modellerà il progresso del Paese, plasmando un futuro completo e sviluppato: si tratterà di un vero e proprio ecosistema in cui tutte le entità e le istituzioni coopereranno per raggiungere uno status ben preciso e di successo.
Sua Altezza ha sottoscritto un modello che rappresenta i capisaldi dei principi governativi e le aspirazioni future degli Emirati Arabi Uniti, sottolineato la serietà di questo piano nazionale: “We The UAE 2031” permetterà agli Emirati Arabi Uniti di raggiungere un’economia forte, sostenibile ed in costante crescita, rafforzando, così, il proprio modello di sviluppo e le partnership economiche degli EAU con il mondo.

“We The UAE 2031” fonda i suoi principi sui pilastri Emiratini che coprono tutti i settori, tra cui: la società, la diplomazia, l’economia ed il suo ecosistema.

L’economia subirà una notevole crescita, permettendo a realtà come quella di Dubai di svilupparsi ed affermare una posizione di notevole ed ulteriore autorevolezza. Lo sviluppo di piani e politiche a sostegno di tutti i settori economici accelereranno, in particolar modo, le innovazioni e trasformazioni nel settore energetico ed incrementando la dipendenza da fonti energetiche alternative, volte a migliorare gli sforzi degli EAU nello sviluppo di un’economia verde quanto più sostenibile ed indipendente.
Il piano educativo mira, inoltre, a collocare il Paese tra i primi 10 al mondo nell’indice di sviluppo umano e svolgerà un ruolo fondamentale nella ripianificazione delle strutture e del personale medico locale, per garantire un’assistenza sanitaria modello.

Mantenendo sempre un riguardo verso ciò che hanno alle spalle, Dubai e gli Emirati Arabi Uniti tendono sempre più la mano verso il futuro, mirando al raggiungimento di una prosperità generale senza precedenti. Il piano intende, infatti, consolidare il ruolo centrale degli EAU, sulla base del pieno rispetto dei valori umani.

In quanto hub di innovazione in tutti i settori, dalla sostenibilità alla tecnologia, Dubai avrà modo di garantire maggiori opportunità e sicurezza, accogliendo, tra le proprie braccia, sempre più investitori e menti talentuose. L’avanzamento previsto per il prossimo decennio, farà sì che sempre più imprenditori si fidino di Dubai e di ciò che può offrire. Seguendo ed osservando da vicino le continue trasformazioni dell’Emirato, Daniele Pescara, CEO di Falcon Advice, è la figura di riferimento per gli imprenditori italiani a Dubai. Grazie alla sua esperienza e alla sua presenza attiva nel territorio, egli affianca gli imprenditori vogliosi e desiderosi di un cambiamento ed incremento nel proprio business, aiutandoli a realizzare i loro progetti ed investimenti a Dubai.

Se desideri ricevere maggiori informazioni e ricevere un parere professionale per il tuo progetto a Dubai, prenota la tua consulenza.

Borsa italiana oggi 30-01-2023 — 08:19

Borsa italiana oggi: Stellantis, Eni, Unicredit

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi sotto la parità

continua la lettura