Ven 27 Maggio 2022 — 14:33

Assistenza caldaie a Milano, interventi con attrezzature e mezzi all’avanguardia



Un compito che riguarda l’amministratore di condominio. Ma esiste una distinzione specifica tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria

assistenza caldaie milano

In ogni casa è presente una caldaia, termine questo con il quale si fa riferimento a un elettrodomestico molto diffuso sia per l’impianto di riscaldamento ma anche per la produzione di acqua calda considerata indispensabile per l’igiene personale ma anche per la casa. 

Tuttavia, potrebbe capitare che si verifichi qualche danno che richiede l’assistenza caldaie Milano operata da tecnici esperti in grado di risolvere il problema.

In molti però si chiedono a chi rivolgersi per un intervento di assistenza per caldaie a Milano: vediamo insieme come fare.

Cosa sapere sull’assistenza caldaie a Milano

Quello relativo alla manutenzione delle caldaie, ed in generale degli impianti condominiali di riscaldamento, è un compito che riguarda l’amministratore di condominio.

Quello che però in molti non sanno è che esiste una distinzione specifica tra manutenzione ordinaria della caldaia e manutenzione straordinaria.

Nel caso in cui ci si trovi a dover richiedere un intervento di assistenza caldaie Milano, è bene essere a conoscenza di una serie di importanti elementi che riguardano appunto la cura dell’impianto, la periodicità con cui vanno effettuate le varie operazioni e a chi rivolgersi.

Differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria della caldaia

La prima domanda alla quale occorre fornire una risposta è cosa si intende per manutenzione; solo conoscendo tale termine sarà possibile poi procedere effettuando la distinzione tra manutenzione ordinaria e manutenzione straordinaria.

È quindi opportuno precisare che con la parola manutenzione si fa riferimento a tutta quella serie di interventi grazie ai quali poter garantire una buona funzionalità dell’impianto nel tempo, oltre che la sua sicurezza.

A questo punto sarà quindi possibile procedere effettuando la distinzione tra le due tipologie di manutenzione sopra indicate.

Bisogna però precisare che quando si parla di manutenzione ordinaria della caldaia si fa riferimento a delle attività che possono essere effettuate nel luogo in cui si trova l’impianto e facendo uso di attrezzature di uso comune.

Quando invece si parla di manutenzione straordinaria della caldaia si è soliti fare riferimento a delle attività di riparazione non previste ma che hanno come scopo quello di riuscire a ripristinare il meccanismo dell’impianto in caso di malfunzionamento. 

A differenza di quanto affermato in precedenza in caso di manutenzione straordinaria gli strumenti utilizzati non sono di tipo ordinario e questo perché di solito si opera effettuando delle riparazioni ma anche delle sostituzioni di alcuni componenti dell’impianto.

Le principali differenze tra le due tipologie di manutenzione

Tra la manutenzione ordinaria e la manutenzione straordinaria intercorrono una serie di differenze legate a vari fattori.

Tra le più importanti vi troviamo la periodicità, la profondità e l’abilitazione.

Nello specifico quando si parla di periodicità si fa ovviamente riferimento ai tempi previsti per la manutenzione.

A tal proposito è possibile dire che in caso di manutenzione ordinaria della caldaia questa andrà effettuata con interventi programmati; inoltre occorre precisare che bisogna rispettare i tempi previsti dal libretto dell’impianto in quanto non esiste una legge che obbliga all’intervento annuale. 

In caso di manutenzione straordinaria, invece, è opportuno precisare che i lavori non vengono svolti con una certa regolarità ed inoltre non possono essere programmati e nemmeno previsti.

Questo perché si tratta di interventi che vengono effettuati in seguito alla rottura oppure al malfunzionamento oppure ancora in seguito ad un guasto dell’impianto.

Quando si parla di profondità si fa invece riferimento alla profondità di azione.

In caso di manutenzione ordinaria le azioni compiute sono preventive e quindi effettuate con lo scopo di salvaguardare quello che è il funzionamento dell’impianto. 

Tra le attività effettuate vi troviamo i vari controlli, le pulizie, le verifiche e le regolazioni.

In caso di manutenzione straordinaria, invece, si agisce quando il funzionamento dell’impianto è ormai compromesso: in questo caso le attività riguardano le sostituzioni, le riparazioni, ristrutturare casa.

In ultimo, quando si parla di abilitazione si fa riferimento al tecnico a cui si è soliti rivolgersi per la manutenzione; nello specifico in caso di manutenzione ordinaria ad effettuarla sarà un idraulico qualificato oppure un caldaista mentre la manutenzione straordinaria dovrà essere effettuata da imprese specializzate e soprattutto abilitate ai sensi del DM 37/08.

autogrill aumento di capitale 27-05-2022 — 09:37

Fusione Autogrill Dufry, le banche accelerano sull’operazione

Nuovi rumors, l’obiettivo è creare il leader europeo del settore. Il titolo avanza a Piazza Affari

continua la lettura