Mar 26 Gennaio 2021 — 09:27

Amministrare i condomini nel 2021, tra lockdown, tecnologia e richiesta di maggior trasparenza



Intervista a Emilio Giffi, CEO di Condominio Chiaro, studio che si occupa di gestione dei condomini in modo innovativo e altamente professionale, basando il proprio lavoro sulla trasparenza, con il supporto della tecnologia

condominio chiaro emilio giffi

Il 2020 è stato caratterizzato da lunghi periodi trascorsi in casa, tra lockdown e restrizioni. Inevitabilmente questa situazione ha portato ad un aumento di stress, che spesso è sfociato in litigi tra condomini, ai quali non sempre gli amministratori hanno saputo porre rimedio in modo adeguato.

La pandemia ha stravolto gli equilibri della convivenza, e questo ha reso necessario anche un nuovo modo di gestire i condomini.

A questi nuovi bisogni, Emilio Giffi, CEO di Condominio Chiaro, studio che si occupa di gestione dei condomini in modo innovativo, ha scelto di rispondere puntando sulla trasparenza, da sempre punto forte dell’azienda, e sulla tecnologia, indispensabile per ovviare alla questione del distanziamento sociale.

Cosa è successo nel vostro settore con la crisi Covid? Avete notato una riduzione delle richieste o al contrario una maggiore attenzione?

“Il settore dell’Amministrazione condominiale non ha avuto ripercussioni molto forti portate dalla crisi da Covid, del resto, si tratta di un servizio del quale non è mai venuta meno la necessità. Per quanto riguarda la nostra società, addirittura, abbiamo avuto un forte incremento di richieste di preventivi causati da Amministratori non attrezzati per gestire un Condominio in un periodo difficile come questo, in cui tutti i condomini erano a casa nello stesso momento ed impossibilitati ad uscire. Il 2020 si è concluso con un aumento dell’80% delle acquisizioni rispetto al 2019”.

Il Covid ha senza dubbio cambiato e sta ancora cambiando l’economia e le imprese. Che progetti avete per il 2021?

La forte congiuntura economica negativa creatasi a seguito della pandemia di sars2-Covid, come tutte le grandi crisi mondiali, ha cambiato la vita delle persone, obbligando le imprese, come anche la nostra, a dei cambiamenti radicali di tutta l’organizzazione. Già nel lockdown di primavera, per mantenere i rapporti con i nostri amministrati ed i nuovi, abbiamo implementato la nostra struttura informatica con una piattaforma di teleconferenza. Abbiamo sperimentato già decine di assemblee in forma sia mista (le prime), sia interamente telematica, nell’ultimo trimestre del 2020. Per il 2021 l’obiettivo è consolidare l’utilizzo di strumenti di comunicazione interamente telematici, come ad esempio l’istallazione di lavagne elettroniche interattive negli androni degli stabili, che i condomini possono gestire anche da app per cellulare. Inoltre, disponibilità permanente di una piattaforma di videoconferenza tra il nostro team ed i condomini da utilizzarsi da pc e smartphone, sito web condominiale accessibile h24, con tutte le fatture del Condominio, verbali di assemblea, contratti di appalto in essere, situazione finanziaria condominiale e personale dell’utente che accede. A questo aggiungeremo anche la possibilità di richiedere degli interventi per problemi in diversi modi, ovvero tramite lavagna elettronica, il sito web o una telefonata ad un numero verde gratuito attivo H24. Tutti questi servizi innovativi non avranno nessun costo aggiuntivo per i condomini, è un opera di digitalizzazione che migliorerà l’erogazione dei nostri servizi e la vita delle persone all’interno dei condomini, garantendo un livello di trasparenza ed accessibilità alle informazioni mai visto in questo settore”.

Condominio Chiaro si vuole distinguere dalla concorrenza puntando sulla trasparenza, in che modo concretamente?

“Nel nostro settore parlare di trasparenza è sempre molto delicato, tutti si propongono come studi che lavorano in maniera trasparente, ma alla fine nessuno sa come gestiscono i soldi dei condomini. Noi alle promesse verbali abbiamo sostituito degli strumenti concreti, per questo siamo ad oggi l’unica struttura che consegna ai singoli condomini le credenziali di accesso in sola visualizzazione del conto corrente bancario intestato al Condominio, per permettere ad ogni singolo condomino di verificare in totale autonomia tutte le movimentazioni finanziarie e come gestiamo i loro soldi. Poi apriamo un sito web del condominio, creando anche un profilo utente per ciascun
appartamento, consentendo ai condomini di vedere, oltre alla situazione personale delle rate emesse e versate, anche tutte le fatture dei fornitori in tempo reale. Infine, sul sito web carichiamo tutti i verbali di assemblea scansionati, ed i contratti in essere tra il Condominio ed i fornitori”.

Borsa italiana oggi 26-01-2021 — 08:31

Borsa italiana oggi: Banco Bpm, Saipem, Tenaris

L’apertura delle Borse europee è attesa oggi nuovamente debole

continua la lettura